Suggerimenti per il matrimonio: rimanere sposati nell'era dell'informazione

Potresti aver notato che ci sono molti "consigli sul matrimonio" là fuori. La maggior parte ha senso comune. Alcuni sono basati sulla fede. Alcuni sono anche basati sulla ricerca di ciò che rende i matrimoni un successo e un fallimento. E quasi tutti sono utili come consigli sul mercato azionario e le corse di cavalli.

Questo perché è quasi sempre una sola parte a leggere i "consigli", di solito colui che più vuole cambiare nella relazione. Se chi legge i suggerimenti li mette in scena unilateralmente, non importa quanto siano seri i suggerimenti, probabilmente sembrerà manipolativo all'altro partner. Sembrerebbe difficilmente sembrare altrimenti, dal momento che le persone hanno meno probabilità di cercare consigli su come essere partner migliori che su come migliorare i loro partner.

Questo è un peccato, perché l'unico modo affidabile per ottenere un partner migliore è diventare uno.

Non c'è molto da fare su un solo partner che legge i consigli sul matrimonio, semplicemente perché le persone tendono a cercare partner che sono caratterialmente diversi. Se sei il tipo di persona che legge i consigli sul matrimonio, probabilmente sei sposato con qualcuno che non verrebbe beccato a morte nella sala d'attesa di un dentista. Quindi i seguenti suggerimenti (che io possa mai odiare quella parola) sono progettati per aiutarti a essere un partner migliore e, per inciso, avere una possibilità molto migliore di reagire positivamente al tuo partner.

Suggerimento n. 1: se sei sicuro di avere ragione, probabilmente ti sbagli. La certezza è uno stato emotivo, non intellettuale. Se sei certo di avere ragione e il tuo partner è sbagliato, molto probabilmente stai ignorando, fraintendendo, interpretando erroneamente o minando la sua prospettiva. Anche se la tua prospettiva è effettivamente corretta, è, nel migliore dei casi, incompleta, senza una comprensione approfondita del tuo partner. Quando ti senti sicuro di avere ragione e il tuo partner è sbagliato, dichiari la sua prospettiva nel miglior modo possibile, non in quello che pensi, ma come è nei suoi panni. Probabilmente scoprirai che la tua certezza si risolve in una visione binoculare più realistica: la capacità di vedere la tua relazione più dinamicamente e in profondità, percependo simultaneamente entrambe le prospettive, proprio come i musicisti in un duetto.

Suggerimento n. 2: essere più di ciò che stai chiedendo e meno del tuo reclamo. Il principio qui è che incolpare il tuo partner è lo stesso di auto-colpa. Ad esempio, se penso che il mio partner è distaccato, il mio atteggiamento critico crea una maggiore distanza tra noi; se penso che stia assillando, non sto ascoltando; Mi manca la sensibilità quando penso che sia insensibile. Quando vuoi lamentarti con il tuo partner, pensa prima a come puoi essere il 10% più flessibile, equo, amorevole, compassionevole, solidale, intimo, sexy – qualunque cosa tu voglia lamentarti, sii più te stesso. Questo tempererà il tuo comportamento emotivo (rendendoti meno lamentoso, esigente, superiore) che renderà più facile per il tuo partner essere aperto a te in risposta.

Suggerimento n. 3: non preoccuparti dei problemi di "comunicazione". Coppie in conflitto – o in situazioni di stallo – non hanno problemi di comunicazione. Hanno problemi di valore , avendo reso la loro disputa più importante della loro connessione e dell'amore reciproco. A prescindere dagli strumenti di comunicazione che impiegano, stanno davvero dicendo: "Non posso amarti se non sei d'accordo con me o fai quello che voglio". Tentando di "comunicare" senza entrare in contatto con valori più profondi di ciò che è più importante e di sarai peggio che inutile; probabilmente danneggerà la tua relazione.

Suggerimento n. 4: parla meno, connetti di più. I problemi nelle relazioni intime non vengono risolti parlando. Sono risolti connettendosi. Parlare senza il desiderio di connettersi peggiorerà le cose. Il collegamento rende molto più facile parlare e risolvere i problemi. Se pensi a problemi seri che hai superato nelle tue relazioni, ti renderai conto che non li hai superati finché non hai valutato la tua connessione e hai mostrato il desiderio di connetterti. Non è stato quello che hai detto o come lo hai detto che ha portato miglioramenti; è stata la tua motivazione a dirlo, cioè a connettermi con l'adulto più importante della tua vita.

CompassionPower

Solutions Collecting From Web of "Suggerimenti per il matrimonio: rimanere sposati nell'era dell'informazione"