Studiare e coinvolgere: considera un senso di luogo e di pace

I risultati del recente National Survey of Student Engagement (NSSE, pronunciato "Nessie") hanno fatto recentemente notizia in molti luoghi con variazioni sul titolo "Engineering Majors Study More than Business Majors Do." Il messaggio non-così-sottile che arriva attraverso tali affermazioni puntate sono che l'ingegneria è difficile ("beh, siamo arrivati ​​alla luna, no?") e che gli affari sono soft ("recessione recente facilmente spiegabile, eh?"), che gli studenti che selezionano questi rispettivi i maggiori sono (in termini educati) "intelligenti e laboriosi" e "meno guidati e meno studiosi". Stereotipi di nerd ingegnosi e ingegnosi con protezioni tascabili e avari e aspiranti maestri dell'universo che vogliono ricchezza con poco lavoro e ancora meno l'etica aspetta di precipitarsi dalle ali delle menti dei lettori. Sospiro.

E cosa succede ai poveri studenti di psicologia (e tutti gli altri ammassati sotto la voce "scienze sociali") in questo sommario rapido e sporco di dati? Secondo i riassunti di Cliff Notes-ish dell'NSSE, costano discretamente: sebbene siano meno impegnati degli ingegneri, delle scienze fisiche e biologiche, delle arti e delle scienze umane (prendi quei critici di storia, arte e musica-POW !), studiano più degli studenti in economia e istruzione. Oh giorno felice.

Una lettura più attenta rivela un po 'più di complessità. Dati complementari (ahimè, non gratuiti) da altre fonti (in particolare il libro che fa riflettere Academically Adrift – lo leggiamo con un rigido cacciatore di zabaione oi fantasmi dei nostri futures collettivi natalizi che ti terranno svegli di notte) rivela che i maggiori ne fanno meno di molti altre major. (Come ho scritto prima, penso che sia qualcosa di cui preoccuparsi). Ma – e c'è sempre un "ma" – dobbiamo anche prendere in considerazione (come rivela l'NSSE) che le major aziendali sono in qualche modo più anziane rispetto allo studente medio e che spesso lavorano per sostenere le loro famiglie mentre sono a scuola. Almeno una parte di questa parte di "meno impegno" e "meno ore che colpiscono i libri" può essere dovuta ad altri impegni irresistibili (guadagnare denaro per sfamare la famiglia, pagare le bollette). La salsa per l'oca cotta (business) è anche salsa per l'occhiale: le major di educazione tendono anche ad essere un po 'più anziane e allo stesso modo impigliate nella vita reale. . .

Quindi, è necessario approfondire un po 'più a fondo i dettagli quando si disimballano questioni di impegno, tempo sul compito di studiare e così via. In effetti, penso che valga la pena considerare un fattore spesso trascurato: il tipo di college o università frequentato dagli studenti. Oltre a pensare ai comportamenti associati alle principali aree di studio, perché non pensare agli ambienti entro i quali lo studio si verifica (o non lo fa)? Gli Stati Uniti sono piuttosto irti di ogni tipo di istituto educativo, dai luoghi d'elite domestici (immaginate quante felpe di Harvard non sono di proprietà degli alumni – VERITAS , anzi) alle maggiori università di ricerca, alle università di arti liberali, a college e università completi per college di due anni. Alcune istituzioni sono PUI ("principalmente istituzioni universitarie") e altre sono scuole di dottorato che concedono scuole in cui lo studio è l'enfasi e non dimenticano tutte le scuole specializzate che enfatizzano una cosa importante (arte, musica, design, ingegneria e sì , anche affari). La maggior parte di queste scuole sono "tradizionali" (che in newspeak significa "non a scopo di lucro") e alcune più recenti sono "a scopo di lucro". E non ho nemmeno toccato tutte le varianti: l'istruzione superiore americana è in qualche modo più varia (più nutriente?) di una torta di frutta natalizia.

Quindi, tutto quello che sto dicendo qui è che quando cerchiamo di analizzare o parcellizzare che tipo di studenti stanno facendo (o non fanno) quel genere di cose, dobbiamo considerare il senso istituzionale del luogo. (Nota ai genitori dei futuri figli vincitori del college: hai davvero bisogno di pensare al senso del luogo e non solo alla linea di fondo.) Le dimensioni contano. Così fa la missione, la portata e lo scopo. Così fa il prezzo. Alcune scuole si concentrano su popolazioni di pendolari; cioè, non sono residenziali. Le persone vanno e vengono per imparare a tutte le ore del giorno. Altri richiedono che gli studenti risiedano nel campus in modo che facciano parte di una comunità universitaria.

Certo, questo è un hobbyhorse personale che cavalco con orgoglio. Insegno in un college di arti liberali. Le mie lezioni sono piccole, conosco i miei studenti per nome e faccio tutti i miei voti per test e documenti (sigh). Non ho studenti laureati perché i college di arti liberali riguardano prima l'attività dell'insegnamento, seconda la borsa di studio. Secondo lo stesso sondaggio NSSE, gli studenti delle scuole di arti liberali (in media) hanno un carico di lavoro significativamente maggiore e più impegnativo rispetto alle università che hanno programmi di laurea. Questo di solito si traduce in incarichi che richiedono elementi critici, compiti di lettura più lunghi e documenti più lunghi (e senza dubbio più di essi), più ore di studio e così via. In breve, cosa dovrebbe tradursi in maggiori quantità di impegno, che è solo il biglietto, giusto?

Sto sostenendo che le scuole di arti liberali per tutti? Certamente no, anche se ho trascorso 9 anni della mia vita in due importanti università di ricerca e ho amato (quasi, quasi) ogni minuto – non è questo il punto. L'istruzione è determinata in modo multiplo. Troppa enfasi (e so che questo sarà visto come eretico in alcuni ambienti – posso essere bruciato su un palo di agrifoglio) è messo sul maggiore. Studenti, genitori e alcuni di noi nell'istruzione superiore devono riflettere attentamente e forse con passione su altre cose che contano nel plasmare l'educazione di una persona. Penso che un senso del luogo e non solo il ritmo di ciò che viene fatto sia importante da considerare – ammettiamolo non l'unico – ma che viene trascurato, specialmente ora quando le preoccupazioni sul costo di un diploma universitario stanno salendo in alto.

Guardiamo e pensiamo più profondamente, vero?

Solutions Collecting From Web of "Studiare e coinvolgere: considera un senso di luogo e di pace"