Strip Show and Tell

Lo Stato della California ha recentemente emesso un "allarme di pericolo" in seguito a una morte correlata all'occupazione da avvelenamento da cloruro di metilene. Il lavoratore era da solo, usando il solvente cloruro di metilene per rimuovere la vernice all'interno di un serbatoio semichiuso (http://www.cdph.ca.gov/programs/ohb-face/Documents/paintstripper.pdf). Questo è un compito che non dovrebbe mai essere fatto senza una protezione sufficiente, che include l'uso di un "sistema amico" per l'orologio di sicurezza. Anche se è limitato in Europa, questa sostanza chimica è ancora ampiamente utilizzata industrialmente negli Stati Uniti. Il cloruro di metilene è anche un fatto comune in molti prodotti di consumo disponibili per l'uso in casa. Non esiste un sistema di amici per questo.

Il cloruro di metilene è un solvente chimico sorprendentemente comune che si chiama anche diclorometano. È una molecola semplice composta da un atomo di carbonio collegato a due atomi di cloro e due di idrogeno. È il cugino chimico che bacia il cloroformio (noto anche come triclorometano, con un altro atomo di cloro). Il cloroformio è il più noto dal suo utilizzo come farmaco per anestesia precoce, un'applicazione successivamente abbandonata a causa della tossicità. Il cloruro di metilene agisce in modo simile. L'eccessiva inalazione dei suoi fumi volatili può portare rapidamente alla perdita di coscienza e al coma potenzialmente fatale con la respirazione depressa.

Un'altra complicazione di tali depressivi del sistema nervoso centrale contenenti cloro è la loro tendenza a rendere il cuore ipersensibile alla stimolazione "spavento e fuga" dalla risposta adrenalinica nativa. Questo può portare a un'aritmia elettrica mortale, che imita l'effetto di un attacco di cuore acuto. Fermare il cuore e la respirazione non è univoco per questa sostanza chimica: un certo numero di solventi contenenti cloro può agire in questo modo, alcuni dei quali sono anche molto più tossici per il fegato (tetracloruro di carbonio, ad esempio, che è fondamentalmente cloruro di metilene con due atomi di cloro) e molti dei quali sono anche cancerogeni sospetti sulla base di studi su animali. Il cloruro di metilene, tuttavia, ha un attributo speciale che lo distingue. Nel corpo umano, il cloruro di metilene viene degradato per produrre monossido di carbonio. Poiché viene creato in modo efficiente direttamente sul posto, non è mai in aria per rilevare un allarme rilevatore di monossido di carbonio per uso domestico.

Tutto questo può essere molto bello per qualche aspirante Agatha Christie che pianifica la finzione di un corpo trovato in un bagno con la porta chiusa dall'interno (era un attacco di cuore? Un improvviso coma? Avvelenamento da monossido di carbonio?), Eppure la realtà non è un mistero, ma piuttosto una tragedia evitabile. Secondo il Dipartimento della sanità pubblica della California, negli ultimi dieci anni almeno 13 raffinatori di vasca sono morti durante l'utilizzo di cloruro di metilene.

Riferimento: http://www.cdph.ca.gov/programs/hesis/Documents/MethyleneChlorideAlert.pdf)

Forse questo non è sorprendente: in molti modi, un bagno a casa potrebbe non essere troppo diverso dal classico tipo di spazio limitato che si trova tipicamente nell'industria, come il serbatoio semichiuso in cui l'altro operaio notato sopra è morto di recente. I bagni sono spesso piccoli, scarsamente ventilati e inclini a intrappolare fumi e vapori.

Il cloruro di metilene ha proprietà fisiche che promuovono la sua capacità di essere assorbito attraverso la pelle e vaporizzato nell'aria, ma se ciò non bastasse, uno dei modi in cui è commercializzato per uso consumer è come spray aerosol. La National Library of Medicine degli Stati Uniti (National Institutes of Health) identifica più di una ventina di vari prodotti di consumo attualmente disponibili che contengono cloruro di metilene, inclusi svernicianti, prodotti automobilistici e varie marche classificate per uso domestico. Alcuni sono costituiti dall'80% o più del solvente.

Questi prodotti rimangono sul mercato perché non sono mai stati limitati dalla Consumer Product Safety Commission (CPSC) degli Stati Uniti, che qualche tempo fa ha abbandonato il "rule making" per affrontare questo problema, scegliendo invece di pubblicare una "policy statement" sull'argomento. Il loro consiglio principale è: "Usa svernicianti e altri prodotti contenenti cloruro di metilene all'aperto". I responsabili delle politiche CPSC, comprendendo forse che portare la vasca nel cortile posteriore non è sempre fattibile, lascia anche che "Se un prodotto contenente cloruro di metilene deve essere usato all'interno, anche in un garage; apri tutte le finestre e le porte e usa una ventola per espellere l'aria all'esterno durante l'applicazione e l'asciugatura. "Dimentica Agatha Christie, con un'agenzia di controllo efficace come la CPSC, questo è un foraggio per un episodio di" docufiction "TV nel genere dei 1000 modi morire.

Solutions Collecting From Web of "Strip Show and Tell"