Stephen Covey: consigliere di carriera del consulente per la carriera

Le persone spesso mi chiedono di raccomandare il mio libro di carriera preferito. Immagino che si aspettino che io dica il mio libro o forse Che colore è il tuo paracadute. Ma io no. Il mio libro di carriera preferito non è di per sé un libro di carriera, ma ha totalmente cambiato la mia carriera e potrebbe avere lo stesso effetto sul tuo. Sono le 7 abitudini di persone altamente efficaci.

Ho scoperto per la prima volta questo libro e il suo seguito, First Things First, nei primi anni '90. All'epoca dirigevo un centro di carriera in un piccolo college di arti liberali. Ero un consulente abilitato e pienamente esperto negli scritti di luminari psicologici da William James ad Alfred Adler, a Carl Rogers, ad Albert Ellis, a David Burns. Ho applicato i loro insegnamenti al mio career counseling con vari gradi di successo. Ma nessun libro o teoria mi ha ispirato come fece il libro di Stephen Covey. Ricordo di averlo letto in una sola seduta, non riuscivo a metterlo giù.

E mentre lo leggevo, continuavo a pensare: "È così. Questo è ciò che è mancato nel mio career counseling. "Ho riformulato la ricerca di lavoro in termini di 7 abitudini. Ho immediatamente iniziato a ridisegnare le dispense che ho dato agli studenti. Ho cambiato le domande che ho posto. Ho sfidato i miei studenti a definire i loro ruoli e ad integrare con successo il ruolo di "ricerca di lavoro" mentre hanno continuato la loro formazione. Senza rendermene conto, avevo iniziato a spostare il mio stile pratico dal counseling al coaching.

Iniziando con la sua prima abitudine – "Sii proattivo" – ho iniziato a pensare a come incoraggiare i miei studenti a essere più attivi nel loro processo di ricerca di lavoro. Quali programmi potrei iniziare per incoraggiarli a non pensare solo alle loro carriere, ma in realtà fare qualcosa per andare verso di loro?

E Habit 2, "Begin With the End in Mind" sembra così ovvio ora in un contesto di carriera, ma non era così. E, francamente, è ancora una dichiarazione impegnativa per gli studenti delle arti liberali che spesso perseguono le loro major senza un particolare fine in mente. E continuo a pensare che vada tutto bene, ma ora li incoraggio a considerare una varietà di "fini" e a lavorare su molti di loro fino a trovare quello che a loro piace di più.

Habit 3, mettendo "First Things First" è uno degli strumenti di gestione del tempo più preziosi che abbia mai usato. Molti dei miei clienti hanno numerosi interessi, hobby, idee, piani, tutti in competizione per la loro attenzione. Trovo l'illustrazione di Covey delle grandi rocce una delle più utili metafore per la gestione del tempo che abbia mai usato.

Solo queste prime tre abitudini possono favorire cambiamenti di vita per la persona che sceglie di seguirli. Le prossime abitudini "Think Win-Win", "Seek First to Understand, Then to Be Understood" e "Synergize" sono quasi banali ora: fanno parte del nostro lessico comune. Ma non erano tornati negli anni '90. E il consiglio in quei capitoli è più prezioso che mai, in particolare negli insegnamenti emotivamente intelligenti che offrono.

Infine, il suo ultimo capitolo, "Affila la sega", è forse il più prezioso per chiunque voglia assorbire gli insegnamenti di questo libro. Sarebbe facile usare le sue abitudini come scusa per lavorare incessantemente più duramente, anche se più intelligente. Ma l'abitudine 7 ti dice di rallentare. Ti incoraggia a prendere tempo per leggere, meditare e apprezzare la tua vita.

Faccio affidamento su questo libro non solo come guida alla carriera, ma l'ho anche usato nella formazione dello staff, come libro di testo nelle lezioni che ho insegnato e come guida a cui mi riferisco quando sento di essere uscito. traccia.

Ringrazio questo libro con il cambiamento e il miglioramento della mia vita in modo sostanziale. Quando ho strutturato la mia vita in termini di "ruoli" che descrive, ho scelto "Writer" come uno dei miei ruoli, anche se non stavo scrivendo nulla in quel momento. Avevo pensato molto alla scrittura. In realtà non ho proprio scritto. Eppure, ho iniziato a trovare il tempo nella mia settimana per scrivere. Sono andato ai laboratori e ai ritiri dello scrittore e ho iniziato, beh, scrivendo. Chi sapeva che la semplice identificazione con un ruolo di "scrittore" e le istruzioni per fare qualcosa ogni settimana per sviluppare quel ruolo, porterebbe a scrivere articoli, un libro, un blog per Psychology Today e molte altre opportunità. Incoraggio i miei lettori a selezionare anche nuovi "ruoli" per voi che possono portarvi in ​​nuovi posti ed esperienze.

Sono sulle spalle di molti, molti grandi scrittori e pensatori. Sono eternamente grato a tutti loro e mi ritengo molto fortunato di aver incontrato gli insegnamenti del dottor Covey. Grazie, dottor Covey, per l'eredità che lasci e per le molte vite che hai ispirato con i tuoi insegnamenti.

© 2012 Katharine Brooks. Tutti i diritti riservati. Trovami su Facebook e Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Stephen Covey: consigliere di carriera del consulente per la carriera"