Stai preparando o procrastinando?

Rainy Day Bike Ride -PattyChangAnker.com

Niente scuse. Credito: Sam Slaton

Nell'apprendimento di nuove abilità, quelli di noi che lottano con l'ansia spesso prolungano la fase di "ricerca" finché possiamo, prima di fidarsi di noi stessi per eseguirli da soli. Consultare esperti, prendere lezioni, guardare video clip su YouTube, leggerli, parlarne – e sì, preoccuparsene – tutti valgono come preparazione, e essere ben preparati è un ottimo modo per combattere la paura, giusto? Sì, a meno che la preparazione stessa non porti a più scenari "what if" che causano più paura e richiedono più preparazione in un ciclo senza fine. A volte, in realtà facendo ciò che temi puoi insegnarti ciò che devi sapere.

Ad esempio, come un ciclista principiante che in qualche modo ha impulsivamente dichiarato durante il Capodanno che avrei corso il TD Five Boro Bike Tour (un giro di 40 miglia intorno a New York City il 4 maggio) come un modo per affrontare le mie paure di velocità, incidenti, e buche, ho legittimamente molto da imparare. Ho preso lezioni di Bike New York per come acquistare una bicicletta, andare in bicicletta, mantenere una bici. Ho colpito la palestra per sviluppare la forza principale, organizzato un team #SomeNerve per il supporto morale, fatto un giro di allenamento di gruppo per costruire resistenza. Ho scherzato sul fatto che volevo andare con la mia squadra mobile con un medico, un terapista, una massaggiatrice e un meccanico di biciclette. In realtà, non era uno scherzo – come qualcuno che preferirebbe fare affidamento sugli altri quando sono fuori dalla mia zona di comfort, una delle parti più spaventose di andare in bicicletta è dover sedere con i miei pensieri ( sto perdendo il controllo ! Sto andando a schiantarsi! ) E dover parlare di me per il panico costantemente ( bello e facile in frenata, guarda che hai aggirato quei detriti, bel lavoro!) .

Ma più persone ho parlato con più cose di cui mi stavo preoccupando … chi sapeva che la tua ruota poteva rimanere intrappolata in una grata? -che è per questo che, dopo un'altra notte di catastrofismo e terrore, ho portato la bici sulla pista ciclabile da solo e ho guidato. Era 30 gradi fuori e forse avrei dovuto prepararmi meglio perché alla fine del mio giro di un'ora il mio naso, le dita delle mani e dei piedi erano insensibili, ma ero arrossito di felicità e sollievo.

Dopo una recente lezione di Bike New York sono stato invitato a fare un giro veloce a Brooklyn sotto la pioggia (la scena del mio attacco d'ansia su ruote poche settimane prima – vedi "Come mettere i freni su un attacco d'ansia"), e il mio il primo pensiero è stato "E se scivolassi? Non sono pronto a correre sotto la pioggia! "Ma riconoscendo che il tour di 40 miglia sarà pieno di situazioni che non ho mai incontrato (come 31.999 altri cavalieri) ma che avrei potuto prepararmi per la pioggia, ho deciso di andare a prenderlo . Il primo spruzzo di acqua fredda nei miei occhi mi ha fatto ridere, di tutte le cose di cui mi ero preoccupato mentre andavo in bicicletta, non avevo mai pensato di non essere in grado di vedere. Ho spremuto acqua dagli occhi più e più volte, e in qualche modo il resto del ciclismo si è preso cura di se stesso: ho potuto manovrare senza schiantarmi anche sotto la pioggia. Qualcosa che non avrei mai pensato di poter fare.

Nella vita, a volte le circostanze – un cambiamento di lavoro, un divorzio, una morte – ti spingono prima di sentirti pronto ad andare da solo. Altre volte sei tu quello che ha bisogno di scuotere le cose. La preparazione è importante. Ma ricorda, le volte in cui fai più di quanto avresti mai pensato che potresti accadere quando fai un atto di fede in te stesso, in ciò che hai imparato, nella tua capacità di esibirti sotto pressione e nella tua capacità di improvvisare mentre vai. E una volta che sai questo su di te, puoi applicarlo in diverse situazioni e non lo dimenticherai mai. È come andare in bicicletta.

Solutions Collecting From Web of "Stai preparando o procrastinando?"