Spiegare il pensiero delirante

Le delusioni sono fisse e false convinzioni personali che sono resistenti ai cambiamenti alla luce di prove contrastanti. Le delusioni sono il caso estremo di credenze irrazionali. Queste convinzioni sono ossessive e causano disagio emotivo.

La convinzione delirante è qualcosa di molto importante per chi li detiene. Questo è il motivo per cui sono ciechi contro le prove perché non vogliono cambiare le loro convinzioni. Ad esempio, quando siamo appassionati della superiorità del nostro candidato politico preferito, tendiamo ad attenerci alla convinzione, nonostante l'aumento delle contro-prove / argomenti.

Le delusioni esistono su un continuum con credenze irrazionali (Bortolotti, 2010). Persino alcune persone altrimenti razionali sembrano credere cose bizzarre che non sono vere. In una certa misura, siamo tutti sensibili all'essere guardati, discorsi o ingannati da qualcuno. Ad esempio, circa il 10-15% della popolazione generale sperimenta regolarmente pensieri paranoici con sospetto e sfiducia verso gli altri (Freeman, 2008).

Per spiegare qualsiasi illusione, dobbiamo rispondere a due domande (McKay, 2007). La prima domanda è: che cosa ha portato in primo piano l'idea delirante? La seconda domanda è: perché questa idea non viene respinta quando alla persona sono disponibili così tante prove contro la sua verità?

La struttura del processo decisionale a doppio processo può fornire alcuni spunti alla teoria della credenza delirante (Kahneman, 2011). Questa struttura suggerisce due sistemi di pensiero. La maggior parte del nostro pensiero è il pensiero semplice di System 1 (intuitivo) che produce risposte rapide e automatiche ai dilemmi decisionali. Al contrario, System 2 è lento, molto più analitico, impegnativo e consapevole nel suo approccio al compito decisionale.

Il ragionamento delirante può essere descritto da un'eccessiva dipendenza dal pensiero istintivo (rapido e non riflessivo) e da una scarsa fiducia nel pensiero analitico (deliberativo, impegnativo). Le persone con delusioni sono inclini a formulare giudizi affrettati e possono prendere rapidamente decisioni sulla base di poche prove. Salgono alle conclusioni perché bramano una soluzione decisiva per il compito. Ad esempio, una persona può guardare due persone che sussurrano e saltare alla conclusione che stanno complottando contro di lui o lei.

Il sistema 2 nella mente intatta è responsabile per la valutazione e la formazione delle credenze. La valutazione del credo coinvolge il Sistema 2 che inibisce le reazioni riflesse. Idee strane capita a tutti noi, ma impediamo che queste divengano strane convinzioni usando la mente deliberativa (Sistema 2). Ad esempio, una persona può sentire uno scoppiettio quando usa il telefono e presuppone che ci sia semplicemente una cattiva connessione. Tuttavia, un'altra persona potrebbe sentire lo scoppiettio e credere che il loro telefono sia stato intercettato in modo che qualcun altro possa origliare la conversazione.

La tendenza a ricorrere al pensiero di Sistema 1 può derivare da un esaurimento delle risorse cognitive causate dall'angoscia (De Neys, 2006). Quando le risorse cognitive sono esaurite, le persone tendono ad agire sul Sistema 1 (impulso) e perdono la capacità di essere riflessivi. Ad esempio, l'affidarsi a un giudizio affrettato può essere intensificato dall'ansia che rende il sistema 2 più difficile. Diventiamo più vulnerabili alle teorie del complotto quando sentiamo che gli eventi sono complessi o al di fuori del nostro controllo. Vediamo schemi e connessioni causali che non ci sono. E decidiamo rapidamente una singola interpretazione (ad esempio, Grandi eventi come recessione economica e risultati delle elezioni sono controllati da piccoli gruppi di persone) (Miller, et al., 2016).

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) può essere efficace nel trattare le delusioni incoraggiando i pazienti a valutare le proprie convinzioni. Obiettivo è promuovere il ragionamento analitico del Sistema 2 per modificare particolari conclusioni derivate dai processi del Sistema 1 (Galbraith, 2015). L'essenza stessa di questa tecnica terapeutica è chiedere alle persone di valutare le loro idee e considerare se ci possa essere un altro modo di vedere la situazione.

Solutions Collecting From Web of "Spiegare il pensiero delirante"