Space Invaders al dibattito repubblicano

Il dibattito presidenziale repubblicano che si è svolto presso il Venetian Hotel di Las Vegas è stato notevolmente più vivace e divertente rispetto al precedente dibattito in stile "tavolo da cucina" della settimana precedente. Certo, non era un combattimento a premi o il tavolo finale delle World Series of Poker, ma c'era un contatto e molta azione.

L'esperta di comunicazione non verbale e la professoressa Maggie Pazian si uniscono nuovamente a me per rivedere alcuni dei momenti chiave del dibattito. Qui di seguito troverete nella sezione di riferimento i libri con cui ci siamo consultati allo scopo di mostrare c'è una ricerca dietro i nostri commenti e vi offre l'opportunità di leggere oltre su questi argomenti.

Godere!

Thompson: il layout – la scelta di utilizzare i podi confrontati con lo stile "tavolo da cucina" del dibattito precedente – contribuisce a un dibattito più conflittuale tra i candidati?

La ricerca ha dimostrato che, in base alle disposizioni sui posti a sedere, come sedersi l'uno accanto all'altro o sedersi uno di fronte all'altro, si crea un ambiente collaborativo o competitivo.

Da questo punto di vista, la struttura del podio sembra decisamente in grado di creare un'atmosfera più combattiva rispetto al layout del tavolo.

Rick Perry, Mitt Romney, space, touch

Romney & Perry: Space Invaders!

Thompson: display e touch territoriali possono essere segni di potenza percepita. Si crede che le persone ad alto potere si comportino liberamente riguardo al toccare e invadere gli spazi degli altri (Carney, et al., 2005).

In questa foto Romney fa entrambe le cose per cercare di impedire a Perry di interrompere. Perry si impegna in una sua dimostrazione territoriale invadendo anche lo spazio di Romney in risposta a Romney che invade il suo spazio. Il contesto della situazione era in risposta a Perry che accusava Romney di impiegare alieni illegali.

Questa interazione è stata la più vivace della serata e mi ha davvero mostrato un apparentemente livello di animosità tra i due.

Facendo riferimento all'immagine, vediamo Romney che cerca di controllare la situazione invadendo entrambi lo spazio di Perry, mentre lo tocca anche lui.

Rick Perry angry.

Perry non è felice.

Pazian: Il momento saliente del dibattito di stasera è stato di gran lunga lo scambio acceso tra Perry e Romney. L'animosità tra i due candidati non era solo apparente nei loro scambi verbali, ma anche nelle loro espressioni facciali e nel linguaggio del corpo in generale. Perry nella foto sopra ha fatto trapelare una sottile espressione di rabbia in risposta a Romney sul tema dell'immigrazione.

Le espressioni sottili a differenza delle microespressioni sono espressioni di bassa intensità che possono avere una durata breve o più lunga. Espressioni sottili possono anche fuoriuscire senza che la persona che mostra l'emozione ne sia consapevole (Ekman, 2003). Perry mostra un sottile irrigidimento delle labbra e una spinta in avanti della mascella che, in combinazione, sono segnali davvero affidabili che qualcuno è arrabbiato. Romney d'altra parte sta ancora sorridendo!

Thompson: Vediamo qui in questa foto, subito dopo l'immagine sopra, Perry è chiaramente non felice e ci offre una grande manifestazione di rabbia e più di disgusto. Noti le pieghe della pelle intorno al naso che mostrano disgusto. Perry non nasconde le sue emozioni tanto quanto gli altri candidati e credo che ciò sia dannoso per lui.

micro expression and leakage by Herman Cain

A Cain non piacque il commento di Santorum

Thompson: La perdita e la microespressione di cui sopra [come precedentemente discusso in merito al Governatore Christie ], o brevi espressioni facciali non intese come comunicative che durano meno di 1/2 secondo, sono mostrate qui da Herman Cain mentre ascolta Rick Santorum criticare il suo Piano 9-9-9.

È importante notare ciò che le persone fanno quando ascoltano in quanto offre una grande opportunità per offrirci una visione del loro stato emotivo. Questa immagine qui sopra è realmente accaduta ed è successo meno di un secondo. Hai visto accadere dal vivo?

Cain ha chiaramente trapelato il suo dispiacere e disgusto per i commenti pronunciati. Ti è mancato? Non preoccuparti, con la pratica anche tu puoi prendere queste micro espressioni in "tempo reale".

Di 'Cheese! (sociale sorridente)

Pazian: La felicità è una delle sette emozioni di base e, come emozione di base, ha anche un'espressione facciale universale, solitamente chiamata "il sorriso di Duchenne". Tuttavia, proprio come possiamo esprimere l'emozione involontariamente innescata da esperienze che inducono emozioni, siamo ugualmente in grado di posare volontariamente espressioni sul nostro viso e il sorriso sembra essere il più facile da fingere!

Il sorriso sociale chiamato anche il sorriso falso o botox viene utilizzato per diversi motivi. A volte è per trasmettere cortesia, altre volte è per mascherare un'espressione emotiva più decostruttiva. Entrambi erano evidenti nel dibattito di stasera e tra tutti i candidati! Come possiamo dire quando un sorriso è solo un sorriso sociale?

L'abbandono è quasi sempre la mancanza di coinvolgimento dei muscoli intorno agli occhi e ognuno dei candidati ha avuto la sua giusta dose di sorrisi falsi questa sera durante il dibattito. Romney ha vinto il concorso per il sorriso finto, lasciandolo quasi permanentemente incollato sul viso. Alcuni degli altri candidati riuscirono anche a sorridere durante attacchi personali come Santorum durante il suo scambio con Romney su TARP o Bachman ascoltando l'argomentazione di Perry sul perché costruire una recinzione sul nostro confine non fosse la risposta.

Thompson: Abbiamo tutti fatto il "sorriso sociale" e questo dimostra che i candidati hanno la possibilità di praticarlo … spesso.

Gingrich punta e non punta.

Thompson: In realtà pensavo che forse Newt Gingrich o il suo staff leggessero l'ultimo riepilogo del dibattito [qui] (beh, non proprio), menzionando quanto spesso indicasse come penso che abbia effettivamente usato l'alternativa per puntare stasera. Poi, naturalmente, "Newt's Angry Finger" è tornato più tardi la sera.

Guarda le due foto qui sopra. Quali emozioni evoca in te? Tenete a mente, non sto dicendo che il puntamento non dovrebbe mai essere usato, ma decisamente con parsimonia.

L'uso efficace di Bachmann per le espressioni facciali e gestuali.

T hompson: Penso che questa immagine di Bachmann che parla alle madri che guardano sia una grande miscela di empatia e compassione che viene mostrata sul suo viso e che si complimenta anche con un forte gesto di mano batonica (nota non puntata). I gesti batonici aggiungono enfasi a ciò che viene detto (un po 'come grassetto, corsivo o punto esclamativo nel testo) e in questo caso sembra emettere sinceramente preoccupazione con forza.

Pazian: Michelle Bachmann nel suo momento più appassionato della serata ha parlato direttamente con la macchina da presa a tutte le madri in America per mantenere e dare loro la speranza che lei, in qualità di Presidente, cambierà l'economia in modo da non perdere il "nido" per così dire.

Notare l'espressione che accompagna le sue parole. Bachman sta comunicando un messaggio specifico con questa espressione facciale. Evolutivamente parlando l'espressione universale della tristezza è una chiamata silenziosa di aiuto o assistenza.

Questa espressione tempestiva rende il suo messaggio molto più potente in quanto comunica empatia e suscita una sensazione di connettività tra lei e la mamma là fuori che si trovano ad affrontare il dolore e la perdita che si sperimentano con la perdita delle loro case.

Riferimenti

Carney, DR, et al. (2005). Rivista di comportamento non verbale. 29 (2). 105-123.

Ekman, P., & Friesen, WV (2003). Smascherare il viso . Cambridge, MA: Malor Books.

Knapp, ML, & Hall, JA (2010). Comunicazione non verbale nell'interazione umana (7 ° Ed.) . Boston, MA: Wadsworth.

Remland, MS (2009). Comunicazione non verbale nella vita di tutti i giorni (3 ° ed.) . Boston, MA: Allyn & Bacon.

Solutions Collecting From Web of "Space Invaders al dibattito repubblicano"