Sostieni i bambini che hanno perso un amato nella sparatoria di massa di Las Vegas

Aspiring Families Press
Fonte: Aspiring Families Press

Le nostre più sentite condoglianze vanno ai familiari che hanno perso una persona cara nell'orribile sparatoria di massa di Las Vegas. Come nazione, dobbiamo venire insieme per sostenere le famiglie e le comunità colpite. È anche fondamentale non dimenticare i membri più giovani e vulnerabili della nostra comunità, i nostri figli.

Centinaia di bambini saranno colpiti da questa sparatoria di massa. I bambini hanno improvvisamente perso un genitore, una zia, uno zio, un insegnante, una baby-sitter, un'amica, una persona amata … e dovremo spiegare il trauma di ciò che è appena accaduto e aiutarli a far fronte.

Sebbene nessuna parola possa veramente catturare e spiegare l'orrore della sparatoria di massa, ecco alcuni suggerimenti per affrontare questo argomento difficile:

  • Genitori, insegnanti, consulenti e altri tutori possono parlare ai bambini di quello che è successo in modi semplici e rassicuranti.
  • Possiamo spiegare l'incidente traumatico ai bambini in fatti semplici e non grafici. I bambini sanno cosa è successo. Mantenerlo un "segreto" o inventare una storia su di esso può solo aggiungere confusione e sfiducia.
  • I bambini potrebbero temere di parlarne perché è un "argomento segreto o proibito". Per creare dialoghi sani, possiamo invitare i bambini a chiedere agli adulti tutte le domande che potrebbero avere su ciò che è accaduto o su se stessi e sui loro cari.
  • I bambini spesso si preoccupano, "mi succederà? Può accadere nella nostra scuola o nel nostro quartiere? "Possiamo rassicurare e confortare i bambini dicendo loro che questo evento spaventoso non è un fatto quotidiano e che i bambini sono al sicuro.
  • Possiamo usare parole semplici e frasi semplici che evitano l'odio, il razzismo e la paura. I bambini piccoli afferrano meglio i problemi quando vengono spiegati in modi emotivamente neutri, brevi e chiari.
  • Possiamo dire ai bambini che questo è un evento molto triste che non avrebbe mai dovuto accadere.
  • Possiamo rinforzare e dire ai bambini che gli adulti stanno lavorando duramente per tenere tutti i bambini al sicuro – a casa, a scuola, nel parco giochi e nella comunità.
  • Possiamo spegnere i nostri televisori mentre i bambini sono nella stanza e assicurarci che le conversazioni degli adulti avvengano solo con adulti nella stanza.
  • Possiamo incoraggiare i bambini a disegnare immagini, scrivere una lettera o persino dare un giocattolo alle famiglie colpite. Restituire è molto salutare, anche per i bambini.
  • Possiamo aiutare i bambini a piangere e ad affliggere ea elaborare i loro pensieri e sentimenti tramite libri su smarrimento, marionette, disegni e storie.
  • Il mio nuovo libro, dove è finito il mio amico? Aiutare i bambini ad affrontare una morte traumatica può essere un eccellente primo passo nel percorso di guarigione. Dove è andato il mio amico? è un libro illustrato per bambini coping terapeutico da leggere da un adulto a un bambino (3-8 anni), che ha perso qualcuno per un incidente improvviso o traumatico.
  • Possiamo scrivere lettere, disegnare immagini e inviare giocattoli a bambini sopravvissuti a un incidente traumatico. Restituire agli altri può essere molto salutare per i bambini.

I bambini che possono aver avuto la sfortuna di perdere una persona cara a una morte traumatica potrebbero sviluppare ansia, PTSD, depressione o altri sintomi comportamentali. Fornire un quadro positivo, semplice e rassicurante per spiegare ed elaborare la morte traumatica sposta il contenuto da terrificante e travolgente a comprensibile e gestibile. Anche se non possiamo impedire ai bambini di testimoniare o di aver sentito parlare di terribili morti, come la violenza armata, il suicidio, gli attacchi terroristici e persino gli incidenti automobilistici, possiamo fornire loro parole e strumenti che favoriscano il coping, la resilienza e l'adattamento.

Dato che viviamo in un mondo sempre più violento, è essenziale che genitori, educatori e altri caregivers adulti non dimentichino le vittime silenziose, gli innocenti spettatori, i bambini che guardano, ascoltano e sentono dai margini. Soprattutto, se i bambini vivono nella paura e temono che possa accadere di nuovo, in qualsiasi momento, a loro e ai loro cari, dobbiamo continuare a inviare il potente messaggio rassicurante di speranza e sicurezza ai bambini, e consegnare le azioni che manterrà i nostri figli e le nostre famiglie al sicuro.

Genitori, insegnanti, pediatri, medici ER, consulenti e assistenti sociali nelle scuole, nei rifugi, nelle cliniche comunitarie e negli ospedali, che sono i primi a osservare i sintomi socio-emotivi e fisici nei bambini, devono essere proattivi nel chiedere ai bambini la loro esposizione alla violenza delle armi. I professionisti della salute mentale devono iniziare a sviluppare e fornire programmi di intervento e di prevenzione nelle scuole, nelle cliniche e nei centri di accoglienza per il vasto numero di bambini e adolescenti esposti alla violenza delle armi letali.

Materia per i bambini: ci vuole un villaggio per aiutare i bambini a prosperare.

Solutions Collecting From Web of "Sostieni i bambini che hanno perso un amato nella sparatoria di massa di Las Vegas"