Sopravvivere alla madre narcisistica

https://pixabay.com/en/girl-child-mirror-childhood-happy-1317084/
Fonte: https://pixabay.com/en/girl-child-mirror-childhood-happy-1317084/

Durante la lettura delle parole più popolari di quest'anno, ho notato che la parola narcisismo è apparso in cima alla lista. Perché questa parola potrebbe essere considerata popolare potrebbe probabilmente essere oggetto di un altro blog. Il dizionario definisce il narcisismo come "interesse eccessivo o erotico in se stessi e nell'aspetto fisico". Alcuni sinonimi sono auto-amore, auto-assorbimento, auto-ammirazione e auto-ossessione.

Elizabeth Lesser, fondatrice dell'Omega Institute e uno dei miei scrittori preferiti, nel suo libro The Seeker's Guide ( 1999) afferma che esiste una linea sottile tra narcisismo e "seguire la tua beatitudine" nel senso che la scoperta di sé può portare a se stesso -indulgenza e un fascino eccessivo per il sé. È interessante notare che dice che i narcisisti pensano che solo perché sono su un percorso di auto-esame, tutti gli altri dovrebbero esserlo.

Penso che una persona possa essere sulla strada della scoperta di sé e non essere un narcisista, ma piuttosto essere semplicemente qualcuno che sta cercando di raggiungere il proprio pieno potenziale. Non tutti su un sentiero spirituale lo faranno a costo di ferire gli altri; possono semplicemente voler essere il meglio che possono essere. Tuttavia, è vero che a volte i guaritori, gli insegnanti, il clero e i terapeuti possono lasciarsi avvolgere dal narcisismo perché diventano anche sostenitori dell'individuo e si lasciano avvolgere dalle vite dei loro clienti.

Per anni, quando parlavo di mia madre, mi riferivo a lei come narcisista. Era il mio modo di dire che era auto-coinvolta e che i suoi bisogni venivano sempre al primo posto. Quando i miei figli erano più giovani, ero spesso riluttante a lasciare che fosse la sua babysitter per loro perché temevo che se il suo cane ei miei figli fossero scappati in una strada trafficata, probabilmente avrebbe salvato il suo cane prima dei miei figli. Questa era la mia percezione del suo narcisismo.

Alla fine ho smesso di chiamarla narcisista perché sono diventato meno a mio agio con le etichette per le sfide mentali e ora mi sento più a mio agio nel descrivere semplicemente le caratteristiche specifiche. Una qualità comune tra i narcisisti è che spesso si presentano arroganti. Simili a mia madre, tendono anche ad avere una mancanza di empatia per gli altri. Sembrano avere un'alta autostima, ma il mio senso è che nel profondo sono insicuri.

Peg Streep, un blogger di psicologia oggi molto popolare e di successo, ha scritto un interessante articolo sull'argomento, intitolato "Figlie di unloving mothers: 7 Common Wounds", e ha anche scritto il libro avvincente Mean Mothers. Anche se dice che la storia di ogni donna è diversa, le donne che hanno madri non amorose spesso trovano l'altra e le loro storie le uniscono. Dice che ci sono delle ramificazioni per le ragazze che diventano grandi figlie di madri non amorose; tuttavia, molto dipende dal fatto che queste ragazze abbiano altre donne da amare al posto delle loro mamme. Fortunatamente, mia nonna amorevole viveva con noi ed era mia custode, ma è inevitabile che cercassi ancora l'amore e l'affetto di mia madre. Non importa quale forma ci sia, ho sempre cercato di impressionarla, inutilmente. Mia madre ridicolizzava e spesso mi metteva in imbarazzo in pubblico. Per i miei amici, sembrava essere una "figa madre" perché vestiva in stile alla moda e andava a cavallo due volte a settimana, ma a porte chiuse era un'altra persona – spesso approfittando delle mie debolezze – che ha portato a un grande affare di abusi verbali e problemi di elusione.

Streep dice che i primi allegati formano i nostri modelli interni e sono completamente d'accordo con lei. Ho imparato a non fidarmi delle donne, o almeno, a fidarmi di loro meno di quanto facciano gli uomini. Sono sempre stato in grado di fidarmi di mio padre, dato che lui era sempre lì per me e, a differenza di mia madre, era molto prevedibile e affidabile.

Streep riassume sinteticamente alcune delle caratteristiche delle figlie cresciute dalle madri narcisiste: mancanza di fiducia in se stessi, mancanza di fiducia negli altri, difficoltà nel fissare i confini, difficoltà a vedersi con precisione, inclinazione all'evitamento, eccessiva sensibilità e la classica situazione di duplicazione del legame materno nelle relazioni degli adulti.

Qualcuno di voi lettori si unirà a me in questa categoria? Mi farebbe piacere avere tue notizie!

Riferimenti

Lesser, E. (1999). The Seeker's Guide. New York, NY: Villard.

Streep, P. (2009). Mean Mothers. New York, NY: Willia

Solutions Collecting From Web of "Sopravvivere alla madre narcisistica"