Sono un sorelle e mi merito di essere!

istockphoto
Fonte: istockphoto

– Non ho dormito bene da settimane.

– Mia figlia ha fatto la pipì nel mio letto ieri.

– Non ho tempo per me stesso.

– Il mio corpo è così a disagio, e mi sento come una mucca!

Ieri mi sono svegliato un Sourpuss totale. Sei del mattino Sveglio con il mio figlio di cinque settimane, che presto sarà raggiunto da mia figlia di due anni. Tutto ciò a cui riuscivo a pensare era quanto mi sentivo completamente esausto. Come molti genitori ai bambini piccoli, non ero sicuro di poter superare la giornata senza cadere a pezzi.

Poco dopo aver bevuto una tazza di caffè tanto necessaria, mi sono fermato . Chiaramente, i miei pensieri stavano giustificando la mia irritabilità. Eppure, il mio pensiero non era particolarmente imperfetto. È vero che non ho dormito più di poche ore alla volta da quando è nato mio figlio. Che la mia figlia addestrata al vasino pisciasse mentre era seduta accanto a me nel mio letto. Che non ho quasi nessun tempo da solo, e che il mio corpo sta lottando dopo un inaspettato cesareo e fiaschi allattamento al seno. I miei pensieri erano fondamentalmente veri. Quindi qual'è il problema?

Poi mi sono reso conto: quando accadono eventi spiacevoli nella vita, siamo più inclini a sentirci scontrosi e prolungare la nostra stessa infelicità. Perché quando accade qualcosa che è decisamente indesiderabile (come lo sputo che mi scorre lungo il lato del braccio ogni poche ore), ci sentiamo giustificati nella nostra irritabilità. In realtà abbiamo spiegazioni ragionevoli che supportano i nostri sentimenti. Possiamo facilmente spiegare perché siamo scontrosi, che hanno il diritto di essere scontrosi e che hanno il diritto di rimanere scontrosi per tutto il tempo che vorremmo! E, in questo modo, iniziamo a usare descrizioni oneste sulle nostre vite per giustificare emozioni, comportamenti ed esperienze negative .

Tuttavia, qui sta un problema per la nostra realizzazione della vita. Il mondo è pieno di difficoltà e sfide. A volte abbiamo buone ragioni per essere sconvolti o addirittura addirittura infelici. Ma dove ti lascia? Ora cosa? Ok, hai il diritto di essere un sourpuss perché sei in una situazione difficile. Quindi ora sei infelice. Come sta funzionando per te? In che modo influisce sul tuo comportamento? Salute? Relazioni?

Quando ho realizzato quello che stavo facendo, concentrandomi sul proverbiale vomito e non sul privilegio di avere due figli, ho dovuto assumermi la responsabilità del mio stato aspro. Ho dovuto smettere di giustificare il mio cattivo umore descrivendo le sfide della vita attuale. Ho dovuto passare dal pensare al motivo per cui meritavo di essere scontroso nell'apprezzare il fatto che sono assolutamente grato di essere una madre per due figli. Una volta che l'ho fatto, il mio umore è cambiato. Non posso dire di aver avuto il miglior giorno della mia vita o di essere diventato l'immagine dell'entusiasmo (le borse nere sotto i miei occhi mi hanno dato via). Ma ho avuto una giornata molto migliore di quella che avrei avuto se non avessi cambiato la mia prospettiva.

La Nuda Verità è questa: ci sono momenti nella vita che sono difficili. E giorni in cui svegliamo un sourpuss. Non sto suggerendo che dovremmo essere euforici il 100% delle volte. In realtà, sarebbe anche una bugia. Perché essere onesti richiede che tu ammetta le realtà che sono spiacevoli e causano disagio. A volte il dolore è una reazione onesta alla verità! Ma, spesso, usiamo circostanze difficili della vita reale per giustificare stati emotivi spiacevoli. Ciò ti lascerà infelice e non soddisfatto. Tuttavia, possiamo scegliere di cambiare la nostra prospettiva per concentrarci sul positivo. Alla fine della giornata, è una scelta e la tua scelta influenzerà la tua vita e la tua felicità.

Copyright Cortney S. Warren, Ph.D.
www.ChooseHonesty.com
CortneyWarren@ChooseHonesty.com

Solutions Collecting From Web of "Sono un sorelle e mi merito di essere!"