Sogni corti o lunghi: ci sono differenze nei contenuti?

Mi sono interrogato su questa domanda da molto tempo ormai. I sogni più brevi sono diversi in qualsiasi modo fondamentale dai sogni più lunghi? Alcune persone ricordano naturalmente solo brevi frammenti e immagini di sogni, mentre altre persone possono ricordare scenari di sogno estremamente elaborati e dettagliati. La maggior parte dei ricercatori preferisce analizzare i report nella "zona Goldilocks", non troppo breve o troppo lunga, proprio nel mezzo. Questa è una scelta metodologica ragionevole, ma lascia ancora senza risposta la domanda che stavo meditando.

Per continuare a sviluppare gli strumenti di ricerca delle parole del database Sleep and Dream (SDDb), ho davvero bisogno di fare chiarezza su questo punto. Le frequenze dell'uso delle parole identificate dagli strumenti SDDb variano molto a seconda che i sogni abbiano un numero minore o maggiore di parole totali. È un problema o no?

Ho anche una ragione personale per voler esplorare la domanda. All'inizio del 2015 ho iniziato un nuovo approccio alla pratica del mio sogno giornalistico, che ha portato ad almeno un sogno ricordato ogni notte per più di due anni. Questo è circa il doppio del mio tasso di richiamo per i precedenti diversi anni. I sogni del 2015 erano anche più brevi in ​​media (74 parole) rispetto ai sogni degli anni precedenti (tutti in media 100+ parole). Questo mi ha fatto riflettere sui possibili cambiamenti nei modelli di contenuto dei miei sogni prima e dopo il 2015.

Con tutto questo in mente, ho iniziato a tabulare la distribuzione dei miei sogni per un periodo di cinque anni (2012-2016), separandoli in quattro categorie di lunghezza della parola (meno di 50 parole, 50-99 parole, 100 -149 parole e 150 parole o più). Ecco i totali per ogni anno nelle quattro categorie, dal più breve al più lungo:

2012: 41, 67, 50, 43 (201 in totale)

2013: 68, 83, 51, 50 (252 totali)

2014: 51, 54, 40, 41 (186 in totale)

2015: 145, 120, 56, 31 (352 totali)

2016: 91, 134, 64, 77 (366 totali)

Come già sapevo, il richiamo aumentato nel 2015 si è verificato alla fine più corta dello spettro di lunghezza delle parole. Il mio nuovo approccio al richiamo sembrava produrre molti sogni brevi che potrei non aver ricordato o registrato negli anni precedenti. Poi i sogni del 2016 sono tornati di nuovo, con una distribuzione più uniforme delle lunghezze delle parole, più vicino agli anni precedenti ma con numeri totali più alti.

Dividere i sogni in questi sottoinsiemi consente di affrontare la domanda principale: quali sono le differenze di contenuto tra i sogni di diversa lunghezza?

Per ognuno dei 20 sottoinsiemi di sogni ho utilizzato il modello di ricerca parola SDDb 2.0 per determinare le frequenze per 40 categorie di utilizzo delle parole, organizzate in 8 classi (Percezioni, Emozioni, Caratteri, Cognizioni, Interazioni sociali, Movimento, Cultura ed Elementi) .

I risultati di questa analisi suggeriscono che i sogni più brevi non sono drammaticamente diversi dai sogni più lunghi in termini di proporzioni relative del loro uso delle parole. Le percentuali crude dell'uso delle parole aumentano da sogni più brevi a più lunghi, ovviamente, ma generalmente le proporzioni relative non lo fanno.

Considera il seguente estratto dall'analisi, che mostra i quattro sottoinsiemi di sogni del 2013, ei risultati della ricerca di questi rapporti per i riferimenti alle parole "Perception", dai rapporti più brevi a quelli più lunghi. I numeri sono percentuali dei sogni che hanno almeno un riferimento alle parole della categoria.

Visione: 24, 54, 69, 76

Audizione: 1, 6, 18, 22

Tocca: 1, 6, 16, 26

Odore / Gusto: 1, 2, 0, 6

Colore: 21, 42, 31, 56

I sogni più lunghi hanno più riferimenti al "tocco" rispetto ai sogni più brevi, ma i sogni più lunghi hanno anche molti più riferimenti a "visione" e "colore" piuttosto che a "tocco", che è lo stesso modello trovato nei sogni più brevi. È questo tipo di schema – le proporzioni relative tra le varie categorie di parole – che rimane coerente indipendentemente dalla lunghezza dei sogni.

Questa scoperta suggerisce che le proporzioni tra le categorie di parole non cambiano, per la maggior parte, in modo significativo tra le lunghezze delle parole. Queste proporzioni si possono trovare in sogni brevi, medi e lunghi. Anche i sogni molto brevi preservano l'architettura di base del tipico contenuto dei sogni.

Ho bisogno di fare un'analisi matematica più precisa di questi modelli, per illuminare variazioni più sottili che possono alterare le mie conclusioni. Ma sono rassicurato da questi primi risultati che indicano che i sogni più brevi sono altrettanto legittimi dei sogni più lunghi per la ricerca e la teorizzazione basata sui dati.

Questa è la grande immagine. All'interno di questo ritratto di ampia coerenza, ci sono alcuni casi in cui i sogni più lunghi hanno una frequenza insolitamente elevata di una particolare categoria di parole. I più importanti sono Paura, Discorso, Camminata / Corsa e Trasporto. Queste sono le categorie di parole che sembrano essere sovrarappresentate nei sogni più lunghi. Contribuiscono in modo significativo a ciò che rende i sogni lunghi così lunghi.

Ecco un esempio dei sogni del 2016 per illustrare cosa intendo usando la classe delle emozioni. I numeri sono percentuali dei sogni che hanno almeno un riferimento alle parole della categoria, dai rapporti più brevi a quelli più lunghi. Notare il drammatico aumento delle parole di paura attraverso i quattro sottoinsiemi.

Paura: 3, 11, 36, 55

Rabbia: 2, 4, 9, 17

Tristezza: 4, 2, 8, 5

Meraviglia / confusione: 23, 40, 63, 75

Felicità: 11, 22, 20, 26

I sogni più brevi non hanno quasi alcun riferimento alla paura, mentre più della metà dei sogni più lunghi hanno un riferimento alla paura.

Ciò che penso questo significa che quando un sogno introduce un riferimento alla paura, aumenta la mia consapevolezza di ciò che accade nello spazio dei sogni. Stimola un'espansione di ciò che noto e trova significativo, e dopo il risveglio ciò richiede un rapporto più lungo da descrivere adeguatamente.

Che dire dell'aumento inusuale dei riferimenti vocali nei sogni più lunghi? Forse un sogno in cui le persone iniziano a parlare tra loro è più probabile che approfondisca l'interazione ed estenda l'esperienza complessiva.

Lo stesso con i maggiori riferimenti a Walking / Running and Transportation: un sogno in cui le persone si spostano da un luogo all'altro probabilmente includerà ulteriori dettagli su ciò che accade prima, durante e dopo il movimento.

Quindi ecco una conclusione più raffinata: i sogni più brevi sono per lo più simili ai sogni più lunghi nei loro modelli di contenuto di base, tranne che i sogni più lunghi tendono ad essere più spaventosi, più mobili e più conversazionali.

Guardando in modo specifico ai sogni del 2015, ho trovato che le frequenze di utilizzo delle parole erano per lo più inferiori rispetto agli anni precedenti, ma in generale sono rimaste le stesse in termini di proporzioni relative l'una rispetto all'altra. Anche se i sogni del 2015 erano molto più brevi dei sogni degli anni precedenti, condividevano con gli altri sogni un profilo coerente di frequenze relative in tutte le categorie di parole. Quindi il mio maggior richiamo quell'anno non ha alterato significativamente i modelli di contenuto dei sogni.

Infine, ho pensato che sarebbe stato divertente provare una "analisi cieca" dei miei sogni. Ora che ho identificato questo profilo straordinariamente stabile del mio contenuto dei sogni in cinque anni, compresi sia i sogni brevi che i sogni lunghi, che cosa rivelano i modelli della mia vita?

Se fingo che questi sogni provengano da uno sconosciuto di cui non ho conoscenza biografica, prevedo che nella vita di veglia questa persona:

È maschio

È orientato visivamente

Spesso sperimenta meraviglia / confusione

È sessualmente attivo

Si prende cura di sua moglie

Si preoccupa dei gatti

Ha pari relazioni con uomini e donne

Mi piace correre

Non è preoccupato per la morte

Ha molte interazioni con auto e strade

Piace il basket

Piace musica e film

Ha molte interazioni con l'acqua e la terra

Tutte queste inferenze sono fondate sui risultati statistici delle ricerche di parole e dovrei affermare ognuna di esse come accurate. In effetti, questo è un riassunto straordinariamente conciso delle mie preoccupazioni, interessi e attività nella vita di veglia.

Soprattutto per il tema di questo saggio, i modelli di contenuto che mi hanno aiutato a generare queste inferenze sono osservabili nei sogni più brevi. Avrei fatto la maggior parte di queste stesse previsioni accurate se solo avessi guardato i sogni di meno di 50 parole.

Ciò significa che la risposta alla domanda iniziale è no, non esiste una differenza significativa nei modelli di contenuto tra i sogni brevi e quelli lunghi. Forse i sogni dovrebbero essere concepiti come aventi una specie di qualità frattale: anche su piccola scala riflettono le stesse strutture di base che modellano le cose su una scala più ampia.

Concluderò notando le tre discontinuità più sorprendenti tra le frequenze di utilizzo delle parole nei miei sogni e le preoccupazioni, gli interessi e le attività della mia vita da sveglio. Questi sono casi in cui le mie previsioni di analisi cieca sarebbero state sbagliate.

Innanzitutto, ho pochissimi riferimenti nei miei sogni a "Esseri fantastici", che potrebbero portare a dedurre che non mi piacciono i generi culturali della fantascienza o della fantasia. Questo non è vero; Ho sempre amato libri, film e spettacoli televisivi nel regno della fantascienza e della fantasia. Forse ciò che mi piace di queste storie non sono gli strani personaggi (vampiri, zombi, alieni, robot, ecc.) Ma piuttosto lo spirito di novità imprevedibili e di avventure fantasiose. Mettendolo in questi termini, la mia alta frequenza di parole "Wonder / Confusion" potrebbe essere un segno migliore dei miei interessi culturali in questa direzione.

In secondo luogo, ho solo riferimenti moderati a "Reading / Writing", che potrebbero suggerire che non mi occupo molto di queste attività. Questo non è vero; Sono un lettore vorace e uno scrittore prolifico, e lo sono stato per diversi decenni. Ciò che mi colpisce come discontinuo è che i miei sogni non hanno molti più riferimenti alla lettura e alla scrittura, data la loro importanza centrale nella mia vita da sveglia. La nozione di Ernest Hartmann che noi di solito non sogniamo delle tre R potrebbe essere un fattore qui.

E terzo, ho pochissimi riferimenti a "Religione", che indurrebbe l'inferenza che ho poca o nessuna preoccupazione per la religione. Ad un livello questo è decisamente falso; Ho un dottorato negli studi religiosi e leggo e scrivo di religione molto spesso. Non si potrebbe mai sapere questo sulla mia vita da sveglia basata solo sui modelli dei miei sogni. Eppure, ad un altro livello questa deduzione è sicuramente vera; Non sono cresciuto in una famiglia religiosa, non mi identifico personalmente con alcuna tradizione religiosa ufficiale e raramente frequento i servizi di culto religioso. Forse tutto questo ha senso in quanto la religione è una categoria intellettuale importante per me, ma non è una preoccupazione personale. È più probabile che i miei interessi spirituali si esprimano nei sogni con riferimenti ad altre categorie di parole come acqua, arte, sessualità, animali e volare.

Questo è quanto ho ottenuto. Il prossimo passo sarà provare questo stesso processo di analisi con altri insiemi e serie di sogni.

Solutions Collecting From Web of "Sogni corti o lunghi: ci sono differenze nei contenuti?"