Smetti di fare risoluzioni che ti lasciano deluso

Sei modi per essere un genitore fermo ma amorevole verso te stesso

Linda Schneiderman

Fonte: Linda Schneiderman

Un mio cliente ambizioso e esagerato si rimprovera spesso quando non raggiunge tutti i suoi obiettivi per la settimana, anche quando incontra battute d’arresto al di fuori del suo controllo. Anche se la consiglio di essere gentile con se stessa, si preoccupa che il taglio di se stesso sia solo una scusa per non fare abbastanza.

È una preoccupazione comprensibile, specialmente nel nuovo anno, quando le persone sentono una chiamata a fare cambiamenti significativi nelle aree della loro vita in cui si sentono insoddisfatte, forse la loro dieta, lavoro, relazioni o situazione di vita. Eppure, mentre alcuni credono che l’auto-flagellazione mentale li spronerà ad agire, di solito li lascerà sentire zapping della preziosa energia necessaria per andare avanti.

Ecco perché ogni aspirazione del nuovo anno dovrebbe anche accompagnare una risoluzione per essere più gentili con noi stessi, specialmente quando i progressi non avvengono nel nostro calendario. La domanda, ovviamente, è come disciplinare noi stessi senza diventare i nostri peggiori nemici? E come possiamo essere gentili con noi stessi senza cadere nel compiacimento?

La chiave, credo, è diventare un genitore fermo ma amorevole … per te stesso. Ognuno di noi ha una voce dentro la nostra testa che motiva, disciplina e ci premia per il buon comportamento. La fonte di questa voce può spesso essere fatta risalire ai nostri genitori o ai genitori, sia perché abbiamo interiorizzato i loro standard di prestazione, sia perché ci siamo ribellati.

Immagina di poter registrare quella voce e riprodurla da sola. Ti sembrerebbe un genitore fermo ma amorevole o una madre tigre? Se quest’ultimo, qui ci sono alcune buone pratiche genitoriali universalmente riconosciute, puoi provare ad applicarti a te stesso. Trattandoti nel modo in cui desideri che tu sia stato trattato dai tuoi genitori (o aspiri a trattare i tuoi figli) puoi trovare un equilibrio tra disciplina e compassione.

1) Riconoscere piccoli traguardi: un genitore deciso e amorevole riconosce le piccole vittorie. Quindi concediti delle stelle dorate per i piccoli passi che fai per raggiungere i tuoi obiettivi più grandi.

2) Sii incoraggiante: un genitore buono offre conforto e incoraggiamento a far avanzare i figli, anche di fronte agli ostacoli. Quindi, quando il gioco si fa duro, ascolta musica stimolante, trova un’affermazione positiva o chiama un amico che tifa sempre per te.

3) Considera te stesso con l’Amore Incondizionato : un buon genitore vede il meglio nei bambini e perdona i loro difetti umani. Impegnati ad essere gentile e amorevole con te stesso, non importa quale. Hai raggiunto i tuoi obiettivi? Grande. Festeggia i tuoi successi. Ma se ti manca il marchio, come spesso accade alle persone, ricorda a te stesso che sei ancora adorabile.

4) Pratica Pazienza: il cambiamento richiede tempi. A volte ci aspettiamo che il cambiamento avvenga più velocemente di quanto non sia in realtà. Dare tempo agli eventi per svolgersi in modo naturale può aiutarci a rimanere in pista senza scoraggiarci.

5) Stabilire la responsabilità : fissare obiettivi realistici e realizzabili e controllare regolarmente se stessi per vedere se li incontri. Altrimenti, cerca di capire cosa c’è di mezzo e fare aggiustamenti. Quando ti capita di scivolare in su, o di essere fuori strada, riconosci i tuoi passi falsi senza cadere nell’auto recriminazione. Una volta che hai riflettuto su dove hai sbagliato, ridedicati al tuo compito, risolvendo a fare le cose meglio questa volta.

6) Essere flessibili : a volte, dobbiamo adattare i nostri obiettivi quando sorgono nuove situazioni. Se il tuo approccio non funziona, prova un approccio diverso.

Se la tua madre tigre interiore si rifiuta di fare un passo indietro, chiedi a quella parte che cosa teme se non ti spingesse così tanto a raggiungere? Ha paura che tu non possa essere ammirato o amato? In tal caso, prova a inviare al tuo bambino interiore del TLC, facendogli sapere che l’amerai o meno, con o senza i risultati. Perché è quello che fa un buon genitore.

  • Migliaia di geni sono alterati dall'allenamento aerobico di resistenza
  • 4 regali per dare il tuo partner romantico
  • Ridefinizione della normalità: assicurati che sia la tua scelta
  • La tendenza della società a punire contro la sanità personale
  • Cosa ha ucciso Anthony Bourdain?
  • Car Talk: Perché il tuo genitore anziano non può consegnare le chiavi
  • Giugno è il mese della consapevolezza degli infortuni cerebrali
  • Consiglieri Contro il DSM 5
  • Orgasmo maschile e femminile: non così diverso?
  • Scuola di fascino per gli uomini: cambia il tuo credo cambia il tuo corpo
  • America's Silent Crisis
  • L'irisina legata all'attività fisica può proteggere dalla neurodegenerazione
  • Tempo per riempire il bicchiere mezzo pieno o ottenere un bicchiere più corto?
  • Grandi idee contro fiducia: che conta di più?
  • Le tre regole per un denaro sano
  • 10 motivi per cui le persone vengono tagliate fuori dalla loro famiglia
  • Vedere per credere
  • Che cosa non dice i critici suicidi
  • Le donne stanno davvero facendo progressi?
  • L'impatto dello stato socio-economico sulla salute
  • Come le donne possono davvero risparmiare tempo: dillo ai tuoi amici!
  • Da musulmano a non credente
  • L'età della dissociazione
  • Technofobia geriatrica
  • 5 consigli per disintossicare il tuo posto di lavoro
  • Disfunzione ipofisaria
  • Nuova scoperta: un altro motivo per dormire abbastanza
  • Mark Ragins su MHA Village
  • Cos'è il neurofeedback?
  • Voci americane: un puzzle antropologico
  • Perché salvare gli obiettivi non aiuta sempre i consumatori
  • Roadblock to Intimacy & Trust VI: The Break: Independence
  • 5 motivi per cui diamo alle persone più di quanto dovremmo
  • Lascia che mi presenti…
  • Suggerimenti per affrontare i bambini disobbedienti
  • Benessere emotivo e cancro