Smettere di auto-lesione

Recentemente abbiamo assistito alla drammatica crescita e diffusione dell'auto-lesione, alla deliberata distruzione non suicida del proprio tessuto corporeo, come l'auto taglio, la masterizzazione, il branding, il graffio e altro ancora. Nel raccogliere i dati per il nostro nuovo libro, The Tender Cut (NYU Press), abbiamo parlato con molte persone delle loro carriere autolesionistiche: come hanno iniziato, come sono cambiate o sviluppate, come è stato mantenere la pratica e cosa ha guidato o li ha aiutati a smettere. La durata del coinvolgimento delle persone con l'autolesionismo variava enormemente, a seconda delle ragioni che li spingevano al comportamento, ma ci piacerebbe concentrarci su questo breve post sulla desistenza: come l'hanno lasciato.

Alcune persone, in particolare adolescenti che si rivolgono ad esso in risposta ai "tipici" problemi adolescenziali di identità, amicizia, maturità e isolamento e che possono sentirsi circondati da un oceano di comportamenti autoaggressivi, attraversano le fasi di iniziare a fare aumentando rapidamente il loro coinvolgimento con esso, e ruotando rapidamente fuori da esso. Le loro cause precipitanti sono dolorose ma non drastiche, e le loro vite possono cambiare mentre formano nuove relazioni e lasciano la cattiva casa e le situazioni di vita.

La desistenza è più difficile per coloro che diventano più profondamente coinvolti nel comportamento, con persone che si liberano per ragioni e in punti nelle loro carriere di autolesionismo che mostrano determinati modelli. La popolazione è stata ridimensionata, con un numero sempre più ristretto di autolesionisti, dall'adolescenza ai vent'anni, anni trenta, quaranta, cinquanta e oltre.

Uno dei motivi più forti per cui le persone citate che li hanno spinti alla cessazione è stato l' abbandono per gli altri , un "fattore di attrazione" esterno. Le persone hanno provato molta pressione da parte di amici e persone care per allontanarsi da questo comportamento. Alcuni hanno affrontato un rinforzo positivo e altri sono stati minacciati di sanzioni negative. Una volta, combattendo le voglie, Mandy ha contattato la sua amica che l'ha aiutata a discuterne. La conversazione si concluse con la sua amica che le diceva che se avesse mai fatto di nuovo, non le avrebbe mai parlato. Si sentì così grata per il fardello emotivo che la sua amica assunse che lei lasciò:

"Non è che abbia paura che non mi parli, temo che se lo farò di nuovo, le farà più male. Ed è una cosa così privata, tanto per cominciare dicendo che si prenderanno cura di te, hai la sensazione di doverli così tanto, li rende così spaventati per te. "

Altre volte le persone si chiudono da sole , essendo "spinte" per devianza del loro stesso coinvolgimento, come Jenny, che ha sempre incolpato gli altri dei suoi problemi, ma alla fine ha dato uno sguardo molto duro a se stessa e ha deciso che non l'avrebbe aiutata. Una volta fatto questo, è stata in grado di raccogliere la forza per andare avanti con la sua vita. Abbandonarsi a se stessi era spesso motivato dalle emozioni. La gente smetteva perché temeva che sarebbero stati mandati all'ospedale, che sarebbero stati scoperti, che avevano paura che i loro amici li abbandonassero, o che le loro cicatrici fossero mostrate durante un colloquio di lavoro. Jane si sentiva colpevole ogni volta che tagliava, guardandole il braccio e non volendo vedere cicatrici sempre più grandi. Dopo anni di autolesionismo, Hannah guardò tutte le sue cicatrici e cominciò a provare imbarazzo .

Le transizioni di vita spesso hanno eliminato la popolazione di auto-feriti, con le persone che smettono di fumare mentre invecchiano e attraversano le fasi della vita. Alcuni hanno smesso quando si sono trasferiti dalla scuola superiore all'università o quando si sono laureati e hanno ottenuto un lavoro. Altri sono caduti perché avevano una relazione seria o avevano figli. A mano a mano che le persone invecchiavano, il gruppo di coloro che ancora ferivano diventava sempre più piccolo.

Le persone usavano una varietà di tecniche per smettere . I terapeuti hanno aiutato alcune persone a staccarsi dotandole di altre capacità di coping, dando loro trattamenti specifici o pratiche cognitive. Molte persone sono state aiutate da una varietà di farmaci psicologici . Alla fine, le persone smettono senza terapia . Sebbene la comunità psico-medica promuovesse la terapia, l'ospedalizzazione e le droghe, questi non erano gli unici modi in cui le persone trovavano la forza per smettere. Il Chelsea, in un "tacchino freddo", ha ottenuto il sostegno che l'ha aiutata a riprendersi da sua madre e da un gruppo online chiamato "santuario dell'amore". Bonnie ha parlato della cosa più utile per lei quando ha smesso di imparare come "navigare la voglia di tagliare. "Ha descritto questo come:

"È come se mi venisse in onda. Ho queste grandi ondate di marea che mi attraversano e la mia prima reazione è stata per molto tempo tagliare, farla smettere. Ma ora, se è tristezza, piangi, se sono arrabbiato, urlo, se mi vergogno, accettalo. È più che altro essere attenti a ciò che sta accadendo al mio corpo o alla mia mente o alle mie emozioni in quel momento. Ma se faccio surf su quell'impulso, lascia che accada, passa sempre. E questo è stato davvero il più utile per me. "

Molti hanno provato, spesso ripetutamente, a smettere. Gli sforzi infruttuosi, che si sono conclusi con un rinnovato autolesionismo, potrebbero essere chiamati ricadute . La gente raramente ha fermato il tacchino freddo autolesionista, come ha fatto in precedenza il Chelsea, ma è stato attivato ancora e ancora. In effetti, l'autolesionismo può assomigliare al fumo di sigaretta nell'avere una così grande percentuale dei partecipanti in qualche fase attiva del tentativo di dimettersi. Gli "slittamenti" erano uno degli argomenti più comuni della discussione su Internet e sono stati affrontati con pazienza e comprensione. La carriera auto-lesionante, quindi, era tipicamente segnata dall'introduzione e dall'allontanamento delle persone, e si assolvevano reciprocamente dalla vergogna.

Per alcuni, l'ultimo smettere non era diverso da nessuno degli altri, non era seguito da una ricaduta. Coloro che hanno costruito fino alla loro uscita hanno gradualmente imparato, lungo la strada, come gestire meglio i loro trigger. Per Matt, il trucco per fermarsi stava imparando il suo "punto di non ritorno", arrivando a riconoscere le sensazioni che lo spingevano oltre il limite del danno. Ci sono voluti una serie di traumi importanti per insegnargli questi segni, ma poi li ha usati come guida e ha cercato di proteggersi da tali cose. Questa consapevolezza ha reso più facile per lui superare i momenti difficili. Quando superò uno di questi, si ricompensò. Più tempo riusciva a distrarsi, più era facile ogni volta.

Tutto sommato, nonostante i tremendi sentimenti di beneficio che gli auto-offensive traggono dal comportamento, le persone sono in grado di desistere nel tempo e per propria iniziativa. L'aiuto per smettere di fumare può provenire da molti posti e variare enormemente dai costi delle cliniche specializzate da $ 30.000 al mese a ospedalizzazioni o terapisti privati ​​meno costosi, a trattamenti farmacologici psicologici ancora più economici o a sostegno di amici, familiari e / o gruppi online , che sono gratuiti.

Solutions Collecting From Web of "Smettere di auto-lesione"