Sistemi di elaborazione delle informazioni

Gli elementi costitutivi dello sviluppo umano.

Shutterstock

Fonte: Shutterstock

Il “… business di un filosofo non è quello di cambiare il mondo ma di capirlo …”

“… solo l’etichetta che mi sono mai dato è un atomista logico … il modo per ottenere la natura di qualsiasi argomento che stai guardando è l’analisi, e che puoi analizzare fino ad arrivare a cose che non possono essere analizzate più lontano e quelli sarebbero gli atomi logici. Li chiamo atomi logici perché non sono piccoli pezzi di materia. Sono le idee, per così dire, da cui viene costruita una cosa … ”

La filosofia rende “… le persone un po ‘più modeste intellettualmente e consapevoli che molte cose che sono state pensate certe si sono rivelate false, e che non c’è scorciatoia per la conoscenza”.

-Bertrand Russell, 1960 (pp. 14, 15, 19)

Studiando le origini degli elementi costitutivi dello sviluppo umano – emozioni, cognizione e linguaggio – miglioriamo la nostra opportunità di comprendere meglio lo sviluppo umano e le sue complessità. Indagare emozioni, cognizione e linguaggio in modo integrato fornisce una visione particolarmente sofisticata dello sviluppo umano.

Tuttavia, le emozioni, la cognizione e il linguaggio non sono sistemi infallibili. È interessante notare che hanno tutti i loro beni e le loro passività. Sono tutti enigmi. Questa nozione ci aiuta a comprendere la notevole complessità dello sviluppo umano, ed è a questo enigma che giriamo.

Sorprendentemente, questa triade di emozioni, cognizione e linguaggio forma un sistema sorprendente di controlli ed equilibri.

Le emozioni, la cognizione e il linguaggio sono sistemi di elaborazione delle informazioni

Un modo utile per esplorare lo sviluppo umano è concettualizzare le emozioni, la cognizione e il linguaggio come sistemi di elaborazione delle informazioni – acquisire conoscenze, per aiutarci meglio a sopravvivere e ad adattarsi. Quindi, come possiamo capire le informazioni e le conoscenze?

Epistemologia
L’epistemologia, il dizionario ci dice (dal greco, che significa conoscenza e discorso logico), coinvolge la teoria della conoscenza, specialmente per quanto riguarda i suoi metodi, validità e portata. È l’investigazione di ciò che distingue la credenza giustificata dall’opinione. L’epistemologia esplora l’origine, la natura, i metodi e i limiti della conoscenza umana.

Validità consensuale
Un altro termine importante per la discussione è la validità consensuale. La validità consensuale si riferisce all’accordo di due o più punti di vista sulla realtà, quando due o più individui separati concordano sugli eventi osservati. Tuttavia, è risaputo che la validità consensuale stessa è problematica, in quanto gli studi hanno dimostrato quanto sia facile influenzare le impressioni dei soggetti e distorcere ciò che è stato effettivamente presentato.

Le emozioni, la cognizione e la lingua sono enigmi e spade a doppio taglio

Quindi le emozioni, la cognizione e il linguaggio possono fornirci molte informazioni e conoscenze che ci aiutano a sopravvivere e adattarci.

Tuttavia, esistono sia una sfida che un’opportunità per comprendere lo sviluppo a un livello ancora più profondo di quanto solitamente apprezzato. Ognuna di queste tre aree rappresenta davvero un enigma: tutte e tre sono spade a doppio taglio.

Un enigma è una persona o una cosa che è misteriosa, sconcertante o difficile da capire. Una spada a doppio taglio è qualcosa che può aiutarti o ferirti; se due lati della stessa lama sono affilati, taglia entrambi i modi. I tre elementi costitutivi dello sviluppo hanno tutti un patrimonio e, se esaminati più attentamente, passività meno ovvie.

I nostri sistemi e capacità emotivi, cognitivi e linguistici si sono evoluti e hanno aiutato gli esseri umani a sopravvivere e adattarsi. Tutti e tre i sistemi hanno risorse notevoli. Ma come vedremo, hanno anche problemi. Ecco perché le emozioni, la cognizione e il linguaggio sono esplorati al meglio insieme, in modo integrato. È un sistema di checks-and-balances. Quindi quali sono le responsabilità di ciascun sistema?

emozioni

Il sistema emotivo ha una varietà di responsabilità. Gli “affetti primari” (interesse, sorpresa, angoscia, paura, ecc.) Comprendono un sistema di motivazione stimolo-risposta. Questi affetti sono facilmente riconoscibili molto presto attraverso espressioni facciali, vocalizzazioni e movimenti corporei.

Tuttavia, questi sentimenti possono essere facilmente erroneamente etichettati dai genitori e dai genitori, creando confusione nel bambino e nei genitori. Per esempio, l’interesse / curiosità può essere frainteso come intrusività o cattivo comportamento. L’angoscia può essere erroneamente etichettata come un attacco.

I sentimenti possono anche diventare o rimanere inconsci o fuori dalla propria consapevolezza. Questo processo era alla base dei primi lavori in psicologia profonda e psicoanalisi, a partire dalla fine del 1800.

Sentimenti come l’interesse o la rabbia possono essere inibiti o repressi se il bambino / bambino viene spaventato dalla sua espressione. Se il bambino è svergognato nell’inibizione, la sensazione può essere etichettata in modo accurato ma separata dal significato e dall’esperienza viscerale – un processo chiamato disconoscimento.

Quindi, ci sono diversi modi in cui il sistema emotivo può diventare problematico.

Cognizione

La cognizione ha anche i suoi problemi. Come fa una persona a sapere cosa pensa di sapere? Gli errori nella percezione sono facilmente visibili. Le illusioni ottiche sono solo l’esempio più semplice di questo. Gli studi sui resoconti dei crimini di testimoni oculari evidenziano la difficoltà di percezione consensuale e accurata – l’errata percezione è comune.

Anche la memoria è problematica. Gli studi sulla memoria difettosa sono numerosi. Sindromi a memoria falsa sono esempi drammatici di inaffidabili e potenziali distorsioni della memoria. Il lavoro di Kahnemann e altri sul processo decisionale evidenzia aspetti problematici dei sistemi combinati emotivi e cognitivi. Gli errori di percezione e memoria, quindi, possono facilmente compromettere l’elaborazione della cognizione e della realtà.

linguaggio

La lingua ci permette di capire il mondo e l’altro in maggiore profondità e significato. Ci consente di condividere sentimenti e idee con maggiore sofisticazione e sottigliezza. Tuttavia, il linguaggio porta con seri problemi. Le stesse parole possono significare cose molto diverse per persone diverse, facilmente risultanti in interpretazioni errate e incomprensioni.

“L’errata interpretazione è inevitabile quando comunichiamo”
– Bonnie Litowitz (2014, 302).

O come Daniel Stern ha affermato eloquentemente,

“… in effetti, il linguaggio è un’arma a doppio taglio. Rende anche alcune parti della nostra esperienza meno condivisibili con noi stessi e con gli altri. Spinge un cuneo tra due forme simultanee di esperienza interpersonale: come è vissuta e com’è rappresentata verbalmente “(1985, p.116).

Come riassume Stern:

“La lingua, quindi, provoca una divisione nell’esperienza del sé. Inoltre sposta la correlazione sul livello impersonale e astratto intrinseco al linguaggio e lontano dal livello personale, immediato … “(1985, p 163).

Tuttavia, il linguaggio stesso può essere usato come un veicolo per aiutarci rispetto alle nostre interpretazioni errate.

Di nuovo, Bonnie Litowitz:

“Solo la nostra lingua ha la capacità di auto-riferimento. L’uso del linguaggio per parlare della lingua ci permette di scoprire se effettivamente stiamo “ricevendo il messaggio”, siamo “sulla stessa pagina” “(2014, 302).

Il linguaggio (interpretazione) e la relazione sono entrambi essenziali per il cambiamento terapeutico.

“Mentre ci sforziamo di comprendere i nostri pazienti, cerchiamo costantemente di comprendere la natura e le possibili cause delle nostre interpretazioni errate” (p. 302).

Psicoterapia

I tre sistemi di emozioni, cognizione e linguaggio possono anche aiutarci a capire come funziona la psicoterapia. C’è uno sforzo per capire i propri sentimenti consci e inconsci. C’è anche un processo di utilizzo della cognizione per aumentare l’autoconsapevolezza dei propri comportamenti. La Cognitive Behavioral Therapy (CBT) rappresenta uno sforzo per risolvere pensieri e sentimenti irrazionali che causano problemi con azioni e sforzi. Il linguaggio consente un maggiore significato, comprensione e comunicazione tra emozioni e cognizione.

riassumendo

Gli elementi costitutivi dello sviluppo – emozioni, cognizione e linguaggio – sono in realtà un sistema di pesi e contrappesi, attività e passività. I sentimenti (emozioni, affetti) sono motivatori e segnali incorporati. Ma poiché il contatto avviene con i genitori, i caregiver e il mondo esterno in generale, i sentimenti possono essere facilmente erroneamente etichettati, confusi, allontanati dalla consapevolezza e così via. La cognizione può aggiungere ragione, modulazione e conoscenza a sentimenti, azioni e relazioni interpersonali. Ma la memoria difettosa, le percezioni e simili possono compromettere i contributi cognitivi. La lingua può approfondire e condividere il significato e migliorare l’autocoscienza e la comprensione. La lingua può essere utilizzata per valutare le emozioni e la cognizione. Ma l’errata interpretazione di significati e parole può creare problemi con il linguaggio. La psicoterapia coinvolge tutti e tre gli aspetti dello sviluppo: emozioni, cognizione e linguaggio.

Quindi le emozioni, la cognizione e il linguaggio forniscono agli esseri umani varie risorse, ma tutte hanno anche delle responsabilità. Quindi, funzionano come un processo di controllo e bilanciamento.

Riferimenti per i lettori interessati:

Kahneman D (2011). Pensare, veloce e lento . New York: Farrar, Straus e Giroux

Litowitz BE (2014). Segretezza trascurata e il diritto di ingannare . Documento presentato alla 57th Sandor Rado Lecture, al Columbia University Center for Psychoanalytic Training and Research e all’Associazione per la Medicina Psicoanalitica. New York, 3 giugno 2014.

Russell B, Wyatt W (1960). Bertrand Russell Speaks His Mind (Prima edizione). Cleveland: World Publishing Co.

Stern DN (1985). Il mondo interpersonale dell’infante: una visione da psicoanalisi e psicologia dello sviluppo . New York: libri di base.

LIBRI DEL MESE

Psico-cibernetica, aggiornato ed espanso
Autore: Maxwell Maltz, MD, FICS
New York: Perigee / Penguin Random House, 2015

Questo libro si concentra su come l’immagine di sé può migliorare e / o inibire le aspirazioni e l’umore. In sostanza, mette in evidenza le relazioni tra i processi emotivi e quelli cognitivi. Mostra come gli antecedenti dell’infanzia possono causare percezioni errate cognitive e interrompere la vita emotiva.

Il giardiniere e il carpentiere:
Cosa ci dice la nuova scienza dello sviluppo infantile sulla relazione tra genitori e figli
Autore: Alison Gopnik
New York: Farrar, Straus e Giroux, 2016

Questo è un libro interessante del noto autore e ricercatore psicologo e ricercatore Alison Gopnik. Qui si occupa di sviluppo del bambino, relazioni genitore / figlio, neurobiologia e, soprattutto, sviluppo cognitivo.

Solutions Collecting From Web of "Sistemi di elaborazione delle informazioni"