Sindrome da esaurimento da maniaco del lavoro: perdita di sensibilità

Con la perdita dei sentimenti, il processo di accelerazione si accelera. Questo è il primo punto di svolta nella spirale discendente che segue in genere questa dipendenza dal potere e dal controllo. La perdita delle informazioni necessarie e preziose e l'input che la funzione Feeling fornisce alla fine causerà una serie di cambiamenti seri nei valori, nel carattere e nella personalità del maniaco del lavoro.

Solo portando in consapevolezza cosciente le crescenti paure di fallimento, noia, pigrizia, scoperta, scoperta di sé e paranoia, i maniaci del lavoro inizieranno a riconoscere che qualcosa è seriamente sbagliato. Devono rendersi conto che, al fine di contrastare l'insicurezza del sé che sta lentamente minando la loro arrogante arroganza, la loro attenzione deve necessariamente focalizzarsi ancora più strettamente sul raggiungimento del prossimo obiettivo. Il senso di urgenza che viene creato richiede quantità eccessive di energia grezza. Il conseguente pompaggio di adrenalina prende il suo pedaggio mentre combattono con stanchezza cronica, alta ansia e attacchi di depressione. Allo stesso tempo, quando la colpa repressa non regge più e la vergogna prende il suo posto, i precedenti potenti meccanismi che permettevano loro di evitare di affrontare la realtà non servono più a proteggere l'ego sempre più fragile del maniaco del lavoro.

Perché i maniaci del lavoro soffrono di cambiamenti di personalità in gran parte inconsci ma profondi mentre il lato Feeling-Being viene lentamente eclissato dal potente lato Doing-Performing?

In parte, questo ha a che fare con la dinamica dell'ossessione descritta in un precedente blog. (1) Ricorda che mentre l'ossessione per il lavoro guida inesorabilmente il maniaco del lavoro, tutte le funzioni cominciano a trasformarsi nel loro lato oscuro. I pensieri ossessivi sovrastano il Pensiero e diventa confuso, confuso e difettoso. Il sentimento repressivo è eccessivamente sensibile, prende tutto personalmente e diventa lunatico e risentito. L'intuizione negativa è impaziente, impulsiva e spericolata. Avendo perso il contatto con il "quadro generale", è attratto da guadagni pragmatici a breve termine. Il pensiero dualistico bianco-nero di Negative Sensation diventa schizzinoso, polemico e assorbito in piccoli dettagli. Un vuoto terribile alimenta un bisogno avido che deve essere placato.

I sentimenti repressi funzionano lentamente, se non del tutto. Potrebbe volerci un po 'di tempo per tradurre i pensieri in sentimenti. Se chiedi ai maniaci del lavoro come si sentono, ti diranno invece cosa pensano, o simuleranno una reazione standard che ritengono possa essere appropriata. Oppure, come spesso accade nel mio ufficio, i maniaci del lavoro si rivolgono ai loro coniugi in cerca di indizi per la risposta "giusta". Dato che non sentono il linguaggio e il comportamento, le loro conseguenti risposte sconcertanti spesso lasciano l'ascoltatore sulla difensiva, incerta o semplicemente perplessa.

A differenza delle paure menzionate in precedenza che possono essere o meno consapevoli, i cambiamenti nei valori e nella personalità che i sentimenti repressi creano sono di solito appena percettibili nei confronti dell'ex-idealista e ambizioso Dr. Jekyll che non desidera riconoscere l'emergente lato oscuro di Mr. Hyde. La famiglia spesso non è in grado di individuare ciò che sta accadendo, anche se i suoi membri sanno che le cose sono cambiate. Che cosa fare al riguardo, tuttavia, rimane un mistero. I confronti invitano solo maltrattamenti emotivi o fisici non graditi.

Il successo immediato del mio libro, Workaholics. I tossicodipendenti rispettabili ricevuti quando è uscito per la prima volta attesta questo fatto. (2) Alla fine, qualcuno ha capito cosa stava succedendo. "Come ho girato ogni pagina, eravamo lì! Non ci potevo credere. Devi aver vissuto a casa nostra ", è un'osservazione familiare, spesso ripetuta da un coniuge o da un altro membro della famiglia.

Come deve essere non sentire o sapere come dovresti sentirti? Patrick, un maniaco del lavoro in ripresa che si è descritto come un "osservatore distante" quando ci siamo incontrati per la prima volta, ha ammesso che stava funzionando su un livello, ma ha davvero capito poco di ciò che era accaduto per renderlo così critico, cinico e vuoto. Ora che era in contatto con i suoi sentimenti e si era ricollegato alle persone significative della sua vita, il suo grido lamentoso era: "Per favore, Dio, non lasciarmi mai più vivere in quel modo!"

La confusione e l'incertezza devono cedere alla crescente consapevolezza che il lavoro interiore è necessario e si rivelerà utile a lungo termine. Il viaggio della trasformazione inizia quando i maniaci del lavoro possono finalmente riconoscere che i loro sentimenti non informano più il loro giudizio e le loro decisioni. Il loro affetto intorpidito e piatto è rivelato in occhi inespressivi, o uno sguardo stoico. Lì, ma non lì. Durante le nostre sessioni insieme, i maniaci del lavoro scoprono di non avere alcun linguaggio sentimentale o addirittura di comportarsi. Nella sua frustrazione, un uomo sbottò: "Vorrei poter parlare come te!" Quello che stava veramente verbalizzando era che desiderava poter usare le parole, le frasi e le risposte empatiche che il linguaggio sentimentale trasmette.

Molte delle tecniche che ho sviluppato per aiutare i miei clienti a riscoprire i loro sentimenti appaiono nel mio libro, Achieving Inner Balance in Anxious Times . (3) I maniaci del lavoro hanno bisogno di apprendere un processo che chiamo Internalizing che consentirà loro di utilizzare entrambe le loro funzioni di Pensiero e Sentimento per prendere decisioni e scelte che possiedono sia la saggezza che l'analisi intelligente. Questo lavoro interiore è un passo necessario nel percorso di recupero che permetterà ai maniaci del lavoro in futuro di scegliere un salutare equilibrio tra vita lavorativa e vita privata.

Nel prossimo blog, inizieremo a guardare una serie di perdite che producono cambiamenti spesso allarmanti nei valori, nel carattere e nella personalità del maniaco del lavoro, poiché l'ossessione del lavoro diventa ancora più debilitante.

(1) Killinger, B. "Capire le dinamiche del workaholism – Obsession." Blog di psicologia oggi in The Workaholics, 14 febbraio 2012.

(2) Killinger, B. maniaci del lavoro. I tossicodipendenti rispettabili. Una guida di sopravvivenza familiare. Toronto: Key Porter Books, 1991, 2004.

(3) Killinger, B. Raggiungimento dell'equilibrio interiore in tempi ansiosi. Montreal & Kingston, London, Ithica: McGill-Queen's University Press, 2011.

Vedi il sito web: www.drbarbarakillinger.com per le mie pubblicazioni e un link al blog di Psychology Today.

Copyright 2012 – Dr. Barbara Killinger

Solutions Collecting From Web of "Sindrome da esaurimento da maniaco del lavoro: perdita di sensibilità"