Silent Spring è 50. Il merito e la colpa, merita

Nei 50 anni trascorsi da quando è stata pubblicata Silent Spring , il movimento ambientalista che ha contribuito a creare ha raggiunto un ottimo risultato. Potrebbe essere meno popolare suggerire, ma non è meno vero, che questo libro fondamentale e il movimento che ha contribuito a generare le uova hanno causato anche molto danno. Per quanto il lavoro stimolante di Rachel Carson meriti un credito significativo per la nostra aria pulita e acqua e progredisce su tante altre questioni ambientali, merita anche una parte della colpa di aver contribuito a promuovere una serie di verità accettate e credenze comuni che hanno causato enormi danni alle salute umana e ambientale.

Dato che ci auguriamo ci siano molte meritate lodi per Silent Spring in questo anniversario, diamo un'occhiata all'altra parte di ciò che hanno fatto il cri de coeur e l'ambientalismo di Carson, perché qui c'è una lezione importante sul pericolo del pensiero ristretto che si rifiuta di vedere l'immagine più grande.

Primavera silenziosa e ambientalismo hanno giocato un ruolo importante nell'esplosione pubblica della paura del cancro negli anni '50 e '60. Carson dedica un intero capitolo al cancro, "Uno su quattro", e avverte che stiamo "nuotando in un mare di agenti cancerogeni". Per quanto terribile sia questa famiglia di malattie, la paura a volte è eccessiva e pericolosa di per sé, una "fobia del cancro" che ha portato a milioni di interventi chirurgici e trattamenti non necessari che hanno fatto più male che bene e una politica che si è concentrata di più attenzione normativa e risorse fiscali sul cancro rispetto ad altre maggiori minacce alla salute umana e ambientale.

Il cancro è sempre stato, e rimane, l'ultimo spauracchio dell'ambientalismo, una fissazione che riflette il modo in cui il movimento ambientalista è sorto dalla nostra paura degli anni Cinquanta sulle armi nucleari e dalle ricadute radioattive cancerogene dai test nucleari. Durante la primavera silenziosa, Carson sottolinea i pericoli dei prodotti chimici industriali paragonandoli alle radiazioni. "I prodotti chimici", scrive, "sono i partner sinistri e poco riconosciuti delle radiazioni nel cambiare la vera natura del mondo – la vera natura della sua vita".

Quindi non c'è da meravigliarsi che l'opposizione a varie forme di radiazioni sia stata un'altra convinzione fondamentale dell'ambientalismo. Considera i costi di ciò. La maggior parte degli ambientalisti si oppone all'irradiazione alimentare, un trattamento che uccide tutti i germi che vivono nel cibo ma non cambia il cibo stesso. L'irradiazione alimentare, sicura e legale nei paesi di tutto il mondo, ma poco utilizzata a causa dell'opposizione ambientale, potrebbe eliminare milioni di malattie e morti dall'intossicazione alimentare e rendere la produzione alimentare più sostenibile riducendo il deterioramento.

Più drammaticamente, la paura delle radiazioni ha portato a requisiti di sicurezza straordinari per le centrali nucleari, di gran lunga superiori ai controlli imposti su altri impianti industriali ad alto rischio, che hanno reso l'energia nucleare meno competitiva rispetto ai costi e ha portato a una maggiore dipendenza dal carbone. La combustione del carbone ha prodotto il devastante danno delle piogge acide. Le emissioni di particolato del carbone hanno ucciso centinaia di migliaia di persone dalla primavera silenziosa . E le emissioni di gas serra del carbone hanno contribuito in modo significativo al cambiamento climatico, un rischio che è insondabilmente peggiore dei peggiori pericoli del nucleare.

La primavera silenziosa e l'ambientalismo ci hanno dato anche la Chemo Phobia. Carson usa la parola "chimica" come una parolaccia, con frasi come "… ogni essere umano è ora soggetto al contatto con sostanze chimiche pericolose …", "… sostanze chimiche velenose …" e "pioggia di morte chimica". I prodotti chimici sono cattivi è sempre stato un dogma centrale per l'ambientalismo. Un sondaggio negli anni '70 ha chiesto alle persone cosa veniva in mente quando hanno sentito il mondo "chimico". Le risposte principali erano parole come tossici, pericolosi, mortali, distruttivi, incidenti, uccisioni, dannosi, cattivi, e … rotoli di sangue per favore … cancro. (L'ingenuità di questa paura semplicistica viene divertita in modo divertente dal movimento di vietare il monossido di diidrogeno o vedere).

Ma Chemo Phobia non è uno scherzo. L'insetticida DDT, uno degli obiettivi principali di Silent Spring, è stato bandito per anni prima che i funzionari della sanità pubblica si dichiarassero con successo con gli ambientalisti e accettassero che il DDT stava salvando milioni di persone da uno dei più grandi assassini del pianeta, la malaria. Chemo Phobia ha alimentato decenni di paura e proibizioni su alcuni dolcificanti artificiali, che avrebbero potuto aiutare le persone a perdere peso. Ha spaventato decine di migliaia di donne che il silicone nelle loro protesi mammarie era pericoloso per la salute. Non lo era, ma molte donne hanno sofferto di complicazioni dall'avere rimosso i loro impianti, e più sofferto dallo stress di preoccuparsi.

La Chemo Phobia che Silent Spring ha contribuito a generare spawn è solo una versione di un'altra assunzione fondamentale di ambientalismo, che Natural is Good e Human made è Bad . Come Carson ha lamentato "Con l'avvento dell'uomo la situazione ha cominciato a cambiare, per l'uomo, solo di tutte le forme di vita, può creare sostanze cancerogene …" e "In essere creato dall'uomo – mediante un'ingegnosa manipolazione di laboratorio delle molecole, sostituendo gli atomi, alterando la loro disposizione, essi (i pesticidi industriali) differiscono nettamente dai più semplici insetticidi … derivati ​​da minerali e prodotti vegetali naturali ". Anche questa ingenuità di "non-naturale-o-fobia" fa ogni sorta di danno.

Preoccupati per i rischi creati dall'uomo (come dovremmo essere), regoliamo rigorosamente la produzione e la vendita di prodotti farmaceutici. Ma non abbastanza preoccupato per le sostanze naturali, non riusciamo a regolare i rimedi a base di erbe con la stessa cautela, e molte di queste sostanze biologicamente attive causano gravi danni che potrebbero innescare forti proteste ambientaliste … se tali sostanze fossero fatte dall'uomo. La paura di tutto ciò che è sintetico / artificiale / innaturale è il fondamento della resistenza al cibo geneticamente modificato, che ha un potenziale fenomenale non solo per nutrire una popolazione globale in crescita, ma per farlo in un modo più sostenibile dal punto di vista ambientale di quanto possa attualmente fare l'agricoltura. "Cosa c'è che non va nell'ingegneria genetica (GE)?" Chiede Greenpeace, quindi risponde con "L'ingegneria genetica consente agli scienziati di creare piante, animali e microrganismi manipolando i geni in un modo che non avviene in modo naturale (la mia enfasi)".

Ciò porta forse al danno più grave dell'ambientalismo. Nel processo di proteggerci dagli effetti velenosi della tecnologia moderna, Silent Spring e il movimento che ha contribuito a generare le uova hanno avvelenato la nostra capacità di pensare apertamente ai benefici della tecnologia moderna – compresi i suoi benefici ambientali – così come i suoi molti rischi reali . È una convinzione che in qualche modo gli umani sono un cancro nel mondo naturale. Come scrisse Carson (nel suo capitolo sul cancro), "Con l'alba dell'era industriale il mondo divenne il luogo di un continuo e sempre più rapido cambiamento. Al posto dell'ambiente naturale è stato rapidamente sostituito un artificiale composto da nuovi agenti chimici e fisici, molti dei quali posseggono potenti capacità di indurre cambiamenti biologici. "O come sosteneva Bill McKibben nel libro che lo ha aiutato a diventare un leader nel movimento ambientalista , l'era umana ha significato La fine della natura. Alcuni chiamano quella moderna Silent Spring , e McKibben la moderna Rachel Carson.

Questo coglie il problema centrale con Silent Spring e con le tensioni più ingenue e semplicistiche di ambientalismo che ha ispirato. Carson e McKibben erano / hanno fondamentalmente ragione. Gli ambientalisti del caso centrale affermano che gli esseri umani stanno facendo ammucchiare le cose in quello che quasi certamente si rivelerà essere modi catastrofici, è senza dubbio vero. Ma non siamo separati dalla natura. Anche gli umani sono una specie, parte della natura, con la capacità non solo di un danno senza precedenti, ma anche di un beneficio fenomenale, persino della capacità di evitare alcune delle catastrofi che stiamo affrontando. Raggiungere tali benefici e quelle soluzioni, tuttavia, richiederà un atteggiamento più aperto nei confronti dei prodotti e dei processi del nostro mondo moderno. L'ambientalismo che Rachel Carson ha contribuito a generare con Silent Spring che semplicisticamente solleva allarmi sui pericoli del nostro mondo tecnologico e si rifiuta di riconoscere la sua promessa, impedisce soluzioni e progredire, e potrebbe effettivamente danneggiare il vero benessere umano e ambientale che sta cercando di proteggere .

Solutions Collecting From Web of "Silent Spring è 50. Il merito e la colpa, merita"