Si può sostituire un cuoco con una ricetta?

Vivo tra i ristoranti, dove c'è molto da imparare sulla psicoterapia. La lezione più elementare, insegnata ripetutamente su "Restaurant: Impossible", è che il successo dipende da un ambiente appetitoso e dal buon cibo. Sembra semplice, ma ad eccezione di uno o due posti nel corso degli anni con un problema di marketing, inevitabilmente il ristorante in mancanza in quello spettacolo era poco appetitoso (sporco o pieno di rancore) o il cibo non era buono. I proprietari si lamenterebbero quasi sempre di questa valutazione citando le recensioni dei loro clienti, ma naturalmente hanno solo sentito dalla manciata che stava ancora arrivando al ristorante e non dalla clientela che poteva tenerli in attività e aveva smesso di venire. Erano come i terapeuti che ti dicono che le loro tecniche funzionano, citando la presenza di clienti troppo demoralizzati, troppo dipendenti o troppo sottomessi per pensare di poter fare meglio.

Attualmente, i ristoranti ottengono recensioni online e, sebbene questi siano tutt'altro che meccanismi di feedback perfetti, fanno molto lavoro. La tendenza che ho notato ultimamente è istruttiva. In quattro diversi ristoranti a un isolato da casa mia, gli affari e le recensioni online sono crollati dopo un cambio di proprietà o un licenziamento dello chef. La qualità del cibo va in discesa durante la notte e la risposta, di persona e online, è che la qualità del cibo non può essere diminuita, perché i nuovi proprietari oi nuovi chef usano le stesse identiche ricette dei vecchi proprietari o chef.

Ma una ricetta non è mai abbastanza, vero? Per prima cosa, una ricetta non contiene mai le specifiche che un buon chef dovrebbe conoscere. Ad esempio, una ricetta non è in grado di specificare quali piatti possono essere fatti in anticipo e siedano bene. Una ricetta può provare a dirvi per quanto tempo spargere un peperoncino prima di riporlo, ma solo un cuoco può integrare tutte le informazioni e tirare fuori il chili dall'acqua quando è giusta la fermezza. Quasi ogni ricetta termina con "season to taste", che si basa su qualcuno che sa come dovrebbe essere il piatto e conosce gli effetti di sale e pepe.

Una ricetta può fornire solo gli aspetti non interattivi dell'azienda. La ricetta più dettagliata immaginabile per, ad esempio, un'omelette al formaggio e pere bleu, non potrebbe mai produrre una frittata migliore nelle mani di un cuoco alle prime armi rispetto alla semplice frase, bleu cheese e frittata di pere, produrrà nelle mani di un cuoco esperto. (A proposito, è un'ottima combinazione se sai già come preparare una frittata e se sai già come acquistare le pere al culmine della maturazione, e se già sai di non usare il burro che è uscito troppo Allo stesso modo, un manuale per il trattamento del trauma potrebbe dirti cosa fare con le mani o darti una sceneggiatura per affrontare il problema, ma non può dirti come sviluppare e sostenere un'alleanza di lavoro con il cliente, e non ti dirà come prendere in considerazione la storia del cliente preparandoti emotivamente ai disastri venendo a patti con la tua.

Questo è il motivo per cui i migliori risultati con terapie manuali sono raggiunti dai terapeuti che sono più veloci a lasciare il manuale. Una ricetta è come seguire un programma GPS che non conosce il traffico, la costruzione di strade o il grande albero che giace sul marciapiede di fronte a voi. Le persone che guidano nei laghi perché Google gli ha detto di essere come terapeuti che seguono ciecamente un manuale. Una ricetta può insegnarti gli ingredienti ma non la tecnica, e un manuale può dirti cosa dire ma non come dirlo in un modo che comunica genuina curiosità, empatia e spina dorsale. In realtà, è difficile comunicare curiosità, empatia e spina dorsale se si viene catturati seguendo una sceneggiatura, proprio come non si vorrebbe mangiare in un costoso ristorante raffinato se si prendono i cuochi che controllano le ricette.

Solutions Collecting From Web of "Si può sostituire un cuoco con una ricetta?"