Sette perfezionisti di cose auto-sabotanti

Come smettere di tagliare il naso a dispetto del tuo viso.

Nataliya Sdobnikova/Shutterstock

Fonte: Nataliya Sdobnikova / Shutterstock

Il perfezionismo è difficile da affrontare, perché nel mondo competitivo di oggi, può sembrare un requisito per il successo. Questo è particolarmente vero per le donne, che tendono ad essere giudicate più duramente per i loro errori rispetto agli uomini. Il desiderio di perfezione non è solo nella testa delle persone, è anche pervasivo nella nostra cultura.

Mentre ci sono situazioni in cui essere perfezionista può dare i suoi frutti, ti consigliamo di fare una valutazione razionale di quando è il caso e quando, al contrario, il perfezionismo non ti sta servendo ed è, di fatto, ti trattiene.

Qui ci sono i modi principali in cui il perfezionismo può essere auto-sabotante.

1. I professionisti del perfezionismo sono obbligati a seguire ogni compito, anche quelli che non sono molto importanti.

Ottenere cose importanti fatte spesso richiede di ignorare le attività che sono urgenti, ma non particolarmente importanti. Il perfezionista si sente obbligato a “spuntare” tutti i loro lavori urgenti ea fare questi a un livello elevato. Di conseguenza, rimane molto poco tempo per loro per ottenere un lavoro importante, ma non urgente. La persona finisce per sentirsi costantemente come un criceto su una ruota e non ottiene il lavoro più significativo fatto.

Soluzioni: ho un intero articolo dedicato ai suggerimenti per concentrarsi sull’importante, non solo sull’urgenza, e una spiegazione del perché questo è difficile, specialmente per il perfezionista. In particolare, può essere utile isolare gli elementi più importanti di compiti importanti. Ad esempio, invece di mirare a creare la volontà perfetta (perché se passi inaspettatamente), potresti almeno ottenere qualcosa con gli elementi più importanti, e puoi sempre modificarlo.

2. Il perfezionista esaurisce e frustra gli altri con il loro eccessivo lavoro.

Anche quando non è intenzionale, gli standard ultra-alti del perfezionista possono avere un impatto sugli altri. Se lavorano fino a tardi, forse finiscono per inviare e-mail alla sera o al fine settimana ai colleghi, che quindi si sentono in dovere di rispondere immediatamente. Oppure, mettono a nudo i dettagli in un modo che esaurisce i loro compagni di squadra.

soluzioni:

  • Equilibrio ottenendo tutto ciò che vuoi mantenendo le relazioni. Se lavori al di fuori dell’orario di lavoro, attendi per inviare messaggi fino al giorno successivo e tieni presente il numero di volte in cui contatti i colleghi.
  • Presta attenzione ai vantaggi degli approcci altrui. Ad esempio, nota se le altre persone ottengono di più nel complesso, perché non sono così concentrate su piccoli dettagli, o se altre persone sono più apprezzate dai loro colleghi, perché non sono così esigenti. Canalizza il tuo perfezionismo verso il miglior risultato complessivo, non la perfezione in ogni piccola circostanza, che può funzionare contro i tuoi obiettivi generali.

3. Il perfezionista prende l’approccio di “Se non riesco a farlo perfettamente, non lo farò affatto”.

Questo modello può causare tutti i tipi di problemi. Può manifestarsi come qualcosa dalla persona che rimanda le faccende domestiche a meno che non abbiano almeno tre ore da dedicare ad essa per trattenersi da ruoli di leadership che non si sentono pronti al 110 per cento.

soluzioni:

  • Ancora una volta, identifica le parti più importanti dei tuoi compiti e fai quelle. Più fai questo, più facile sarà ottenere.
  • Riconoscere che avere periodi di insicurezza non significa necessariamente che qualcosa non va. Potresti essere pronto a sufficienza per affrontare nuove sfide, anche se non ti senti preparato al 100%. Esercitati a provare le cose prima di sentirti pronto al 100 percento e ad abituarti alle emozioni che accompagnano questo.

4. Il perfezionista rifiuta aiuto quando altre persone non fanno le cose perfettamente.

Questo modello è abbastanza auto-esplicativo. Ti sta tagliando il naso per dispetto al tuo viso. Ad esempio, il tuo coniuge non svolge un compito domestico esattamente nel modo in cui ti piace. Sei così critico nei loro confronti, non tentano più di aiutarti.

Il perfezionista può trovare molto difficile assumere impiegati o altri tipi di esternalizzazione, perché nessuno rispetta i loro standard.

Questo modello può anche intralciare il perfezionista accedendo al supporto e alla cura di se stessi. Ad esempio, ti piacerebbe un massaggio che ti aiuti a rilassarti, ma sei davvero schizzinoso nell’ottenerne uno fantastico, e se ciò non è garantito, non lo farai affatto.

soluzioni:

  • Di nuovo, concentrati sul quadro generale. Un massaggio 6 su 10 sarebbe meglio di nessun massaggio? Se esternalizzi un’attività e lo fai a un livello 7 su 10, ne vale comunque la pena in termini di tempo libero per altre cose? Pensa in modo specifico a come sarai in grado di usare il tempo e l’energia che guadagni. Impara le strategie per interrompere la ruminazione nei momenti in cui le piccole cose ti infastidiscono in modo sproporzionato rispetto alla situazione.
  • Se il metodo di qualcun altro esegue un’attività in 10 minuti anziché nel 20, puoi vedere i vantaggi del loro approccio?

5. Il perfezionista trascorre troppo tempo in decisioni relativamente minori.

È possibile trascorrere ore interminabili cercando di prendere decisioni assolutamente perfette, come nel caso di pianificare una vacanza o un matrimonio. I perfezionisti possono finire per prendere così tanto tempo a prendere decisioni relativamente minori che sentono come se lavorassero costantemente e si esaurissero. Ciò può contribuire a non riuscire a concentrarsi su priorità oggettivamente più importanti.

soluzioni:

  • Per quanto possibile, mantieni il focus del laser su come eseguire prima i tuoi compiti più importanti. Presto ti renderai conto che questo non lascia molto tempo per pensare troppo a piccole decisioni.
  • Prova a utilizzare l’euristica (ovvero le regole del pollice) per prendere decisioni più rapide. Ad esempio, un’euristica che uso personalmente (e ho scritto nel mio libro, The Healthy Mind Toolkit ) è che io do la priorità a compiti che valgono $ 100 + su attività che valgono meno di $ 100. Questo mi aiuta a dedicare meno tempo ed energia alla priorità e alla creazione di elenchi di cose da fare.
  • Prova a metterti in situazioni che costringano a prendere decisioni più rapide. Per esempio, sto attualmente facendo un importante progetto di riabilitazione su una proprietà in affitto, e ci sono così tante decisioni da prendere, è impossibile agonizzare su ciascuna di esse. Devo prendere le decisioni abbastanza in fretta per stare al passo con gli appaltatori!

6. Il perfezionista imposta obiettivi così elevati, che si esauriscono e abbandonano gli obiettivi.

Alcuni perfezionisti hanno difficoltà a iniziare. Un altro sottoinsieme di perfezionisti sono più inclini a non finire le cose. Queste persone tendono a complicare eccessivamente i sistemi, le strategie e le soluzioni ai problemi. Sviluppano piani più elaborati di quelli che devono essere, piuttosto che concentrarsi solo sul lavoro svolto. Questo è il tipo di perfezionista che sono. Ad esempio, a volte inizio a cercare di scrivere articoli che fanno, diciamo, 15 punti, ma poi mi rendo conto che un articolo più breve è più ragionevole per lo scrittore e il lettore!

Soluzione:

  • Ogni volta che imposti un obiettivo, considera anche una versione half-size e valuta quale sia l’obiettivo migliore.

7. I perfezionisti sono sprezzanti di piccoli miglioramenti.

Una ragione per cui i perfezionisti rimangono bloccati in modelli di auto-sabotaggio è che svalutano soluzioni che migliorano un problema, ma non lo risolvono completamente.

Soluzione:

  • Molte volte, quando ti concentri su come puoi migliorare un problema con una piccola percentuale – 10 percento o anche 1 percento – inizierai a vedere soluzioni facili che richiedono pochissima energia o forza di volontà.

Avvolgendo

Se riconosci uno di questi modelli, non essere troppo duro con te stesso. Essere eccessivamente autocritico non è di aiuto e ti impedirà di apportare modifiche. Questi sono tutti modelli comuni e nulla di cui vergognarsi. Scegli un cambiamento su cui vorresti lavorare leggendo questo articolo e fai un piano semplice per farlo. Fai attenzione al punto 7 che il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di migliorare i tuoi schemi, non eliminare completamente i problemi. Questo è molto più realizzabile e può anche essere divertente!

Riferimenti

Boyes, A. (2018). Come i perfezionisti possono uscire dal loro modo, Harvard Business Review. https://hbr.org/2018/04/how-perfectionists-can-get-out-of-their-own-way

Solutions Collecting From Web of "Sette perfezionisti di cose auto-sabotanti"