Sentirsi colpevole di fingere gioia

È il momento dell'anno in cui si sente il bisogno di rinnovare l'impegno per l'esercizio. Un collega sta frequentando un corso di Zumba e mi chiede di unirmi – è molto divertente, assicura. Con mia sorpresa, non mi è piaciuta la classe e mi sento quasi in colpa. Cosa c'è di sbagliato in me quando non posso unirmi al divertimento della danza?

Trovo che non sono solo con i miei sentimenti ambivalenti. Nella sua ricerca, Jaana Parviainen ha spiegato i suoi sentimenti in una classe di Bodypump:

Dopo la maggior parte delle lezioni di LM, mi dispiace di non poter imparare a divertirmi con queste semplici coreografie senza irritazione e imparare a recitare una gioia artificiale imitando gli istruttori iper-attivi. Sono per lo più imbarazzato dal [sic] seguire il duro lavoro degli istruttori energici quando tentano aggressivamente di eseguire la loro lezione. Mi sento estraneo alla loro performance senza capacità di iniziare qualsiasi dialogo con loro. Le classi LM dovrebbero adattarsi a tutti. (p 535)

Ero felice di trovare uno spirito affine che era abbastanza coraggioso da confessare pubblicamente di sentirsi a disagio in una lezione di ginnastica popolare. Parviainen ha anche analizzato, in qualche modo, le ragioni della sua irritazione e imbarazzo. Diversamente da me, tuttavia, non si è presa la colpa, ma ha iniziato a esaminare più a fondo perché sentiva che la classe era fastidiosa.

Le classi LM (i programmi Les Mills di Bodyattack, Bodybalance, Bodycombat, Bodyjam, Bodypump, Bodystep, Bodyvive, RPM, Sh'Bam, CSWORX), simili a Zumba, sono ciò che Parviainen etichetta come classi di fitness "stardardizzate" basate su pre-coreografati movimenti. Les Mills, una società con sede in Nuova Zelanda, assume "designer" esperti che creano una nuova coreografia per ogni classe ogni tre mesi. Gli istruttori di tutto il mondo insegnano la stessa coreografia che apprendono dai DVD della compagnia. Questa strategia commerciale si è dimostrata così efficace che, come osserva Parviainen, la società dichiara di "fare per esercizi di gruppo ciò che McDonald's ha fatto per gli hamburger" (www.lesmills.com, 2009).

Parviainen identifica alcuni principi che hanno reso queste classi di esercizi standardizzate immensamente popolari.

• In primo luogo, le coreografie LM consistono in movimenti che la maggior parte delle persone può imparare facilmente dopo aver frequentato le lezioni un paio di volte.

• In secondo luogo, le classi LM riforniscono i clienti di tutto il mondo con una qualità uniforme, poiché il sistema si basa su un sistema di esercizi pre-progettato, non sulla personalità o sull'abilità di un istruttore.

• In terzo luogo, poiché gli istruttori sono tenuti a seguire rigorosamente i progetti di classe predeterminati, non è richiesto un grande investimento nella formazione degli istruttori. Secondo Parviainen, gli istruttori di LM devono avere la qualifica di idoneità nazionale minima disponibile nei loro paesi e devono completare un paio di giorni di addestramento del modulo per essere autorizzati a istruire in un centro fitness autorizzato. Per diventare più qualificato, una videocassetta di una classe completa deve essere presentata per la valutazione entro 12 settimane dall'insegnamento alla prima classe (pagina 532). Ciò ha effettivamente ridotto i costi di occupazione e, di conseguenza, spiega Parviainen, le aziende tendono a "mettere più stress sulle capacità di esecuzione e sulla personalità adeguata rispetto alle conoscenze e abilità nell'educazione alla fitness e all'esperienza nella formazione fitness" (p.532).

Questo suona molto attraente per i club di fitness, ma deve esserci qualcosa che li rende popolari anche tra i clienti.

Parviainen vede che le lezioni di fitness standardizzate si basano, oltre che sull'efficacia dei costi, sulla "produzione di piacere ed entusiasmo attraverso l'esperienza nella progettazione di prodotti per il fitness." "Il design dell'esperienza," spiega ulteriormente, "si riferisce alla progettazione di prodotti, processi, servizi, eventi e ambienti basati sulla considerazione delle emozioni, delle percezioni, delle sensazioni o dell'immaginazione di un individuo o di un gruppo "(pp. 527-528). Le classi LM sono progettate per assistere al corpo dei clienti e alle loro emozioni per creare un'esperienza. I volti sorridenti degli istruttori, le voci incoraggianti e le personalità attraenti devono produrre "coinvolgimento" e "momenti magici" che legano le persone all'esercizio della routine. Questo suona perfetto: questi corsi di fitness standardizzati offrono servizi di fitness convenienti che sono attraenti per i clienti. Nonostante queste qualità, Parviainen non ha goduto l'esperienza e riflette ulteriormente:

I clienti fitness imparano a fingere gioia come parte delle loro prestazioni, o sono davvero entusiasti di ripetere queste routine? Nonostante i miei conflitti interni, sono costretto a continuare i movimenti, dal momento che stare in piedi o rifiutare di fare i movimenti significherebbe insultare l'istruttore e disturbare altri mover. (p 535)

Per capire i propri sentimenti nei confronti delle lezioni di LM, Parviainen distingue tra il corpo fisico e il "corpo vissuto" che incorpora i significati culturali e sociali dell'individuo sulle esperienze corporee. La maggior parte delle lezioni di fitness, comprese le classi stardardizzate, partecipano al corpo fisico: costruiscono muscoli, bruciano grassi e calorie, stirano i muscoli e migliorano il funzionamento cardiovascolare. L'attenzione al corpo fisico combinata con l'istigazione emotiva prodotta dall'istruttore, dalla musica e dal co-movimento con il gruppo aiuta a generare endorfine che mantengono gli atleti che vanno oltre il punto in cui normalmente si arrendono. Parviainen spiega che le endorfine procurano piacere ed euforia e creano "sentimenti di potere e controllo durante e subito dopo l'esercizio" (p.538). Le coreografie LM generano efficacemente endorfine e gli atleti imparano cosa dovrebbero sentire durante l'esercizio. Parviainen ritiene che questo tipo di esercizio diventi un tipo di "esperienza corporea simulata" che viene passivamente adottato seguendo le istruzioni standardizzate progettate per rilasciare endorfine.

Il corpo individuale vissuto che sperimenta il movimento è quasi del tutto ignorato. Non tutti i clienti, come dimostra la stessa esperienza di Parviainen, sono in grado di disimpegnare le proprie esperienze corporee individuali a favore di esercizi standardizzati per il corpo fisico. Quando gli esercizi non si adattano alle sensazioni e alle intenzioni corporee del cliente, c'è una spiacevole sensazione di non adattarsi all'ambientazione. Questa è stata ovviamente l'esperienza di Parviainen nelle classi LM e la mia breve esperienza con Zumba.

Parviainen afferma inoltre che questi tipi di classi di esercizi rendono praticanti passivi che si aspettano che i programmi "funzionino a loro nome" (p.537). Assume, tuttavia, che "la maggior parte dei clienti e istruttori di fitness non considerano la razionalizzazione come una caratteristica negativa", ma "possono essere sicuri di ottenere la dose sufficiente di esercizio settimanale raccomandata dagli educatori della salute" (p.537) frequentando le loro classi di esercizio .

Allo stesso tempo, sostiene, i clienti del fitness diventano partecipanti passivi della macchina del profitto globale dove gli "istruttori ben allenati, muscolosi o ben conservati" (pag.537) dovrebbero essere intrattenitori che attirano gli atleti senza pensarci segui la loro esibizione. La performance degli istruttori, d'altra parte, è strettamente controllata dalle norme di comportamento della casa madre.

Parviainen conclude, piuttosto negativamente, che le classi di esercizi standardizzate sono caratterizzate da imitazione, co-mozione impersonale e interpassività anziché interattività.

Se frequentare questi tipi di lezioni di fitness è una risposta precalcolata a una strategia aziendale efficace che renda i clienti senza dubbio il ritorno a più dosi di endorfine, ciò significa che le classi di esercizi di gruppo standardizzati sono una brutta cosa? Ovviamente possiamo ancora ottenere alcuni benefici fisici dalle classi. Potremmo ancora ottenere un allenamento migliore dell'esercizio da soli.

Ma Parviainen sembra essere preoccupato per la passività incoraggiata attraverso tali classi: non sentiamo più attivamente ciò di cui i nostri corpi hanno bisogno. Sembra anche implicare che senza acquistare l'impersonalità, l'interpassività e l'imitazione, non si possono godere classi di fitness standardizzate. Tuttavia, questi sentimenti non dovrebbero portare a sensi di colpa, ma nella consapevolezza che queste classi non sono adatte a tutti – ci possono essere altre opzioni che consentono un coinvolgimento più attivo del corpo individuale vissuto. Questo è ovviamente quello che si aspetta dai suoi corsi di fitness. Che tipo di lezioni sarebbero? Esistono?

Solutions Collecting From Web of "Sentirsi colpevole di fingere gioia"