Senti quello che puoi dire

Secondo la "scienza di Hollywood", le emozioni sono ciò che ci rende straordinariamente umani. Prendiamo ad esempio il film dell'orrore del 1956 Invasion of the Body Snatchers , in cui "pod persone" sostituiscono sistematicamente gli esseri umani con duplicati che sono privi di emozioni. Oppure considera il mondo di Star Trek, dove gli umani sono emotivi ma i Vulcaniani sono razionali.

Eppure gli scienziati non-Hollywood sanno da tempo che l'esperienza emotiva non è unica per gli umani. Nel 1872, Darwin pubblicò The Expression of the Emotions in Man and Animals . Da allora, ci sono stati molti studi comparativi che dimostrano che altri animali sperimentano molti degli stessi stati emotivi che facciamo.

Lungo la linea temporale evolutiva, l'esperienza emotiva precede chiaramente la nostra capacità di parlare. Quando siamo sopraffatti dall'emozione, non possiamo più pensare razionalmente, e anche la nostra facoltà di linguaggio si spegne. Incontrando un serpente nell'erba, la maggior parte di noi risponde allo stesso modo di uno scimpanzé – con un grido in preda al panico e primordiale.

In circostanze meno urgenti, possiamo usare il linguaggio per comunicare le nostre esperienze emotive al di là di ciò che è rivelato dalle nostre espressioni facciali, dall'intonazione vocale e dalla postura del corpo. Tuttavia, la psicologa dell'Università della Carolina del Nord Karen Lindquist e i suoi colleghi sostengono che usiamo il linguaggio per fare qualcosa di più che parlare di come ci sentiamo. Ancora più importante, sostengono, usiamo il linguaggio per costituire le nostre esperienze emotive.

Senza linguaggio, le emozioni sono eventi viscerali crudi. Il cuore corre, la mente si precipita e siamo totalmente assorbiti nel momento presente. Fisicamente e mentalmente eccitato, le nostre emozioni ci spingono a fare qualcosa. Potremmo essere spinti in avanti, come nel caso della rabbia o del desiderio. Oppure possiamo ritirarci dalla situazione, come nel caso della paura o della tristezza.

In altre parole, le emozioni ci spingono ad evitare minacce e a perseguire opportunità. La vita nel mondo naturale è un viaggio sulle montagne russe di emozioni, mentre gli animali cercano cibo e compagni evadendo predatori e nemici. Nella giungla, le tue emozioni sono ciò che ti mantiene in vita.

Le esperienze emotive negli esseri umani, tuttavia, possono essere molto più sfumate e complesse. Sei sorpreso da un rumore nel cuore della notte, ma poi dici a te stesso che è solo lo scaldabagno e niente di cui preoccuparsi. Allo stesso modo, puoi essere felice per un collega che è stato appena promosso e allo stesso tempo sentirsi deluso dal fatto che non hai ottenuto la posizione.

Usiamo il linguaggio per classificare i sentimenti grezzi. Pensando a cosa significhi una particolare esperienza emotiva, puoi pianificare una linea d'azione più vantaggiosa a lungo termine rispetto al solo fare qualsiasi cosa tu voglia. La vita umana moderna è complicata e i nostri stati emotivi primari non sempre ci guidano bene.

Lindquist ei suoi colleghi riportano una serie di esperimenti che dimostrano una relazione tra linguaggio ed emozione. Le persone che sperimentano stati emotivi mentre i loro cervelli sono scansionati mostrano attività non solo nel sistema limbico, nel centro emotivo del cervello, ma anche in aree del cervello che sono note per essere coinvolte nel recupero di parole.

Altre ricerche dimostrano che semplicemente essere in grado di etichettare le proprie emozioni può cambiare il modo in cui il corpo reagisce allo stress. Quando alle persone è stato chiesto di risolvere un difficile problema di aritmetica mentale, il loro battito cardiaco è aumentato. Tuttavia, quando le persone venivano istruite per etichettare le proprie emozioni mentre completavano il compito, i loro battiti cardiaci erano più bassi. Quindi, mettendo le parole nelle nostre esperienze emotive, non cambiamo il modo in cui pensiamo ai nostri sentimenti, cambiamo anche il modo in cui i nostri corpi reagiscono.

I ricercatori ipotizzano che questo sia il motivo per cui la psicoterapia funziona. Parlando dei nostri sentimenti, sviluppiamo una comprensione più complessa di ciò che le nostre emozioni ci stanno effettivamente dicendo e che cosa possiamo fare su di loro. Quindi, un cliente in terapia può, nel tempo, passare da "Mi sento sopraffatto" a "So di avere molto sul mio piatto in questo momento, ma se ho la priorità, posso gestire le cose importanti e lasciare andare le cose insignificanti".

Hollywood ha capito a metà quando si tratta di esseri umani ed emozioni. Da una parte, ti chiedi che cosa potrebbe motivare le persone pod, con il loro affetto piatto, ad alzarsi anche al mattino. D'altra parte, un ricco vocabolario di termini emotivi non solo migliora le nostre esperienze emotive, ma ci aiuta anche a regolarle, rendendoci più simili ai Vulcaniani di quanto il Capitano Kirk avrebbe mai voluto ammettere.

Riferimento

Lindquist, KA, Satpute, AB e Gendron, M. (2015). Il linguaggio fa più che comunicare emozioni? Indicazioni attuali in Scienze psicologiche, 24, 99-108.

David Ludden è l'autore di The Psychology of Language: An Integrated Approach (SAGE Publications).

Solutions Collecting From Web of "Senti quello che puoi dire"