Sensibilità inimmaginabili, parte 9

Si sa che sia i cani che i gatti hanno strane reazioni intorno alla morte. Il folklore è pieno di esempi di questi animali che si rifiutano di rimanere in certe stanze dove qualcuno è morto o dove una persona deceduta viveva. (Storr, pp. 206-7, 210-11; Kowalski, p.44) I proprietari di animali domestici a volte riferiscono che il loro cane o gatto sembra sapere quando un membro della famiglia è morto fuori dai locali. Si diceva che un barboncino, ad esempio, fosse diventato frenetico nel periodo in cui il figlio maggiore della sua famiglia fu gravemente ferito in un incidente automobilistico. Un altro rapporto ha suggerito che un gatto siamese ha iniziato a piangere in difficoltà esattamente nel momento in cui il suo compagno pastore tedesco è morto sul tavolo operatorio in un ospedale veterinario. (Fox, in Bekoff, p. 178) Naturalmente, abbiamo tutti sentito racconti di animali domestici che percorrevano lunghe distanze per tornare fedelmente ai proprietari da cui erano stati separati. Fatti scrupolosamente (e controvoglia), il biologo Rupert Sheldrake ha compilato rapporti su cani il cui comportamento suggerisce di sapere quando i proprietari hanno deciso di tornare a casa. (Sheldrake, 2000)

Se è vero, è possibile che tali abilità derivino da questi animali "viventi" più vicini all'osso ", come ho detto. In altre parole, apprendono i sentimenti più direttamente e li sentono più intensamente di quanto facciano gli esseri umani perché, a differenza di noi, non trafficano in ruminazione e analisi. Un fattore critico potrebbe anche essere che i nostri animali domestici sono essenzialmente membri della famiglia. Noi amiamo e provvediamo a loro, loro amano e si affidano a noi, e formano legami emotivi.

La natura profondamente sentita delle relazioni persone-animali si manifesta in numerosi rapporti anomali. Molti dei seguenti sono stati raccolti dall'autore Raymond Bayless in un libro del 1970, Animal Ghosts, anche se diversi – incluso il mio – sono di epoca più recente:

  • Una coppia aveva posseduto un setter irlandese per quasi 15 anni quando morì. Tre giorni dopo aver seppellito Red, la donna si svegliò da "un sogno realistico di vedere il rosso correre attraverso le colline" per sentire un caratteristico abbaiare. Anche suo marito, che si era svegliato, aveva sentito lo stesso; sembrava esattamente come Red. In altre tre occasioni, la moglie si sarebbe svegliata dai sogni di Red per sentire l'abbaiare, e suo marito avrebbe anche sentito i suoni (anche se non aveva sognato Red). Poco tempo dopo, portarono un cucciolo di pastore tedesco nella loro casa e, da quel giorno in poi, il misterioso latrato cessò. (Bayless, pagina 123)
  • Un marito e una moglie hanno "visto" un gatto domestico di medie dimensioni nella loro nuova casa. In un caso, corse dalla moglie e sfrecciò in una stanza adiacente; in un altro, sedeva accanto al frigorifero come se stesse anticipando un'alimentazione di mezzogiorno. In entrambi i casi, il gatto svanì dopo pochi istanti. All'epoca, nessuno dei due coniugi aveva parlato all'altro avvistamento.
  • Una donna il cui cane era morto "l'aveva sentito lamentarsi e piangere tutta la notte. Ciò è continuato periodicamente nei due mesi successivi; suo marito disse che anche lui sentì Butch abbaiare rumorosamente alla porta sul retro. Un vicino (che sapeva che Butch era deceduto ma non sui presunti suoni) raccontò alla coppia un sogno in cui il cane stava piangendo alla porta che voleva essere lasciato entrare. Il proprietario inoltre riferì che avrebbe sentito una pedana fuori dal cigolio della camera da letto allo stesso modo, e più o meno nello stesso tempo, come quando Butch era vivo e voleva essere lasciato fuori al mattino. (Bayless, pp. 103-4)
  • Un uomo si svegliò da un incubo che comportava una lotta disperata come se fosse annegamento e un senso di terrore e disperazione apprensivi. Ha poi fatto un secondo sogno con il suo cane, Bob, che sembrava steso in acqua. Il corpo del cane è stato successivamente trovato – era stato investito da un treno in corsa mentre si trovava su un ponte che attraversava l'acqua. (Bayless, pagina 43)
  • Dopo che Nellie, un bassotto in miniatura, morì, il suo proprietario iniziò a sentire piagnistei che suonavano come quelli che il cane era solito fare. Inizialmente, l'uomo spazzò via i suoni ma poi anche la sua fidanzata li sentì.
  • Una coppia che di recente aveva comprato una casa ha riferito di aver visto un gatto – con la moglie che ha affermato di sentirlo saltare sul letto. Un vicino disse loro del gatto del proprietario precedente, che era stato investito da un'auto poco prima che comprassero la casa e apparentemente corrispondesse alla descrizione della loro apparizione.
  • Un marito e una moglie hanno iniziato a "sentire" i giocattoli stridenti dei loro cani di 16 anni poco dopo che era stato soppresso. Poi scoprirono che i giocattoli si erano in qualche modo spostati da una scatola vicino alla porta sul retro e in un punto vicino al divano, che era stato il posto preferito del cane.
  • Il cane di una famiglia, Bandit, doveva essere messo giù. Poco dopo, il proprietario e il suo figlio minore furono sorpresi nel "vedere" il loro amato animale domestico che si dirigeva verso la loro porta sul retro. Così reale sembrava che la donna avesse aperto la porta prima di ricordare che Bandit non era più con loro.

Quest'ultimo è un aneddoto personale. Molti anni fa stavo leggendo a letto una sera tardi. Ad un certo punto ho avuto la sensazione di una presenza nella stanza, che sembrava essere parecchi metri davanti a me. Più o meno nello stesso periodo, il mio gatto Dalton, che era stato disteso sul letto, guardò nella stessa direzione, saltò giù e scese sotto il letto. (Non aveva mai recitato in quel modo prima d'ora – né lo fece dopo.) Dopo quasi mezz'ora, passò il sentimento di disagio e oppressione. Come al momento, Dalton riapparve da sotto il letto. (Jawer, con Micozzi pp. 210-11)

Solutions Collecting From Web of "Sensibilità inimmaginabili, parte 9"