Sei intrappolato in una cattiva relazione … con il tuo lavoro?

Optando. È un termine che è diventato una parte del nostro gergo moderno poiché le famiglie con doppia carriera sono passate dall'essere l'eccezione alla regola. La disattivazione (chiamata anche fuori rampa) è più comunemente usata per riferirsi alle donne che lasciano il lavoro per diventare mamme casalinghe. Ma è stato anche usato per descrivere le donne che lasciano il lavoro a causa di eccessivo stress o burnout.

La decisione di rinunciare è una cosa che spesso pesa molto sulle menti delle donne ad alto rendimento e sovradimensionate, e non solo per ragioni finanziarie. Le donne di successo di solito riversano i loro cuori e le loro anime nelle loro carriere, il che rende la partenza – o anche solo una considerazione – una decisione straziante, nonostante la gravità della situazione. Le donne ad alto numero di ottano spesso hanno anche forti connessioni emotive al loro lavoro, rendendo più difficile chiamarlo quando le cose si mettono male. Ma quando si prende questo tipo di decisione, è importante considerare la qualità della vita, e quando si ha una cattiva relazione con il proprio lavoro, la qualità della vita di solito prende un duro colpo.

In High Octane Women: Come i Superachievers possono Evitare il Burnout , uso l'analogia delle donne maltrattate quando discuto dell'opting out perché le dinamiche che mantengono le donne in cattive relazioni con i loro partner sono sorprendentemente simili alle dinamiche che mantengono le donne ad alto rendimento in cattive relazioni con i loro lavori. Ad esempio, in casi di donne maltrattate, è raro trovare donne che "odiano" i loro violentatori. A loro non piace essere maltrattati, eppure spesso riportano "amore" per il loro partner e hanno grandi speranze che lui (o lei, in alcuni casi) cambieranno. In effetti, due dei più grandi "tiri" che mantengono le donne maltrattate in relazioni abusive sono la connessione emotiva che provano nei confronti del batterista e la loro speranza che le cose cambino in meglio.

Queste donne non amano la persona che le picchia regolarmente. Ciò che amano è l'illusione di quella persona, la persona che hanno incontrato per la prima volta e innamorata prima che iniziasse l'abuso, la persona che a volte vedono scorciatoie tra gli episodi di abuso. E sperano che la persona che amano – quell'illusione – tornerà. Ma il più delle volte, nonostante le promesse di cambiamento da parte del violentatore, l'abuso continua. In realtà, spesso peggiora.

Più o meno allo stesso modo, le donne ad alto rendimento bruciate spesso rimangono nel loro lavoro, anche quando le picchiano giorno dopo giorno, perché amano l'illusione del lavoro basandosi su un lontano ricordo di ciò che era una volta e cosa significava una volta per loro. Di tanto in tanto, possono vedere scorci di ciò che un tempo amavano a riguardo, il che non fa che rafforzare la loro speranza che se aspettano abbastanza a lungo, le cose cambieranno in meglio, tornando a ciò che era una volta.

Ma in una relazione violenta, amore o no amore, illusione o no, quando la situazione non cambia, la donna maltrattata deve uscire per due importanti motivi: 1) quindi non continuerà a essere ferita, o peggio, morirà per mano dell'abusante, e 2) così può avere la possibilità di vivere una vita felice, sana e appagante. Lo stesso vale per le donne ad alto rendimento.

Se il tuo lavoro ti ha abbattuto e continua a picchiarti nonostante i tuoi migliori sforzi per cambiarlo, potrebbe essere il momento di affrontare una dura realtà, che è … probabilmente non migliorerà. In effetti, se il tuo rapporto con il lavoro è così brutto, probabilmente andrà a peggiorare.

Quindi, come fai a sapere quanto è grave? Fatti queste dieci domande:

1) Hai paura di svegliarti nei giorni lavorativi?

2) Ti senti risentito quando ti vengono dati nuovi casi o nuovi incarichi?

3) Ti senti come se stessi lavorando sempre più duramente, ma realizzando sempre meno?

4) Ti senti sottovalutato o maltrattato al lavoro?

5) Ti senti intrappolato o impotente perché non importa quello che fai la situazione non sembra mai cambiare?

6) Ti senti irritabile o disperato quando viene fuori l'argomento del lavoro?

7) Mancano appuntamenti, scadenze, ecc. O rimandare incarichi fino all'ultimo minuto possibile?

8) Stai prendendo più giorni di malattia del solito?

9) Ti senti sempre più cinico e disilluso?

10) Ti senti impoverito o esausto (anche nei giorni in cui hai dormito bene la notte)?

Se hai risposto si alla maggior parte o tutte queste domande, probabilmente sei bruciato, sentiti intrappolato in un brutto rapporto con il tuo lavoro e vedendo poche o nessuna opzione. La tua decisione potrebbe essere entrata nella tua mente, ma non l'hai considerata un'opzione praticabile perché, come molte donne ad alto rendimento, senti comunque una forte connessione emotiva con il tuo lavoro. Potresti vederlo come una parte della tua identità, e se sei come molti in questi tempi economici preoccupanti, potresti dipendere dal reddito, il che rende l'opzione di opting out un vero ostacolo da superare.

Ma gli ostacoli non devono essere blocchi stradali completi. Raramente non ci sono opzioni. Quindi quali sono alcune cose da considerare?

Un fattore che le donne ad alto numero di ottano, con la mente di Superwomen, dicono che possono (e dovrebbero) continuare a prescindere da come le cose cattive diventano, spesso non riescono a considerare la sostenibilità . Mentre riconosco pienamente che alcune donne devono lavorare per sopravvivere finanziariamente, la realtà è che i corpi bruciati e le menti smettono semplicemente di funzionare a un certo punto. Quindi, se senti che non puoi rinunciare per motivi finanziari, cosa farai quando … non se il tuo corpo decide di prendere in mano la situazione e opta per te? Quale sarebbe meglio? Avere uno o due anni (o meno) di burnout e angoscia prima che il tuo corpo si fermi su di te, o che si muova (o appena riesci a trovare qualcosa di nuovo)? Sarà una posizione meno remunerativa? Possibilmente. Ma quali sono i costi per restare? Quali sono i costi intangibili per il tuo benessere fisico ed emotivo quando rimani in una relazione che ti picchia continuamente e finirà per metterti fuori gioco?

Chiaramente, la decisione di lasciare un lavoro, specialmente durante i periodi di crisi economica, non è una decisione che dovrebbe essere presa alla leggera. Ma se ti senti bruciato e martoriato da un lavoro che ti sta prendendo di più di quello che ti sta dando, è un'opzione che dovrebbe essere attentamente esplorata. È anche importante ricordare che optare per uscire non significa necessariamente lasciare la forza lavoro tutti insieme; può significare decidere di lasciare una brutta relazione con un lavoro in modo da essere libero di passare a qualcosa di più piacevole e appagante, un luogo in cui hai la possibilità di riscoprire l'eccitazione e le sfide di una nuova opportunità di brillare e prosperare. E chi lo sa? Potrebbe aiutarti a scoprire una nuova passione (o riscoprirne una in sospeso) che aspetta solo il giusto carburante per accenderla.

© 2011 Sherrie Bourg Carter, tutti i diritti riservati

Il Dr. Bourg Carter è l'autore di High Octane Women: How I Superachievers possono Evitare il Burnout (2011, Libri di Prometheus).

Solutions Collecting From Web of "Sei intrappolato in una cattiva relazione … con il tuo lavoro?"