Sei a rischio di esposizione alle radiazioni di Fukushima?

fukushima radiation fish irradiated food

Come medico naturopata che vive e pratica a New York (e all'ombra della centrale elettrica indiana), i pazienti mi chiedono regolarmente: "Qual è il mio rischio dal disastro nucleare di Fukushima e dal reattore Indian Point? “

È una grande domanda.

Chiunque sia interessato alla salute si preoccuperà naturalmente dell'integrità del nostro approvvigionamento alimentare e dell'ambiente. Chiunque sia preoccupato di questi è comprensibilmente preoccupato per le conseguenze dell'incidente nucleare di Fukushima, avvenuto nel marzo del 2011.

Mentre il disastro si è verificato più di tre anni fa, stiamo solo ora iniziando a comprendere le possibili ripercussioni di questa catastrofe in termini di impatto sulla nostra offerta di cibo. La mia speranza è che questo articolo metta l'evento in prospettiva e fornisca suggerimenti ragionevoli per proteggere te e la tua famiglia.

Fukushima Reactor Disaster

Nel marzo del 2011, il più forte terremoto della storia giapponese ha causato uno tsunami le cui onde di quasi 80 piedi hanno distrutto l'area della struttura nucleare di Fukushima, classificando un evento di livello 7 su 7 secondo la scala dell'Evento Nucleare Internazionale. Le radiazioni sono fuoriuscite sia direttamente nel mare che nelle falde acquifere e, a detta di tutti, perdono ancora. Il cesio radioattivo 137 e lo iodio-131 hanno compromesso la maggior parte della contaminazione radiologica. Mentre lo iodio-131 ha un'emivita di 8 giorni, il cesio-137 è di circa 30 anni. Ciò significa che lo iodio radioattivo ha una minaccia limitata, ma ci vorranno più di 200 anni perché le radiazioni al cesio si abbassino a livelli quasi impercettibili. Poiché il cesio è facilmente assorbito in molti alimenti, tra cui latte e pesce, questo è a lungo termine sconosciuto.

Le radiazioni stanno entrando nel tuo cibo?

Radiazione nei pesci

I radionuclidi attraversarono l'aria e raggiunsero la California e il Messico poco più di una settimana dopo l'incidente. Le attuali letture geiger dei contatori geiger sulla costa occidentale della California, come riportato su RT.com, suggeriscono un aumento da tre a cinque volte superiore alla normale radioattività. Uno studio del giugno 2012 sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS) ha rivelato, senza dubbio, che il tonno pinna blu ha trasportato il cesio radioattivo attraverso l'oceano fino al Pacifico settentrionale. Le radiazioni al cesio non sono di natura normale e non sono state rilevate prima dell'evento di Fukushima, tranne nei bassi livelli di fondo (che in realtà provenivano dai test nucleari degli anni '50 e '60).

Uno studio PNAS del 2013 sostenuto dall'amministrazione oceanica e atmosferica nazionale, guidato da Nicholas Fisher e colleghi, ha esaminato una serie di studi precedenti e ha concluso:

"Le dosi aggiuntive dei radionuclidi di Fukushima … sono paragonabili o inferiori alla dose che tutti gli esseri umani normalmente ricavano dai radionuclidi presenti in natura in molti alimenti, trattamenti medici, viaggi aerei o altre fonti di base". (Fisher, 2013)

FDA.gov afferma che non vi è alcuna prova che i radionuclidi dall'incidente di Fukushima siano presenti negli alimenti degli Stati Uniti a livelli che potrebbero rappresentare un problema per la salute pubblica. " A giugno 2013, la sperimentazione della FDA sugli alimenti giapponesi importati negli Stati Uniti ha trovato solo una polvere di zenzero come in una gamma inaccettabile.

La National Public Radio ha anche riferito che il livello di radiazioni nel pesce di Fukushima è ancora 30 volte inferiore a quello che rimane dai test delle armi nucleari degli anni '50 e '60. Se ci fidiamo delle fonti FDA e NPR, e dal momento che gli Stati Uniti importano 45 milioni di chili di pesce dal Giappone, possiamo concludere che è probabile che alcune radiazioni di Fukushima arrivino davvero alla vostra tavola, ma le quantità potrebbero non essere pericolose.

Radiazioni nel tè

Gli Stati Uniti importano oltre 1.500 tonnellate di tè giapponese, nel 2011 le dogane francesi hanno rilevato livelli molto alti di radionuclidi di cesio nelle spedizioni dalla prefettura di Shizuoka, la più grande area di produzione del tè in Giappone. A queste spedizioni non era permesso entrare in Francia. Rapporti dal Giappone suggeriscono che le letture di foglie fresche sono cadute in intervalli sicuri delle basse cifre doppie dello scorso anno.

fukushima irradiated radiation milk

Radiazioni nel latte

A luglio 2013, i livelli prevedibilmente elevati di cesio 137 sono stati riscontrati nei prodotti a base di latte in polvere di Tokyo. Sfortunatamente, anche le correnti d'aria hanno trasportato il radionuclide negli Stati Uniti. Nell'aprile del 2011, Forbes e il New York Times hanno riportato l'annuncio dell'EPA della radioattività di Fukushima nell'acqua potabile di 13 città americane e il cesio 137 a basso livello è stato rilevato nei latti dello Stato di Washington e del Vermont. Nell'aprile del 2012, il latte della San Francisco Bay Area ha mostrato il doppio della contaminazione massima consentita (McMahon, 2011 e Wald, 2011).

Radiazioni in Alghe

Poiché la maggior parte delle alghe importate negli Stati Uniti proviene dal Canada e dal Messico, a questo punto le alghe non sono più pericolose di quelle dell'altro cibo coltivato o allevato negli Stati Uniti continentali.

Conclusione sull'esposizione alle radiazioni

Nel complesso, avere radiazioni supplementari nelle nostre vite probabilmente non è così sicuro come vorrebbe nessuno di noi, ma dai dati disponibili, l'evento di Fukushima potrebbe non creare più alcun rischio di quello che ci è già stato fornito da militari, industriali e radiazioni naturali, che già crediamo siano co-fattori nel cancro e altre sfide comuni per la salute.

Cosa puoi fare per proteggerti

chalk fish radiation fish fukushima

Il sito web EPA.gov offre la domanda più frequente: "Come posso proteggere me stesso e la mia famiglia da Cesio-137" e solo risposte dicendo che non c'è "niente che puoi fare se è nell'ambiente, ma il rischio è piccolo in ogni caso. "Anche se un po 'vero, questo non è affatto utile o totalmente accurato.

Come medici naturopati, siamo addestrati ad aiutare ciascuno dei nostri pazienti a considerare la causa sottostante, oltre a utilizzare i rimedi meno tossici per aiutare il corpo a fare il meglio per proteggersi e guarire. Sulla base della mia ricerca, questi sono i miei consigli:

1 – Correzione della causa sottostante: gli studi sulla struttura nucleare di Indian Point mostrano chiaramente gruppi di tumori tiroideiosi indotti da iodio radioattivo nell'area del New Jersey, della Pennsylvania e di New York. Nonostante sostenga di non avere fughe di notizie, la contea di Rockland ha il più alto tasso di cancro alla tiroide in tutte le contee di New York, con un tasso di cancro della tiroide del 67% maggiore rispetto al normale USA – tutti i numeri che erano normali prima della costruzione dell'impianto (Mangano, 2009).

Sembra una follia avere una centrale nucleare come Indian Point così vicina a un'area così densamente popolata – questa e altre centrali nucleari devono andare.

Se il mondo ha reso prioritario soppiantare la centrale nucleare per energia più sicura e rinnovabile (come l'energia eolica e solare), questa preoccupazione sarebbe stata eliminata. Vale la pena dedicare tutto il nostro tempo a lavorare a livello locale e federale per scoprire quale sia la politica nella tua zona e consentire continuamente ai tuoi politici e ai tuoi dipendenti di sapere che non tollererai più questa minaccia quando sono disponibili opzioni più sicure. Vai a http://www.senate.gov e http://www.house.gov per scrivere ai tuoi legislatori federali, e visita anche i tuoi siti del legislatore statale.

2 – Abbassare l'ansia di una tacca: mentre le preoccupazioni sulle radiazioni sono completamente valide, il Washington Post ha riferito che le maggiori minacce alla salute fisica ed emotiva dopo gli incidenti di Chernobyl e Three Mile Island sono dovute all 'ansia e allo stress, e non all'esposizione alle radiazioni. ' Se sei molto preoccupato per questo problema, lavora con un terapista per imparare come elaborare in modo sano le tue preoccupazioni e portarle in prospettiva. Più ti preoccupi, più è probabile che ti ammali, da qualsiasi condizione (Stein, 2011).

3 – Mangia bene: mangia un sacco di frutta e verdura. Il potassio, lo iodio e gli antiossidanti presenti nella frutta e verdura fresca possono aiutare a proteggere il corpo dai danni causati dalle radiazioni. Ad esempio, il potassio è un elemento simile al cesio e può contribuire alla clearance di tale radionuclide, secondo studi su animali. Allo stesso modo, se una persona è carente di iodio, un rilascio di iodio radioattivo sarebbe più facilmente assorbito dal corpo e portato nella tiroide per provocare il cancro. L'alto contenuto di potassio si trova nelle patate dolci, nelle albicocche, nelle banane e nei kiwi. Concentrazioni più elevate di iodio sono in alghe (come alghe), uova, yogurt e fragole.

4 – Evitare le tossine quando possibile: altre tossine come metalli pesanti, pesticidi, inquinamento e acqua contaminata limiteranno la capacità del corpo di trattare le radiazioni. Prova a mangiare cibi biologici, togliti le scarpe prima di entrare in casa, evita le amalgame di metallo e l'alluminio, e considera i filtri per l'acqua e l'aria di alta qualità per la tua casa.

5 – Esercizio fisico, bere molta acqua e ottenere 8 ore di sonno: queste basi di buona salute possono aiutare a mantenere al meglio i meccanismi di riparazione del DNA. In caso di contaminazione da radiazioni, una riparazione migliore comporta meno possibilità di ammalarsi.

6 – Considera di integrare il tuo corpo con iodio, antiossidanti e vitamina D. La somministrazione a basso dosaggio di iodio regolare può essere utile se non assumi cibi o sale iodato. Prima di assumere iodio, consultare il medico se questo è il migliore per voi, perché alcune condizioni della tiroide saranno peggiorate con l'integrazione. Mantenere lo stato antiossidante generale assumendo basse dosi di extra vitamina A, C, E, zinco e selenio può essere utile, anche se non è chiaro se vi è un maggiore beneficio rispetto a mangiare i frutti sani e le verdure con queste vitamine nella loro stato naturale. Alcune ricerche suggeriscono anche che livelli adeguati di vitamina D sono utili per proteggere il corpo dall'esposizione di fondo comune.

7 – Supplementi da tenere a portata di mano per l'esposizione di emergenza:

– supplementazione di potassio: può essere utile se ritieni di essere esposto al cesio 137. Il completamento del potassio deve essere monitorato da un medico se un paziente ha problemi ai reni o sta prendendo alcuni tipi di farmaci per la pressione del sangue.

spirulina: studi mostrano come i phytopigments di questo negozio di alimenti salutistici preferiti abbiano giovato ai bambini dopo l'incidente di Chernobyl, aiutando le radiazioni fuori dal corpo (diminuzione del 50% in 20 giorni con 5 grammi al giorno) (Loseva et al., 1993) .

ioduro di potassio: è un integratore da banco che è noto per proteggere la tiroide dall'assunzione di iodio-131 nel caso di una perdita.

Vitamina C: un rapporto suggerisce che i lavoratori di reattori di Fukushima altamente esposti che hanno assunto sia la vitamina C iv che orale durante l'esposizione non hanno modificato i marcatori di danno al DNA o la valutazione del rischio per il cancro, mentre i lavoratori che non l'assumevano hanno mostrato cambiamenti negativi.

– Acido alfa lipoico e vitamina E: l'assunzione orale ha contribuito ad abbassare la quantità di radioattività riscontrata nei bambini irradiati dalle urine dopo Chernobyl. (Korkina, 1993)

Blu di prussia : questo è ferrocianuro e viene usato in forma di capsule come antidoto per l'avvelenamento da cesio. Deve essere prescritto da un medico, e puoi chiedere al tuo medico se questo sarebbe accessibile a te in caso di emergenza.

dr. peter bongiorno

A proposito del dott. Bongiorno:

Peter Bongiorno ND, LAc è condirettore di Inner Source Health a New York e autore di Come Come They're Happy e I'm Not? La guida naturopatica completa per curare la depressione per sempre . Maggiori informazioni su di lui possono essere trovate su www.drpeterbongiorno.com e la sua clinica www.InnerSourceHealth.com.

Riferimenti:

Fisher NS, Beaugelin-Seiller K, Hinton TG, Baumann Z, Madigan DJ, Garnier-Laplace J. Valutazione delle dosi di radiazioni e dei rischi associati dall'incidente nucleare di Fukushima al biota marino e ai consumatori umani di pesce. Proc Natl Acad Sci US A. 2013 25 giugno; 110 (26): 10670-5. doi: 10.1073 / pnas.1221834110. Epub 2013 3 giugno.

Loseva LP e Dardynskaya IV. Spirulina – sorbente naturale di radionucleidi settembre 1993. Istituto di ricerca di medicina delle radiazioni, Minsk, Bielorussia. 6 ° Congresso internazionale di Algologia applicata, Repubblica ceca. Bielorussia.

Korkina L. et al. Terapia antiossidante nei bambini affetti da irradiazione dall'incidente nucleare di Chernobyl. Biochem Soc Trans. 1993; 21: 314S. PMID: 8224459

Mangano JJ. Variazione geografica nell'incidenza di cancro alla tiroide negli Stati Uniti e un ammasso vicino a reattori nucleari nel New Jersey, a New York e in Pennsylvania. Int J Health Serv. 2009; 39 (4): 643-61.

Radiazione di McMahon J. rilevata nell'acqua potabile in altre 13 città statunitensi, il cesio 137 del latte del Vermont. Aprile 2011. http://www.forbes.com/fdc/welcome_mjx.shtml accessibile il 31 marzo 2014

Stein R. Fear è un potente rischio di crisi nucleare giapponese. Marzo 2011. Washington Post. http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2011/03/14/AR2011031405086.html consultato il 31 marzo 2014

Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, http://statecancerprofiles.cancer.gov. Tassi per 100.000, adeguati a 2000 popolazione standard degli Stati Uniti.

Wald ML. Bassi livelli di radiazioni trovati nel latte americano. New York Times.March 30, 2011.

Yanagisawa A. Effetto della vitamina C e nutrizione antiossidante sull'espressione genica indotta da radiazioni negli operai delle centrali nucleari di Fukushima. www.doctoryourself.com/radiation_VitC.pptx.pdf, accessibile il 31 marzo 2014

Solutions Collecting From Web of "Sei a rischio di esposizione alle radiazioni di Fukushima?"