Segni di Stuckness

Nell'effetto Ostrich i problemi che catturano l'attenzione sono accettabili; possono essere ammesse, discusse e investite. Ma non possono essere completamente risolte, non proprio. Prendi in considerazione un team di progetto incaricato di sviluppare una strategia per l'introduzione di un nuovo prodotto. La questione nascosta che penetra sotto la superficie della squadra: la natura irrisolta della relazione tra i co-leader si scontrano gli uni contro gli altri con i propri leader. I co-leader hanno evitato di nominare il problema di fondo, troppo ansioso per ciò che potrebbe significare per il loro lavoro e le loro carriere. Le emozioni innescate dal problema di fondo – frustrazione e rabbia, senso di colpa, paura – diventano disconnesse dalla loro vera fonte. Ma le emozioni non scompaiono, per quanto desideriamo allontanarle. Le emozioni innescate cercano, richiedono un'espressione. Quindi, mentre il team del progetto cerca di risolvere quelle che dovrebbero essere domande strategiche relativamente dirette, le emozioni derivanti dal problema evitato si trasformano in bootleg nel suo lavoro. I co-leader agiscono in relazione l'uno con l'altro, senza essere pienamente consapevoli di farlo. Di conseguenza, il loro lavoro e quello del team di progetto stesso vengono dirottati dalle emozioni contrabbandate. Il team si blocca, i suoi membri e leader ignari di come e perché si è verificato.

Le persone rimangono bloccate nell'Ostrich Effect perché ignorano una verità fondamentale: se stiamo ripetendo le stesse conversazioni ripetutamente, stiamo avendo le conversazioni sbagliate . Il team del progetto continua a parlare dello stesso problema: la strategia per l'implementazione. Quella conversazione non porta da nessuna parte, poiché i co-leader continuano a competere per le cui idee dovrebbero prendere il sopravvento. La squadra spreca mesi di sforzi. Perché? Perché stanno avendo la conversazione sbagliata, anche se i suoi membri sono convinti che è la conversazione che dovrebbero avere. Allora, qual è la conversazione giusta? È la discussione abbastanza reale tra i co-leader del team su come sono stati creati ciascuno dai propri leader, i cui interessi sono nel dirottamento della squadra per i propri scopi piuttosto che per l'azienda nel suo complesso. Ma i co-leader sono incapaci o riluttanti – che si riduce alla stessa cosa – per avere quella conversazione. Quindi continuano a coinvolgere la conversazione sbagliata, che non sono in grado di interrompere più volte.

L'effetto struzzo prospera sulla conversazione sbagliata. Ci sfugge solo comprendendo questo e avendo le giuste conversazioni. Questo, ovviamente, non è semplice. E quel processo inizia solo quando le persone si rendono conto di essere, in effetti, bloccate. Quindi, come facciamo a sapere quando le persone sono bloccate? Ci sono alcuni segni che dobbiamo cercare. I segni sono in realtà abbastanza chiari. Ma spesso ci mancano, pensando che significano qualcos'altro. I segni includono:

  • Problemi e problemi non vengono risolti o vengono risolti parzialmente
  • I rapporti di lavoro – comunicazione, fiducia, rispetto – sono diminuiti
  • Le persone provano emozioni inquietanti – rabbia, frustrazione, tristezza, disperazione – che non vanno via anche quando i problemi apparenti e le questioni sono risolti
  • Le persone sperimentano impulsi ricorrenti verso la lotta o la fuga
  • Le situazioni sembrano troppo familiari, ripetitive o noiose

Questi sono tutti segni che le persone sono catturate nell'effetto Ostrich. Quando le persone allontanano i loro sguardi dai problemi reali che li turbano, questi problemi preoccupanti mantengono il potere di segnalare la loro esistenza. In effetti, le persone stanno inviando segnali a se stessi; emettono chiamate di soccorso, nel desiderio inconscio che qualcuno possa ascoltarle e salvarle. Quindi i co-leader del progetto agiscono in modo tale da frustrare, annoiare e irritare sé stessi e membri della squadra, che si sentono disperati al punto di voler disimpegnarsi dalla squadra. Se i capigruppo, o qualcuno dei suoi membri, fossero in grado di comprendere le loro esperienze e impulsi come segnali – come le chiamate di soccorso emesse nella speranza che qualcuno vedesse che sono presi nell'Ostrich Effect – allora la situazione potrebbe davvero essere alterata. Ma questo non si verifica molto spesso. Invece, le persone guardano i segni della stabilità come prova di incompetenza altrui, cattive intenzioni o limitazioni personali. Non si rendono conto che il vero problema è che sono tutti bloccati nella conversazione sbagliata e che ci sono le conversazioni giuste da avere.

Eppure c'è speranza. È possibile che le persone ascoltino e rispondano alle chiamate di soccorso di coloro che sono bloccati nell'Ostrich Effect. Le cattive notizie qui sono anche le buone notizie. La fermezza non si dissolve improvvisamente. Le chiamate di soccorso, inaudite, costruiscono. Segnalano la presenza dell'effetto Ostrich, dolcemente, e se non ascoltati, diventano più forti e più forti, richiedono attenzione. Nei prossimi blog, mi concentrerò su cosa significhi ascoltare quei segnali e agire su di essi, utilmente. È solo quando accade che diventa possibile interrompere le conversazioni sbagliate e passare a quelle giuste.

Solutions Collecting From Web of "Segni di Stuckness"