Sedazione di giovani bambini all'ingrosso: dal punto di vista medico, moralmente indifendibile

(apparso per la prima volta su Patriot Ledger, 27 marzo 2010)

I due processi per omicidio dei genitori di Rebecca Riley, deceduta a quattro anni da un'overdose del farmaco psichiatrico, la clonidina, hanno messo in luce le credenze e le pratiche del medico che ha prescritto il farmaco. A Kayoko Kifuji è stata concessa l'immunità in entrambe le prove in cambio della sua collaborazione per la testimonianza. Le reazioni di giurati, commenti online e lettere all'editore basate sui resoconti dei giornali della testimonianza di Kifuji spaziano dalla confusione, allo shock e all'oltraggio diretto al ruolo del medico nella tragedia.

Kifuji andò davanti a un gran giurì e non fu incriminato, evitando qualsiasi procedimento penale per le sue azioni. Il consiglio per le licenze mediche del Massachusetts, il Board of Registration in Medicine (BRM), sospese inizialmente la licenza di Kifuji per praticare la medicina. Ma dopo aver condotto un'indagine, la BRM ha ripristinato completamente i privilegi di Kifuji. Ora è tornata al Tufts Medical Center per esercitare la psichiatria infantile senza restrizioni, pene o supervisione.

Kifuji non mise letteralmente le dosi extra letali di clonidina nella bocca di Rebecca, il che potrebbe spiegare il motivo per cui non era stata incriminata. Ironia della sorte, dalla testimonianza al processo del padre, nemmeno Michael Riley. Ancora la giuria lo ha riconosciuto colpevole di omicidio. La cosa più inquietante è la decisione del BRM di non intraprendere ulteriori azioni e consentire la pratica incondizionata di Kifuji.

I fatti generali del caso sono ben noti. Kifuji ha anche trattato il fratello maggiore e sorella di Rebecca per il disturbo bipolare pediatrico con una combinazione di psicofarmaci. Rebecca aveva 28 mesi quando Kifuji le aveva prescritto la clonidina, un farmaco approvato per il trattamento della pressione alta ma usato anche nella psichiatria infantile per l'ADHD. All'età di tre anni aveva assunto alte dosi di clonidina, ma in aggiunta Depakote, un anticonvulsivante e Seroquel, un antipsicotico. Tutti e tre possono essere prescritti "off-label" per il trattamento del disturbo bipolare, la diagnosi che Rebecca ha ricevuto all'età di tre anni da Kifuji.

Le testimonianze offerte dal gran giurì e dalle audizioni del BRM sono state tenute segrete, così i processi di Riley offrono al pubblico i primi dettagli sulla gestione dei bambini Riley da parte di Kifuji. Ecco alcuni dei fatti estratti dalle trascrizioni di prova:
• Le diagnosi di Kifuji erano basate interamente su rapporti provenienti dalla madre dei bambini, Carolyn, lei stessa, diagnosticata con malattie mentali ea volte pesantemente medicata fino al punto di addormentarsi nell'ufficio di Kifuji.
• Kifuji essenzialmente ignorò gli avvertimenti tardivi di un'infermiera scolastica su possibili sedativi di dosaggi a Rebecca e da un consulente di salute mentale per Rebecca, che la madre fece fuoco dopo che il consulente avvertì l'agenzia locale di protezione dei bambini di potenziali abusi sui minori.
• Kifuji credeva alla testimonianza dei bambini di appena tre anni riguardo alle "allucinazioni" sui mostri per sostenere la diagnosi bipolare mentre scontava qualsiasi altra informazione riportata dai bambini come "inaffidabile"
• Kifuji ripetutamente autorizzò, senza attuare alcun limite effettivo, Carolyn Riley ad aumentare le dosi di clonidina che lei dava ai suoi figli. Per il suo ultimo mese di vita, Kifuji nel complesso ha prescritto 835 pillole a Rebecca.
• Rebecca all'età di tre anni, guadagnò nove sterline in due mesi con il primo farmaco antipsicotico, Zyprexa, le fu prescritta da Kifuji
• Kifuji ha aspettato quindici mesi di trattamento prima di raccomandare counseling / psicoterapia per Rebecca. Non si fa menzione di raccomandare mai una genitorialità o terapia familiare per i genitori. Gli sforzi personali di Kifuji nel consigliare la famiglia sembrano limitati a dire ai bambini di non combattere nel suo ufficio.
• Kifuji continua a insistere sul fatto che la sua diagnosi sia corretta anche quando è stato sottolineato che i sintomi dei bambini sono letteralmente scomparsi durante la notte quando la madre era fuori casa per quattro giorni e il padre è stato lasciato a capo dei bambini. Kaitlynne, la sorella maggiore di Rebecca da due anni, in una casa famiglia adottiva dopo la morte della sorella, è segnalata come un sintomo e senza farmaci con una diagnosi di stress post-traumatico (il che implica che è stata emotivamente danneggiata dalle sue esperienze).

Il BRM di Massachusett nel consentire a Kifuji di esercitarsi nuovamente senza alcuna penalità o restrizione ha essenzialmente detto ai medici e al pubblico che questo tipo di gestione dei problemi comportamentali dei bambini è "entro gli standard della pratica medica corrente" – una frase che emerge sia nelle licenze che casi di malasanità. Le udienze BRM sono procedure legali chiuse con testimoni a favore e contro il medico.

I seguenti due paragrafi tra parentesi sono stati ritagliati nell'editoriale che è apparso nel registro dei patrioti a causa di considerazioni di spazio:

[In questo caso sta dicendo che Janet Wozniak, un eminente psichiatra infantile che lavora presso la clinica di psicofarmacologia pediatrica del Massachusetts General, è apparso in udienza, senza dubbio per sostenere la diagnosi bipolare in bambini di appena due anni. La clinica e il suo capo, Joseph Biederman, sono stati sottoposti a critiche nazionali sia per la sua vigorosa promozione della diagnosi pediatrica bipolare che per l'accusa di conflitto di interessi con l'industria farmaceutica.

Quindi, in modo indiretto, qualsiasi critica ufficiale del management del Dr. Kifuji da parte del BRM sarebbe stata anche un'accusa al modo preferito da Harvard di gestire bambini molto difficili.]

Invece, il BRM ha scelto di permettere a Kifuji di continuare e ha inviato un messaggio alternativo alla comunità e, a causa dell'influenza nazionale di Harvard, l'intero paese, che lo stato di Massachusetts tollererebbe l'abuso psichiatrico di bambini attraverso la droga.

Un recente sondaggio ha riportato un raddoppiamento in cinque anni del numero di bambini tra i due ei cinque anni che ricevono farmaci antipsicotici come Zyprexa e Seroquel. Molti probabilmente ricevono il tipo di assistenza che i bambini di Riley hanno sperimentato. È molto difficile affrontare il comportamento e i problemi emotivi di bambini molto piccoli e indigenti. Le risorse non farmaceutiche sono spesso magre o non disponibili. Seguire attraverso i genitori sopraffatti è incoerente. Ciononostante, la sedazione globale dei bambini piccoli condonata e sostenuta dalla pratica psichiatrica tradizionale è sia medicalmente che moralmente indifendibile. Sfortunatamente sembra che più Rebecca Rileys dovrà morire prima che queste pratiche cambino.

Post-Script: dopo che questo op-ed è stato scritto, il Boston Globe riportò quanto segue:

Dopo il verdetto, il Procuratore distrettuale di Plymouth, Timothy J. Cruz, ha detto che crede che lo psichiatra, il dottor Kayoko Kifuji, che ha prescritto la droga a Rebecca, non dovrebbe essere autorizzato a praticare la medicina in Massachusetts, e chiederà al Consiglio di registrazione di riaprire un indagine sulle sue cure mediche.

“Dr. Kifuji non è in grado di avere una licenza medica ", ha detto dopo che il verdetto è stato annunciato. "Se ciò che il Dr. Kifuji ha fatto in questo caso è lo standard accettabile di cura per i bambini in Massachusetts, allora c'è qualcosa di molto sbagliato in questo stato".

Solutions Collecting From Web of "Sedazione di giovani bambini all'ingrosso: dal punto di vista medico, moralmente indifendibile"