Scrivere per essere ascoltato, scrivere per guarire

Nel 1994, durante un periodo di soli 100 giorni, oltre un milione di persone furono brutalmente assassinate durante il genocidio contro i Tutsi in Ruanda. L'orrore del genocidio è stato intensificato dal fatto che i crimini sono stati commessi da persone che le vittime conoscevano e di cui si fidavano – i loro vicini, amici e familiari. La fine delle violenze del luglio 1994 ha presentato al governo di nuova costituzione una sfida inconcepibile: come potrebbe il paese e i suoi cittadini curare e superare il trauma causato dal genocidio? Il processo di guarigione per un trauma collettivo è lungo e complicato – gli individui devono fare i conti con il proprio trauma e gestire il dolore fisico, sociale ed emotivo che hanno vissuto e la società deve guarire e ricreare ideologie costruttive e relazioni armoniose . Questi problemi sono al centro di un progetto di ricerca finanziato dall'AHRC presso l'Università di Nottingham, il progetto Ruanda delle storie del cambiamento. Il ricercatore principale Dr. Nicki Hitchcott ei suoi membri del team, il professor Stephen Joseph e la dottoressa Laura Blackie, hanno collaborato con l'Aegis Trust per analizzare le testimonianze di sopravvissuti e perpetratori di segni di adattamento psicologico e sociale.

Questo mese, il team ha dato il benvenuto alla dottoressa Laura Apol della Michigan State University per parlare del suo ruolo nel facilitare il processo di guarigione tra i sopravvissuti. Nel 2005, Laura viaggiò per la prima volta in Ruanda per condurre una serie di laboratori di scrittura terapeutica con sopravvissuti alle superiori. L'esperienza di Laura ha riaffermato la sua fede nel potere curativo della scrittura. Ha visto i sopravvissuti usare la loro poesia per risolvere domande, lotte, rabbia e perdita. L'esperienza è stata così stimolante che Laura ha scritto la sua poesia per capire ciò che aveva visto e per cercare di ispirare i lettori e gli ascoltatori nell'azione sociale.

Per ulteriori informazioni, controlla il nostro sito Web e seguici su Twitter @RandandShow

http://www.nottingham.ac.uk/clas/departments/french/research/rwandan-sto…

Se sei nel Regno Unito, ti preghiamo di unirti a noi per ascoltare Laura presente sul progetto di scrittura per guarire il 16 novembre alle 17:00 – A11 Highfield House, University Park, Nottingham.

O prendi Laura il 17 novembre alle 19:00 al Five Leaves Bookshop, Nottingham, per ascoltare la sua ultima raccolta di poesie: Requiem, Ruanda.

Solutions Collecting From Web of "Scrivere per essere ascoltato, scrivere per guarire"