Scrittura Psichica: la psicologia può dare un senso e essere divertente da leggere!

Affrontare argomenti psicologici per un pubblico generale può essere complicato. Come professore universitario e editor di libri di psicologia popolare, devo dire ad alcuni scrittori, "Non hai abbastanza psicologia in quel documento." Devo anche dire alla gente (a volte le stesse persone), "Non stai scrivendo un articolo di giornale."

"Non hai abbastanza psicologia su quel foglio."
vs.
"Non stai scrivendo un articolo di un giornale."

Non è davvero un caso di "contro", però. Studenti, insegnanti, blogger, scrittori di riviste, autori di capitoli e chiunque altro stia cercando di dire alle masse argomenti psicologici potrebbe commettere entrambi gli errori contemporaneamente. La scrittura formale e stilosa può, con la stessa facilità di un blog personale, dire molto o molto poco senza mai dire qualcosa di decisamente psicologico.

SarahStierch/Wikimedia Commons
Fonte: SarahStierch / Wikimedia Commons

Considera chi sono i tuoi lettori. Ad un estremo, gli scrittori possono dimenticare (o non riuscire a capire in primo luogo) cosa sia un pubblico generale. Loro sono lettori. La maggior parte, tuttavia, non sono né professionisti di psicologia né studenti di psicologia. Probabilmente vuoi che i professionisti e gli studenti apprezzino ciò che stai dicendo, ma ricorda che costituiscono solo una piccola parte dei tuoi lettori.

La maggior parte dei lettori non è abituata a leggere lo stile APA. Se scrivi spesso in stile APA (o altro), ripensa a quanto scoraggiante il primo articolo in stile APA che hai mai aperto guardato al momento.

Ad esempio, relativamente pochi lettori generici hanno familiarità con il modo in cui scriviamo articoli di riviste. Le nostre citazioni parentetiche (Smith & Wesson, 1852) appaiono strane e invadenti e agiscono come dossi che interrompono il momento di lettura. Prendi in considerazione l'uso di note di fine non invadenti.

Arriva al punto. Fai in modo che i tuoi lettori conoscano rapidamente il tuo argomento. Crea rapidamente i tuoi punti chiave. Anche se hai bisogno di animare le cose con aneddoti interessanti, commenti, commenti e altre meditazioni, vedo che molti scrittori si sbagliano vestendo troppo le cose. La maggior parte delle storie può essere raccontata a metà di tante parole. La maggior parte delle frasi di apertura degli studenti (e spesso interi paragrafi) possono essere rimosse senza perdere nulla di importante. Non seppellire il tuo tacchino del Ringraziamento sotto una pila di vestiti.

Non essere ridondante. I promemoria hanno il loro posto, ovviamente, ma notate quando due frasi di fila trasmettono la stessa nozione di base attraverso diversi gruppi di parole. Non essere ridondante. Non ripetetevi troppo, neanche (e ricordate che le osservazioni ironiche potrebbero non sembrare ovviamente fasulle in testo normale come sembrano nella vostra testa).

Ricorda il tuo punto. Il meandro è troppo facile da fare. Da qualche parte lungo la strada, chiediti come ogni frase ti aiuta a esprimere il tuo punto immediato (qualunque cosa tu stia dicendo in quella sezione o paragrafo) e il tuo ultimo punto (la cosa principale che stai cercando di dire in generale). Ricorda su quale albero stai lavorando e in quale foresta ti trovi.

Non annoiare i lettori. Non gli piacerà.

Non essere troppo formale. Lo stile di scrittura eccessivamente formale può persino annoiare i professionisti che leggono il tuo lavoro. Usa il linguaggio quotidiano (fino a un certo punto – vedi sotto). Le contrazioni possono essere a posto.

Non essere troppo disinvolto. I lettori non dovrebbero prendere sul serio la scrittura eccessivamente casuale o potrebbero sentire che lo scrittore sembra condiscendente (parlare al lettore o cercare troppo duramente di essere alla moda). Ancora più importante, usare il linguaggio quotidiano non significa usare tutto il linguaggio quotidiano. Scrivere il modo in cui le persone davvero, uhm, ora, parlare è, come dire, zoppo e … e le cose che ti distraggono. Usa il gergo con parsimonia, se non del tutto, e non esagerare con le contrazioni.

Il gergo è buono. Questo può sembrare strano quando stiamo scrivendo per un pubblico generale, ma la terminologia tecnica è buona se usata bene. Pensa al gergo come a uno strano termine che appare in una storia di fantascienza, perché gran parte del nostro gergo sembra non meno estraneo ai nostri lettori.

Termini unici ci aiutano a sottolineare che questa roba è psicologica , al contrario di essere filosofica, teologica, biologica, politica, comica, ecc. Per noi, solo parlare di processi mentali può sembrare intrinsecamente psicologico, ma senza includere un termine, menzionando una teoria, nominando uno psicologo, o riferendosi alla stessa psicologia, i nostri pensieri possono colpire il lettore come non portando più esperienza che il vagabondare di qualsiasi persona a caso dal refrigeratore d'acqua. Il gergo può aiutarli a garantire che siamo qualificati per fare le nostre deviazioni.

Non dare per scontato che i lettori già conoscano il tuo gergo. Il fatto che le persone non usino un termine al di fuori di una particolare area disciplinare (la psicologia, in questo caso) è ciò che lo rende un gergo, per definizione.

Non annunciare che stai definendo tutti i tuoi termini . " La dissonanza cognitiva è definita come un conflitto o ansia derivante da incongruenze tra le proprie convinzioni e le proprie azioni o altre credenze." BLECH! Una soluzione facile e più leggibile consiste nell'utilizzare il termine in una frase e definirlo parenteticamente, o viceversa.

Il gergo è buono. Quindi è il peperoncino in polvere. Non esagerare neanche. Invece di ripetere il gergo, a volte parafrasare o usare un sinonimo quotidiano.

Non mescolare il peperoncino in polvere con troppe altre spezie. Non stai scrivendo un capitolo di libri di testo. (Probabilmente no.) Quando i lettori vedono un gran numero di termini, è scoraggiante. Un'opzione è di introdurre ogni termine parenteticamente ( inserire qui un termine pertinente e dall'aspetto intelligente ) in modo che i lettori abbiano la possibilità di sfiorare la maggior parte di essi senza interrompere il flusso delle frasi.

Un'altra opzione è quella di dire tutto ciò che è necessario dire su un termine in modo che i lettori possano vedere quello che stai dicendo al riguardo, e quindi lasciare il termine alle spalle prima di passare a quello successivo. In altre parole, usa il termine completamente mentre è nella memoria a breve termine ( memoria di lavoro, qualunque cosa sia nella mente della persona in quel momento) senza contare su quel termine che lo fa entrare nella loro memoria a lungo termine (informazione che rimane nella memoria più a lungo di un momento). Ecco un esempio di come ho usato quel metodo in un nuovo libro, The Walking Dead Psychology: Psych of the Living Dead , per il mio capitolo sui meccanismi di difesa. 1

 Psych of the Living Dead ©  Travis Langley
Fonte: The Walking Dead Psicologia: Psych of the Living Dead © Travis Langley
  • L'affiliazione , creando relazioni con gli altri, offre sicurezza in termini numerici e sicurezza come parte di un gruppo anche quando le persone devono continuare a trasferirsi. 2 "Sopravvivere insieme è tutto ciò che conta", decide alla fine Rick. 3
  • Invece di agire su impulsi inaccettabili, una persona può sublimare quell'energia mentale, indirizzandola alla creatività 4 oa qualsiasi altra attività. Ciò si verifica quando Rick intraprende l'agricoltura sul terreno del carcere come alternativa alla violenza. 5

Ho usato il termine meccanismi di difesa ripetutamente perché, come chiarito dall'apertura del capitolo, era l'argomento del mio intero pezzo. Ho solo incaricato i lettori di mantenere un po 'di gergo nella memoria a lungo termine, e ho usato diverse tecniche per aiutarli a tenerlo lì.

Definisci un termine in modo sintetico e nel linguaggio quotidiano. " La dissonanza cognitiva (lo stress nel rendersi conto che le tue azioni contraddicono le tue convinzioni) fa sì che molte persone cambino le loro convinzioni in modo che non si sentano ipocriti".

Aggiorna le definizioni attraverso il contesto. Una volta che il termine è spiegato, può essere usato casualmente. Usa il contesto per aggiornare la memoria dei lettori di un termine invece di definirlo formalmente ancora una volta o supponendo che lo ricordino. Riportare le cose in un modo diverso mantiene le cose fresche mentre aiuta anche i lettori che non hanno capito cosa intendevi per la prima volta.

Ha senso la prima volta. Il significato di una teoria, definizione o altro concetto non è la soluzione a un mistero di omicidio. Spiegalo già.

Italicizza i termini speciali. Il gergo in corsivo può aiutare gli scrittori a mescolare le cose visivamente, rassicurare i lettori che non ci si aspetta che conoscano già quelle parole e dire che si sta davvero parlando di psicologia anche mentre si sta tentando di parlarne. Se non avessi messo in corsivo l' affiliazione nell'esempio sopra, non tutti i lettori avrebbero capito che la parola appariva lì come nome di un meccanismo di difesa.

Non menzionare molti nomi di persone. Nel mio capitolo sui meccanismi di difesa, ho parlato di Sigmund Freud. Anche se non sono un freudiano, il mio capitolo ha applicato le sue idee a The Walking Dead (o ha usato The Walking Dead per illustrare le sue idee, a seconda del tuo punto di vista). Ho citato Anna Freud e George Vaillant perché entrambi hanno ampliato le nostre idee sui meccanismi di difesa e fornito gran parte della struttura del mio capitolo. Come con i termini tecnici, però, ho chiamato Anna e George solo una volta.

Menzionare il nome di una persona senza parlare di quell'individuo come una persona fa domandare ai lettori "Chi?" Non ho detto cose come "Gannt e Burton (2013) hanno guardato all'egoismo, all'altruismo e ai fondamenti etici della personalità" 6 perché ogni ulteriore il nome rende più difficile per i lettori ricordare qualsiasi dettaglio centrale per l'argomento generale.

Non parlare di molte date. Nel mio capitolo sui meccanismi di difesa, ho identificato gli anni in cui Freud visse (1856-1939) per il contesto storico e non includeva altre date. La maggior parte delle date sono disordine e distrazioni. Il lettore occasionale che vuole saperne di più può trovare le date nella sezione di riferimento.

Non dare lezioni. Parla con loro, non con loro, e non farli sentire come se fossero seduti in classe. "In questa sezione, vedremo …" potrebbe anche iniziare con "Ora, classe …".

"Come?" È meglio di "Cosa?" E "Perché" è meglio di "Come?" La migliore domanda che il tuo argomento psicologico (ad esempio i meccanismi di difesa) può provare a rispondere al tuo argomento "terra-terra" (es. persone o personaggi affrontano lo stress) è di solito PERCHÉ? "Ecco un sacco di termini che definiscono le cose che vedi le persone fanno" ha un valore, ma "Ecco cosa potremmo sapere su perché le persone fanno quelle cose che stiamo nominando" è più forte.

Conclusione

Non stai scrivendo un articolo di giornale! Vieni con titoli di sezione più interessanti di "Introduzione" o "Conclusione". Non utilizzare affatto alcuna forma di "Introduzione", a questo proposito. Il tuo articolo o post ha già un titolo. I lettori sanno che l'introduzione è esattamente quella quando è la prima cosa che leggono. Potrebbero non rendersi conto che la conclusione è immediatamente la conclusione se non hanno fatto scorrere la pagina abbastanza lontano per vedere che questa è la fine, quindi ha bisogno di una propria voce.

Non finire troppo bruscamente. Questo può essere stridente.

😉

E seriamente riconsiderare l'uso di emoticon.

Note finali

1 Langley (2015).
2 Wisman & Koole (2003).
3 trailer di The Walking Dead stagione 5B (30 novembre 2014).
4 Kim, Zeppenfield, & Cohen (2013).
5 L' episodio di The Walking Dead 3-1 "Seed" (13 ottobre 2012).
6 Gannt & Burton (2013).

Riferimenti

Gannt, EE, & Burton, J. (2013). Egoismo, altruismo e fondamenti etici della persona. Journal of Humanistic Psychology, 53 (4). 438-460.

Kim, E., Zeppenfeld, V., & Cohen, D. (2013). Sublimazione, cultura e creatività. Journal of Personality & Social Psychology, 105 (4), 639-666.

Langley, T. (2015). Eros, thanatos e un'armatura di meccanismi di difesa: Sigmund Freud nella terra dei morti. In T. Langley (a cura di), The Walking Dead psicologia: Psych of the living dead (pp. 192-205). New York, NY: Sterling.

Wisman, A., & Koole, SL (2003) La salienza della mortalità può promuovere l'affiliazione con altri che si oppongono alla propria visione del mondo? Journal of Personality & Social Psychology 84 (3), 511-526.

Solutions Collecting From Web of "Scrittura Psichica: la psicologia può dare un senso e essere divertente da leggere!"