Sconfiggi la solitudine: rimani in contatto con un anziano

Come un piccolo gesto può fare una grande differenza.

Chalmers Butterfield/WikiMediaCommons

Fonte: Chalmers Butterfield / WikiMediaCommons

Con l’invecchiamento della popolazione e il numero di adulti oltre i 65 anni, la solitudine, in particolare per coloro che vivono da soli, è in aumento. Questo è motivo di preoccupazione, perché scienziati sociali e ricercatori stanno scoprendo che la solitudine è un fattore di rischio indipendente per lo sviluppo di diversi problemi psicologici e medici, tra cui la depressione, le malattie cardiovascolari e persino la morte prematura. Mentre è vero che non tutti quelli che vivono da soli sono soli – e si possono sentire soli anche se circondati da altri – c’è una forte correlazione tra isolamento sociale e solitudine.

Non sto suggerendo che invecchiando porti automaticamente a dei problemi. In effetti, stiamo scoprendo che ci sono molti miti su ciò che accade quando le persone si spostano tra i 70, gli 80 e gli anni ’90. Nonostante una maggiore probabilità di declino cognitivo e problemi di salute legati all’età, molte persone hanno la capacità di vivere una vita piena, attiva e felice. Il Dott. Dilip Jeste, Responsabile del Centro Sanitario per l’invecchiamento della UC di San Diego (gli anziani sono più felici delle persone sui 20 anni) e la dott.ssa Laura Carstensen, autrice di A Long Bright Future , sottolineano entrambi in termini di questioni come la felicità e una visione positiva della vita, quelli in età adulta sono più probabili di essere meno contenuti rispetto a quelli di età superiore ai 65 anni. Il mio co-autore, Ken Blanchard, e ho mostrato una via da seguire per coloro che stavano lasciando o cambiando le loro vite professionali in Refire! Non andare in pensione! . Quindi, il sottotitolo Rendi il resto della tua vita il meglio della tua vita.

Tuttavia, la solitudine è un problema crescente per gli adulti più anziani che sono sopravvissuti ad amici e parenti. Di recente, il Regno Unito ha deciso di nominare un ministro della solitudine per affrontare la questione. Il Wall Street Journal ha recentemente riportato che gli adulti più anziani trascorrono più tempo a visitare i loro medici di base, non perché sono più malati, ma a interagire con altri adulti più anziani e con il personale medico caloroso e accogliente.

Burim//WikiMediaCommons

Fonte: Burim // WikiMediaCommons

Il problema della solitudine non può essere risolto dal solo governo o dai professionisti della salute mentale o della salute. Riconoscendo questo, molti anziani stanno partecipando all’emergere del Movimento Villaggio. Invece di lasciare le loro case per alloggi per anziani o per la vita assistita, gruppi di anziani stanno formando organizzazioni senza scopo di lucro per fornire servizi – trasporto, consegna pasti, infermieri, ecc. – che sostengano il loro obiettivo di rimanere a casa il più a lungo possibile.

Il movimento del villaggio è un inizio, ma credo che ciascuno di noi debba assumersi la responsabilità delle persone anziane nelle nostre vite. Così:

Sfido chiunque con un vecchio familiare, un amico o un collega – in particolare se quella persona vive da solo – a impegnarsi a connettersi con quella persona almeno una volta alla settimana.

Capisco che la distanza geografica potrebbe rendere impossibile il contatto di persona. Anche se il tuo amico è tecnologicamente esperto, il che non è vero per la maggior parte degli adulti più anziani, i testi e le e-mail hanno un impatto meno emotivo. Anche se può sembrare un ritorno a un momento precedente, ti suggerisco di fare una telefonata piuttosto che collegarti elettronicamente.

Spero di iniziare a rimanere in contatto con un movimento Senior . Adottando l’abitudine di rimanere in contatto con gli adulti più anziani, incoraggiare gli altri a fare lo stesso. Se ritieni che questi adulti più anziani non stiano parlando con qualcuno su base regolare, incoraggiali a contattare i loro figli, i nipoti, gli amici e persino le persone che hanno incontrato di recente. Non sarebbe fantastico se ognuno di noi cogliesse l’opportunità di entrare in contatto con qualcuno che conoscevamo anni fa, o anche qualcuno di nuovo?

Ora, non sederti qui a leggere questo blog. Fallo! O come un mio collega ha detto recentemente quando ho proposto questa idea, “Basta prendere il dannato telefono!”

Solutions Collecting From Web of "Sconfiggi la solitudine: rimani in contatto con un anziano"