Scavando in profondità

Fonte: usato con il permesso dell'autore Fran Sorin.

Il giardinaggio può essere il perfetto contrappunto ai tempi sovraccarichi di tecnologia. Solo l'atto di scavare in un giardino può portare gioia, ed è un percorso per incoraggiare la creatività interiore. Sentire il terreno nelle dita può correggere lo squilibrio derivante dal vivere una vita privata della natura.

Perché il suolo è così sacro?

Quando scavi un buco nel terreno e senti il ​​suolo friabile tra le dita, stai partecipando a un rituale che ha avuto luogo sin dagli albori del genere umano. Se chiudi gli occhi, puoi persino immaginare che i tuoi antenati facciano la stessa cosa. C'è qualcosa di così profondo e primordiale nella connessione del genere umano con la terra. È in questi momenti, quando ci connettiamo alla natura in un modo molto profondo, che ci colleghiamo alla nostra umanità più essenziale. Non importa quanti soldi, gioia, tristezza, successo o fallimento hai avuto nella tua vita, quando scavi nella terra, puoi provare un sentimento di unità con l'universo.

L'esistenza umana dipende dalle piante. Perché questo sembra così facile da dimenticare?

Nel mondo di oggi, siamo dipendenti dalla tecnologia. La quantità media di tempo speso per dispositivi elettronici è di 7-plus ore al giorno. Un risultato è che siamo sempre più disconnessi dalla natura. Anche la nostra cultura attribuisce un'alta priorità alla produttività e ai risultati. Per così tante persone che stanno lavorando senza sosta per guadagnarsi da vivere e crescere una famiglia, passare il tempo a riflettere sul nostro rapporto con le piante non passa nemmeno per la testa.

Dal momento in cui sono bambini, i nostri bambini devono essere istruiti sulla magia e il potere delle piante e imparare a relazionarsi e ad apprezzarli. Non c'è modo migliore per far sperimentare ai bambini la nostra dipendenza dalle piante piuttosto che farle seminare semi di ortaggi, curare le piantine e le piante durante tutta la stagione di crescita e quindi raccogliere le verdure mature.

In che modo lavorare con la sporcizia e stare nella natura ispira la creatività?

Il giardinaggio è un modo meraviglioso per de-stressare, lasciare andare i pensieri quotidiani di Fare e aprirsi all'inconscio. È molto spesso in questi momenti "non pensanti" in cui i pensieri creativi germogliano e si esprimono spontaneamente. Inoltre, essere nella natura – essere davvero lì, non solo passare attraverso – può fornire un profondo senso di pace e appartenenza. Quando siamo in grado di lasciare andare i nostri problemi e risvegliare i nostri sensi, la nostra coscienza è matura per la creatività. Individui come Albert Einstein, Beethoven, Winston Churchill e Vincent Van Gogh attribuiscono il proprio tempo all'osservazione e all'essere nella natura come un grande strumento per la risoluzione di problemi creativi.

Pensi di meditare mentre scavi?

Ognuno ha la capacità di utilizzare il giardinaggio come forma di meditazione. Tutto dipende dalla tua mentalità. Se vai in giardino con l'intento di usarlo come strumento per rallentare, risvegliare tutti i tuoi sensi, apprezzare la bellezza che ti circonda, provare gratitudine e praticare la consapevolezza, allora puoi assolutamente sperimentare uno stato meditativo nel giardino.

Anche andando in giardino con una mente piena di tutto ciò che deve essere fatto quel giorno, la gente può ancora trovare la fantasticheria lì. Il solo fatto di iniziare a lavorare nel terreno, a scavare, a diserbare, a rilassare la mente.

Cosa ne pensi di tutti i libri di mindfulness sugli scaffali in questi giorni?

I libri sulla consapevolezza possono essere porte meravigliose per imparare a rallentare, rimanere concentrati sul presente e apprezzare davvero il momento. Ma come qualsiasi altra cosa, non basta solo leggere un libro sulla consapevolezza. Per apportare cambiamenti sostenibili, è necessario impegnarsi in una pratica e essere diligenti al riguardo.

Cosa pensi che le persone si sbagliano sulla creatività?

Siamo stati sottoposti al lavaggio del cervello facendoci credere che o siamo nati creativi o non lo siamo. Se, come la maggior parte della gente, ti è stato detto fin dalla giovane età che non sei nato con il gene della creatività, allora impari molto rapidamente a stare alla larga dagli interessi creativi.

Questa verità è questa: siamo tutti intrinsecamente creativi. È il nostro diritto di nascita. Non importa in che età tu sia, puoi accedere alla tua creatività. Si tratta di aprirsi alle possibilità, mantenere la mente di un principiante, sperimentare, essere spontanei e giocosi, correre rischi e imparare che gli errori sono parte integrante del processo creativo.

Ho istruito i clienti per più di 30 anni. Ho visto gli individui trasformare le loro vite ordinarie in cose straordinarie quando sono abbastanza coraggiosi da correre rischi e aprirsi al loro sé autentico. Questo è il luogo in cui tutta la creatività germina.

I bambini sono più bravi a "scavare in profondità" rispetto agli adulti?

I bambini giocano in modo naturale e non si preoccupano di come appaiono agli altri. A differenza della mente adulta, che registra l'autocoscienza, i bambini lo stanno facendo, senza pensieri che li trattiene dall'essere i loro sé autentici. Ecco perché quando osserviamo i bambini nei parchi giochi, coinvolti nello sport, o anche creando i propri spettacoli o musical, ci meravigliamo dei loro spiriti liberi e senza impedimenti – e aneliamo segretamente ad essere più simili a loro.

Il gioco è creatività come lavoro. È un atteggiamento, uno spirito e un impegno per trovare la vera gioia in ogni atto, con poca o nessuna preoccupazione per il risultato.

Qual è la differenza tra essere più creativi o vivere in modo creativo?

Nella nostra cultura, parliamo di essere più creativi in ​​relazione a un progetto specifico. Uso la frase "vivere più creativamente" perché credo che gli umani abbiano il potenziale per essere creativi con ogni respiro che prendono. Vivere creativamente riguarda come camminiamo attraverso i nostri giorni; include come possiamo comunicare con gli altri (e con la nostra voce interiore), come facciamo i compiti, come osserviamo il mondo che ci circonda. Vivere creativamente comporta avvicinarsi ad ogni momento come fresco e nuovo, con possibilità illimitate.

Vedi di lavorare con il suolo come un balsamo per la nostra ossessione moderna per i dispositivi?

Assolutamente. L'ho visto più e più volte quando le persone mettono le mani nella polvere, un senso di calma le supera. Si connettono con la natura e sono in grado di provare un senso di unità con l'universo. Quando circondati dal verde, inspirando aria fresca e risvegliando i loro sensi, gli individui espandono la loro realtà, creano nuove possibilità e aprono nuovi percorsi neurali.

Qual è la cosa più sorprendente che hai scoperto mentre scrivevi il tuo libro?

Sono stato sorpreso di essere riuscito a esprimere a parole ciò che fluiva dal mio inconscio. Ho sviluppato le mie opinioni sul giardinaggio per decenni. Scrivere il libro mi ha permesso di organizzarli in un modo che sentivo potesse offrire informazioni e ispirazione a un vasto pubblico, sia giardinieri che non-giardinieri. Sono stato felice che il processo di scrittura del libro sia stato così gioioso e creativo.

Chi è il tuo eroe?

Quello che viene subito in mente è Richard Feynman, il celebre fisico che ha vissuto una vita creativa, giocosa, gioiosa e ricca.

Informazioni su THE AUTHOR: Gli autori selezionati, con le loro stesse parole, rivelano la storia dietro la storia. Gli autori sono presenti grazie al posizionamento promozionale delle loro case editrici.

Per acquistare questo libro, visita:

Scavando in profondità

Used with permission of author Fran Sorin.
Fonte: usato con il permesso dell'autore Fran Sorin.

Solutions Collecting From Web of "Scavando in profondità"