Sarà un amore in ascesa o una relazione trascinante?

BlueSkyImage/Shutterstock
Fonte: BlueSkyImage / Shutterstock

In un altro post (Ti amo nella parte sbagliata del cervello?), Ho descritto come ci innamoriamo del cervello di Toddler, ma dobbiamo rimanere innamorati nel cervello degli adulti . Il cervello di Toddler, (sviluppato strutturalmente dall'età di tre anni) è impulsivo, semplicistico, ossessionato da se stesso e dato alle lotte di potere: "Il mio!" E "No!" Nella parte più profonda del cervello degli adulti (strutturalmente sviluppata intorno all'età di 28 anni) , possiamo regolare gli impulsi, vedere altre prospettive e analizzare accuratamente le nostre esperienze e quelle degli altri. Lì possiamo pianificare, soppesare prove, emettere giudizi sonori e costruire una vita di valore e significato.

I meccanismi di risposta cerebrale del bambino, invocati dall'abitudine sotto stress, sono la colpa , la negazione e l' evitamento . Ogni volta che incolpiamo, neghiamo o eludiamo la responsabilità, rafforziamo il dominio del cervello di Toddler, il che rende impossibile raggiungere quel tipo di relazioni intime che più incolpano, negano ed evitano il desiderio profondo dei partner.

Perché le relazioni intime moderne sono così difficili

Una delle ragioni per cui le relazioni amorose sono così difficili è che innamorarsi è così facile. Potenti ormoni e neurotrasmettitori intensificano i nostri sensi, attivano le pulsioni primarie e riducono le nostre difese; in larga misura ci fanno innamorare. Nonostante le enormi complicazioni delle relazioni moderne, il cervello umano vuole davvero amare.

Ahimè, la biologia che ci unisce non ci tiene uniti. In effetti, la biologia rende difficile vivere insieme felici per più di qualche anno. Questo è probabilmente dovuto al fatto che la biologia del legame emotivo si è sviluppata in un momento in cui gli umani erano tribali, non legati a coppie. Mantenere la connessione comune era più importante per la sopravvivenza che sostenere una connessione intima . L'obiettivo di due individui l'uno sull'altro era quello di riprodurre, non per costruire una vita insieme come ora desideriamo. Inoltre, le emozioni sono stimolate dal cambiamento, sia nell'ambiente che nei pensieri, nell'immaginazione o nelle sensazioni interne. Quando tutto è uguale, cioè familiare , il concetto si attenua. È così che il male diventa sopportabile: le persone si adattano alla prigione, alla privazione e al disagio una volta che quelle condizioni orribili diventano la norma. Ma è anche il modo in cui il bene diventa noioso, una volta che diventa la norma.

Naturalmente la biologia è solo una parte della storia. I fattori sociali e culturali che un tempo hanno contribuito a sostenere relazioni a lungo termine sono diventati un ostacolo per loro. Ad esempio, sposarsi per amore è relativamente recente nella storia umana. Fino a un paio di centinaia di anni fa, il matrimonio era interamente un accordo politico, sociale o familiare. Un'autorità superiore ti impegnerebbe in un'unione con una persona che conoscevi a malapena. A volte non vedresti nemmeno la tua fidanzata fino alla cerimonia nuziale. ("Sollevare il velo" era spesso la prima volta che i partner si trovavano faccia a faccia. Molte persone mantengono quella tradizione, insieme a non permettere allo sposo di vedere la sposa il giorno del loro matrimonio, anche quando hanno vissuto insieme per alcuni anni.) Quindi, in passato, due persone con livelli molto bassi di interesse, fiducia, compassione e amore reciproco hanno concordato di formare un'unione e costruire una vita insieme. Da un punto di partenza emotivo così basso, non c'è nessun posto dove andare se non su. Nei tempi moderni, partiamo da livelli molto elevati di interesse, fiducia, compassione e amore, livelli insostenibili data la concentrazione e l'energia emotiva che consumano. Per noi, non c'è nessun posto dove andare, ma giù.

Mentre il legame tra loro svanisce, la coppia moderna inizia a provare sensi di colpa, vergogna e ansia. La perdita di infatuazione è in genere la prima crisi delle relazioni amorose, che si verificano dal secondo anno di convivenza. Se le coppie non affrontano questa crisi nelle aree più profonde del loro cervello – il cervello adulto – la loro colpa, vergogna e ansia si trasformano in risentimento, rabbia e, alla fine, disprezzo e disgusto.

Un'imprevista ma devastante pressione sui rapporti d'amore a lungo termine venne dal precipitoso declino della famiglia allargata. Di recente, un paio di generazioni fa, la famiglia nucleare – due genitori e due bambini che vivono soli insieme – era una rarità. In genere, la nonna era al piano di sopra, Zia Sally era nel seminterrato e lo zio Fred era nella stanza degli ospiti. Se non erano sotto lo stesso tetto, erano vicini o di fronte. Le famiglie allargate offrivano alle coppie un sostegno molto necessario con i bambini e le finanze. Quasi altrettanto importanti, i membri della famiglia allargata erano spesso confidenti emotive per i coniugi assediati. A differenza dei loro predecessori, le coppie che cercano di mantenere relazioni intime ora sono piuttosto sole.

Altri cambiamenti culturali negli ultimi decenni hanno aumentato la pressione sui rapporti intimi moderni, ma questi non includono la rottura dei ruoli tradizionali di genere, come talvolta viene menzionato dalla stampa. I comportamenti egualitari si sono dimostrati liberatori e benefici nei rapporti d'amore. Più il potere, le scelte e il controllo delle risorse sono egualitari, più le relazioni sono verosimili. Piuttosto, gli effetti negativi del cambiamento culturale derivano in gran parte dalla trasformazione radicale delle aspettative che le coppie portano a unioni impegnate, in particolare su ciò che i partner intimi dovrebbero fare l'uno per l'altro. La storica di famiglia Stephanie Coonz ha scritto due libri eccellenti sui cambiamenti sociali e psicologici del matrimonio, Il matrimonio: una storia e il modo in cui non siamo mai stati. Per esempio, sottolinea che le donne di un paio di generazioni fa sarebbero sconvolte dal suggerimento di considerare i loro partner maschi come confidenti emotivi. Le donne degli anni passati generalmente consideravano i loro mariti come le ultime persone con le quali avrebbero parlato di qualcosa di emotivo. Solo dopo aver testato le acque con fidanzate, sorelle, zie e madri potrebbero parlare di problemi emotivi con i loro partner maschi. Semplicemente non credevano che i mariti potessero capire la complessità dei loro sentimenti.

Certamente, gli uomini possono comprendere la complessità emotiva e le coppie possono formare un'unione più perfetta, ma solo quando la coppia interagisce con il cervello degli adulti. Quando i partner interagiscono con il cervello di Toddler, nessuno dei due ha una possibilità di comprendere l'altro. La disconnessione dolorosa che le coppie moderne affrontano costantemente con i risultati dei tentativi di convincere i loro partner a fare qualcosa – "soddisfare i miei bisogni" – quando entrambi sono nel loro cervello Toddler, dove sono incapaci di aiutarsi l'un l'altro, e molto meno di incontrarsi esigenze.

Abitudine contro amore

Il cervello mette insieme una serie di risposte condizionate alle abitudini della forgia, che sono comportamenti che funzionano con il pilota automatico, cose che facciamo senza pensare. Molto di ciò che facciamo lo facciamo per abitudine. Più apertamente, le abitudini regnano sotto stress, quando le risorse mentali richieste per comportamenti consapevolmente decisi sono tassate. L'ampia formazione per i lavori stressanti – dal servizio militare al controllo del traffico aereo – è necessaria per superare il dominio delle risposte e delle abitudini condizionate sotto stress.

Il default del cervello rispetto alle abitudini passate quando le cose si fanno difficili rappresenta un problema importante nel sostenere sentimenti di amore, interesse, compassione e fiducia. La maggior parte delle nostre risposte emotive sono state condizionate e modellate in abitudini prima che la parte profonda del cervello – la corteccia prefrontale superiore – sia completamente mielinizzata (on line). Senza gli ormoni e i neurotrasmettitori dell'amore che prevalgono su quelle abitudini (come fanno quando si innamorano), facciamo ripetutamente gli stessi errori egocentrici. Sotto stress, la parte meno sofisticata del cervello sovrascrive la capacità di invocare la maggior parte di ciò che abbiamo imparato sull'amore e sulla vita.

Molte delle abitudini attivate sotto stress, incolpando, urlando, facendo ostruzionismo o svalutando i propri cari violano i nostri valori più profondi. Per sfuggire al senso di colpa, alla vergogna e all'ansia che sono inevitabili nel violare valori più profondi, impieghiamo la corteccia prefrontale per giustificare, piuttosto che correggere e regolare le risposte simili ai bambini. Giustificare comportamenti che violano valori più profondi richiede adrenalina, che fornisce energia temporanea e sentimenti di fiducia. Quando il cervello di Toddler vuole energia e fiducia nel futuro, è probabile che ripeteremo la violazione "giustificata" dei nostri valori più profondi. Ecco perché diffidiamo delle persone quando sono sulla difensiva: sembrano giustificare violazioni di valori più profondi. La nostra esperienza ci dice che è probabile che si ripeta il comportamento giustificato. Quando i partner giustificano la svalutazione reciproca, la relazione può solo degenerare nel tempo.

La grande limitazione del cervello umano è la sua tendenza ad impegnare il terreno emotivo delle relazioni amorose con sentimenti e comportamenti condizionati nella parte del cervello dominata da "Mine" e "No". È una tendenza che dobbiamo innalzare per raggiungere un amore altissimo.

Amore in ascesa

L'amore in ascesa supera i limiti delle abitudini emozionali e ci aiuta a diventare i partner più potenti e umani che possiamo essere. L'amore in ascesa crea una relazione basata sul desiderio piuttosto che sul bisogno emotivo, sul sostegno piuttosto che sulle richieste e su valori duraturi, piuttosto che su sentimenti temporanei. L'amore in ascesa nutre la crescita individuale e l'armonia delle relazioni, proprio come i musicisti si aiutano a vicenda in un duetto. Praticano i propri strumenti quanto necessario per funzionare bene come un'unità. Solo allora si adattano le loro risonanze individuali insieme per realizzare qualcosa di più grande di quello che possono per la loro armonia. In mezzo al rumore a volte rauco della vita moderna, l'amore svettante rivela un eco sempre così debole di ciò che significa essere umani.

Salire sopra

Solutions Collecting From Web of "Sarà un amore in ascesa o una relazione trascinante?"