Salvezza: è tempo di dire addio al mio passato

I trattamenti per il trauma cerebrale danno molto, ma non possono ripristinare i tuoi sogni.

Questa è la parte dieci di una serializzazione settimanale dei capitoli di Salvation , una sezione del mio libro che descrive la speranza che porta un trattamento efficace. La prima parte è qui. Per la prima volta in oltre cinque anni e mezzo e dopo che la riabilitazione standard aveva apportato pochi cambiamenti alla mia ferita, ho ricevuto un “sì” al mio obiettivo di guarire il mio cervello. La commozione cerebrale è una lesione cerebrale: il trattamento dei neuroni e di me inizia all’inizio del mio viaggio di lesioni cerebrali; la sezione Salvezza inizia il viaggio per ripristinare i miei neuroni. Questa settimana, comincio a sperimentare effetti notevoli dal biofeedback del cervello, ma non sono abbastanza per aggrapparmi al mio sogno.

salvezza

Capitolo 10: Biofeedback inizia e Lifeliner finisce

Shireen Jeejeebhoy

Fonte: Shireen Jeejeebhoy

Le mie emozioni tornarono all’abisso e ancora una volta non sentii nulla. Mi ero richiamato alle mie sessioni AVE. Avevo avuto tanta fretta di migliorare. Più potevo fare per muovere il cervello , pensai, meglio è. Ma quelle emozioni … è stato terribile. Ma ora sapevo di aver preso la decisione giusta.

Al mio compleanno, un altro problema. Dov’era il mio massaggiatore? Erano le due del pomeriggio, l’ora del mio appuntamento. Il mio orologio ha detto così. Entrò in scena mentre tornava nel suo ufficio dove la stavo aspettando.

“Sono le tre del pomeriggio,” disse. La mia faccia si piegò incredula. Tre? Guardai l’orologio e questa volta il mio cervello capì quello che vedevano i miei occhi. La mano era sui tre, non sui due. Scuoto la mia testa. Come ho letto male il tempo? Stavo andando molto bene.

Il mio massaggiatore era comprensivo. Erano stati preoccupati perché era così diverso da me. Mi ha dato una rapida spalla impastata prima del suo prossimo cliente. Andai a casa dolorante, dolorante, rigido, stanco, perplesso. Ho camminato nella mia porta principale. Ho dovuto cambiare i miei allarmi sul mio Palm. Non si stavano registrando e, nonostante sentissi di essere sulla strada giusta, ho ancora interpretato male i numeri. E l’inglese parlato diventava senza senso mentre le parole si trasformavano, come quando l’uomo forte diventava un sidethrough o uno spago. Ho chiamato quegli errori misteriosi “verbos”. Nel frattempo la gente ha continuato a confondermi. Le loro voci dissero che volevano vedermi, ma le loro azioni li assentirono dalla mia vita. Il mio mentore spirituale mi ha detto di fissare i confini. “Non puoi permettere alle persone di camminare su di te”, disse. Ho annuito.

Il giorno seguente, mentre stavo lavando le mani edematose al lavandino, ho tirato la mia fede sotto la schiuma come ho fatto ogni tanto. Avevo iniziato ad aumentare di peso e non mi aspettavo di riuscire a togliermi l’anello quando non si staccava dopo aver perso parecchi chilogrammi. Il mio anello si mosse. Lo fissai. Potrei tirarlo oltre il grasso gonfio e l’acqua? Ho tirato correttamente. È scivolato via. Non ho sentito niente.

Tick. Tick. Tick.

Il Centro ADD e io continuammo a perfezionare ciò che avrebbe aiutato la mia lettura.

Michael mi ha consigliato: “È importante assicurarsi di essere vigile quando leggi”. Non ero sicuro di come farlo. Non ero più uno zombi, ma l’attenzione mi sfuggiva.

Ho pensato, suppongo che la vigilanza sia relativa. Il mio psicologo mi aveva detto che quando non pratico, il mio cervello ritorna al suo stato predefinito. Dovevo continuare a leggere e farlo al mio massimo livello di energia.

Ho chiamato Lily. Ha chiesto al Signore una parola. Diligenza. Mi accigliai.

“Sono pessimo nelle definizioni”, le dissi, poiché la mia memoria si rifiutava di citare quella parola dal mio vocabolario interno. Lei lo guardò. Significava industrioso e attento. Ha detto che si applicava alla mia vita. Non smettere. Arriverò dove mi piacerebbe passare il mio duro lavoro. Non scoraggiarti con il mio blog o le mie foto, quanto tempo mi serve per capire Flickr, o quanto pochi kith e parenti sono interessati ai miei scritti o alle mie foto. Ho riattaccato. Quando ho caricato la mia pagina su Flickr, sono rimasto stupito e felice nel vedere che il blogger dei Territori del Nord-Ovest mi aveva aggiunto come amico.

Tick. Tick. Tick.

Dicembre è sorto freddo. Il denaro ha continuato a svuotarsi dal mio conto in banca e ho tenuto il termostato basso. Sono stanco di essere freddo. I miei muscoli godevano di una doccia calda completa ogni volta che la mia pelle lo permetteva. Ho iniziato a stare a letto nel calore sotto le lenzuola finché non ho avuto altra scelta che alzarmi.

La mia rinite traumatica è tornata. Modalità zombi restituita. Sono diventato irritabile. Ho disperato Non mi restavano molte sedute. Dovevo stare meglio prima che i quaranta stessero per dimostrare la correttezza della mia decisione. Invece, il mio corpo stava crollando. Le cellule di grasso si gonfiarono e si moltiplicarono come scarafaggi. Più acqua raccolta negli spazi tra le mie cellule. Tranne quel momento in cui il mio cervello aveva spento l’appetito, rimasi perennemente affamato e il mio stomaco si espanse, chiedendo cibo tutto il giorno. E il 1 ° novembre, ho ricevuto le notizie terrificanti.

Un ex psichiatra mi aveva chiamato. Aveva ricevuto una richiesta per copiare ogni singola pagina dei suoi appunti da inviare agli avvocati. Che cosa? Le norme provinciali sulla previdenza per gli infortuni hanno stabilito che la compagnia di assicurazione non poteva visualizzare i dati relativi alla salute mentale oltre un anno prima dell’incidente. I miei erano molto, molto più vecchi. Quale possibile rilevanza potrebbero avere?

4 dicembre, come il magma in aumento, la mia rabbia è esplosa. Perché qualcuno dovrebbe vedere uno strizzacervelli quando l’aspettativa della privacy è un miraggio? Mi infuriai contro le mura incuranti che mi circondavano. Stanno invadendo le mie personali e dolorose parole che ho detto in confidenza. Stanno dicendo che il mio vecchio strampalato è un bugiardo, che in qualche modo lei potrebbe prevedere anni nel futuro del mio incidente d’auto, che il suo riassunto per loro non era abbastanza buono. Perché è consentita una spedizione di pesca? Dio non è da nessuna parte. Perché credere? Sei ancora fuori ad asciugare come lo sciagurato dei vecchi scaffali del mercato. Non è rimasto un briciolo di dignità. Non sono un criminale. Non ho fatto del male a nessuno, l’unica giustificazione per smascherare le emozioni private. I due autisti che hanno colpito la mia auto, gli imputati, non multati e non condannati, sono stati quelli che mi hanno fatto del male.

Un paio di giorni dopo, dopo aver fatto una sessione di alfa AVE, sono felicemente andato al biofeedback cerebrale bisettimanale.

“Il tuo cervello occupato è attivo”, ha detto il mio allenatore del cervello mentre aggrottava la fronte ai miei punteggi. “Perché?”

Non riuscivo a pensare a cosa mi stesse preoccupando. La perplessità avvolse la mia fronte finché non fui sulla mia strada di casa. Oh sì: causa. Nel frattempo, il mio secondo allenatore del cervello ascoltò mentre piangevo che la lettura non stava andando bene. Non importa quello che ho fatto, non ho potuto vedere il quadro generale di ciò che stavo leggendo. Ero bloccato nel momento della pagina in cui ero senza ricordi passati, nessun futuro da prevedere. Ha descritto una nuova strategia per aiutarmi. Non l’ho capita. Lo tirò fuori e la mia fronte si schiarì. Proverei questo metodo di retinatura in cui su una pagina lungo la riga superiore di un grafico elencerei gli argomenti dell’articolo e nella colonna di sinistra le cinque W in modo tale che in ciascuna cella scriverei qualcosa che avevo appreso.

Il giorno dopo, ho riletto una sezione del mio libro corrente per la terza volta. Mi ci sono voluti dai cinque agli otto minuti per leggere una pagina usando il metodo della griglia e scrivendo note ai margini. Ma mi sono ricordato di quello che ho letto! Ha funzionato!

La TV diurna mi ha tenuto compagnia durante le ore monotone di recupero dai miei appuntamenti. Oprah ha parlato di come si è arresa a Gesù e subito ha ricevuto la chiamata per il ruolo di Color Purple .

L’ho provato. Nel mio mondo interiore, ho visto Gesù porgere le sue mani, mani gigantesche, aspettando pazientemente mentre mettevo ognuna delle mie preoccupazioni in esse. Quando ho finito, ha continuato a stare lì pazientemente tendendo le mani. Cosa avevo dimenticato? Stavo facendo le allucinazioni, inventando tutto?

Il libro!

Ho messo quello e tutte le cose che non potevo più scrivere, i miei sogni, nelle sue mani. Con le mani piene, ha girato novanta gradi e si è allontanato a destra.

La pace ha rilassato tutto il mio corpo mentre si allontanava portando le mie preoccupazioni, le preoccupazioni, i sogni persi e le persone nelle sue mani.

Ma la pace non durò a lungo. L’invasione legale nel mio passato mi ha circondato. Sbuffai tra me e me che così tanti avevano documentato il mio caso che non c’è modo in cui nessuno possa affermare che sto fingendo.

“È come se i giudici ricompensassero il cattivo comportamento di coloro che non vogliono pagare!” Mi sono rivolto al mio avvocato.

Ha spiegato che il Master of the Court l’aveva ordinato e non avevamo scelta. Inoltre, mi ha calmato: “Sono così vecchi. Sono irrilevanti. ”

Ho compilato i moduli di rilascio della salute mentale. Ho scarabocchiato parole arrabbiate nel mio diario. E il mio allenatore cerebrale mi ha chiesto più tardi quel giorno se avessi saputo qualcos’altro che ha ridotto il cervello occupato? Le sue parole diventarono incomprensibili nella mia percezione, quindi risposi: “No.” Spiegò questo smettere di rimuginare la cosa. La mia mente si è chiarita. È quello che ho fatto nei miei diari!

Il giorno seguente, il 14 dicembre 2005, il mio altro allenatore cerebrale spiegò che la cosa del puffo è molto vicina alla mia scrittura di diario. Puffo? Ho sentito bene la parola? Non le ho chiesto di ripeterlo. Mi stavo concentrando intensamente, cercando di ricordare questa affollata faccenda del cervello, sentendomi bene che stavo facendo qualcosa di giusto. Ha aggiunto che stavo guardando meno ansioso e più concentrato durante la lettura.

Si! Ho pensato. La mia mente non sta sbalordendo come una specie di superball fuori controllo. Questa cosa del biofeedback funziona!

Dopo il mio secondo schermo neurofeedback, mi ha detto eccitata: “Ti ho trovato un nuovo gioco. Ci è voluto molto tempo per immaginarti, cosa è necessario per arrivare alle tue aree problematiche “, ha ammesso,” ma penso che questo metterà alla prova le tue capacità visive-spaziali “.

Oh? Una memoria rimbalzò dalla sua tomba, di come la valutazione vocazionale di alcuni anni fa avesse affermato che le mie abilità visuo-spaziali erano al primo posto. Sapevo che si erano sbagliati, come se fossero stati sulla mia scrittura.

Prestare attenzione , ho scattato a me stesso.

Il mio allenatore stava eliminando il gioco. Me l’ha spiegato. Lo impareremmo insieme giocando al livello 1. Posò piccole macchinine e camion in diversi colori all’interno di una scatola nera con pareti corte e un’uscita. Dovevo far uscire l’auto gialla dall’uscita. Per fare ciò, dovevo spostare le altre macchine e camion di mezzo, uno alla volta senza sbattere contro o correre l’uno sull’altro.

Il mio subconscio non poteva giocarci.

Era tutto per me fare il lavoro cosciente, e non potevo. Doveva aiutarmi a capire come capire il livello per principianti. Il gioco è diventato parte del repertorio. Nel frattempo, mi ha interrogato sulle mie griglie di lettura, ha messo a punto il mio metodo e ha detto che mi avrebbe interrogato settimanalmente per vedere se la mia lettura stesse attaccando.

Tick. Tick. Tick.

Ho bisogno di sogni ad occhi aperti per riempirmi la testa e affollare il cerchio.

Ho pensato a come un vecchio amico che rimase sporadicamente in contatto mi abbia messo in ginocchio, si sia arrabbiato con me per la mia lamentela, e poi ripensandoci, era arrivato all’inizio di dicembre e si era scusato in un modo che non aveva prima.

“Non importava quale fosse il mio intento. Era importante che ti ferissi davvero. Sono davvero dispiaciuto. Puoi perdonarmi? “Aveva detto. Le rare scuse mi avevano colpito duramente. Le lacrime si erano scaraventate fuori dai miei occhi asciutti mentre ascoltavo parole di rimorso e ammissione di come lei mi aveva colpito, parole che avevo tanto desiderato ascoltare da tanti ma che non avevo. Il dolore si dissolse. L’ho perdonata. I miei pensieri girarono intorno e intorno a quelle scuse.

Tick. Tick. Tick.

Mi sono svegliato il giorno di Santo Stefano impiccato per esaurimento a Natale. Il mio Flonase e il puffer erano miei amici. Il mio divano era il mio coniuge. Nei successivi quattro giorni, l’energia ha cominciato a fluire attraverso i miei neuroni. E ho ricominciato a pensare. Tempo per il prossimo passo nel mio recupero.

Rinuncia a Lifeliner .

Potrei scrivere Potrei scrivere molte cose nel mio diario, pensieri vaganti, sentimenti che fanno capolino, ma non potrei scrivere romanzi.

Mi sono ricordato, puoi scrivere poesie.

Sì, c’era quello. Ma il libro mi ha eluso. Non potrei scrivere abbastanza parole, organizzare, risolvere problemi o prendere anche le più piccole decisioni. Avevo bisogno di una risorsa umana, e non avevo volontari, soldi per pagare nessuno e nessuna possibilità di trovarne uno se non l’avessi fatto e nessuna persona disposta a cercarmi. Ho dovuto affrontare i fatti. È tempo di dire addio al mio passato e a quell’impegno. La finitura non ha più importanza. Mi stavo abituando al mio trauma al cervello che mi ha fatto annullare i miei impegni mentre mi sforzavo di imparare di nuovo ciò che potevo e non potevo fare.

Ho buttato via tutti i cataloghi degli editori. Ho inscatolato le mie storie e le ho archiviate. Misi da parte ciò che avevo scritto per Lifeliner prima della mia ferita e, con una mano riluttante, scrissi le cartoline di Natale alla famiglia di Judy con la notizia. Ho dovuto rinunciare a scrivere Lifeliner . Ero così dispiaciuto. Ho consegnato le schede a mia madre per posta per me, altrimenti potrei confonderle spedendole per posta.

Quella notte, sono entrato nel mio ufficio per un controllo finale della mia pagina su Flickr. Ho avuto così tanti punti di vista. Stavo accumulando simpati e commenti da persone che non avevo mai incontrato nella vita reale. La gioia mi ha soffocato. Ho spento il mio computer. Ho notato che il mio ufficio si spogliava di tutti i segni della vita pubblicata, tutti segni di Lifeliner .

Spensi la luce e uscii dalla stanza.

Non ho sentito niente.

-Per continuare la settimana prossima.

Copyright © 2017-2018 Shireen Anne Jeejeebhoy. Non può essere ristampato o ripubblicato senza permesso.

  • The Blame Game: Rape and Bullying in Teen America
  • Correlazione, violenza e correlazioni illusorie
  • Ragioni psicologiche per cui Batman non uccide il Joker
  • I videogiochi violenti possono scatenare la desensibilizzazione emotiva
  • Lo studio Caron rivela "i 5 motivi principali" che le madri si rivolgono all'alcool
  • Sarah Ferguson: come può ottenere autostima?
  • The Door-Hold Experiment: Communication in the Digital Age
  • Il potere delle storie per guarire o danneggiare
  • Le persone religiose dormono davvero meglio?
  • Il Congresso deve intraprendere un'azione immediata su DACA
  • Sono Billy
  • Il prezzo doloroso dei bambini problematici
  • È meglio essere spenti di quanto salvato
  • Una dieta occidentale riduce il cervello?
  • NO MORE: 7 lezioni dall'interno
  • Problemi in mente
  • Come far fronte al trauma delle molestie online
  • "Non si ucciderebbe mai"
  • Smettiamo di parlare di teppisti e suicidi
  • Il caso della psicoterapia esistenziale
  • Perché ogni psicoterapeuta ha bisogno di capire la sociologia
  • Stai ancora soffrendo per i ricordi di un'esperienza spiacevole?
  • 13 motivi per cui vivere
  • L'anatomia di una commozione cerebrale
  • La neuroscienza del pregiudizio razziale
  • Prendi tempo per il dolore
  • Terapia artistica creativa: approcci cerebrali alla violenza
  • Trauma emotivo, contesto, autenticità
  • Come recuperare da un affare emozionale online
  • Autismo e "Diagnosi per dollari"
  • La mamma ti amava di più! The Rise and Fall of Sibling Rivalry
  • Superare le conseguenze di una relazione tossica
  • La Dis-facilità di malattia medica cronica
  • Può una memoria incisa nella pietra essere sbagliata?
  • Perché le vittime di violenza sessuale non vengono avanti prima?
  • La mia esperienza con Transient Global Amnesia (TGA)