Salvare le mangrovie, salvare noi stessi?

La cattiva notizia, tranne …

Four Arrows/ used with permission
Fonte: quattro frecce / usato con permesso

Un giorno, il mese scorso, stavo seduto a contemplare notizie ambientali ancora più cupe, quando accadeva qualcosa di sorprendente. Avevo letto notizie sempre più calamitose delle nostre risorse idriche e degli oceani. La California rischia di rimanere completamente senza acqua entro il 2016. Gli stock di acqua sono pericolosamente bassi in molte altre parti del West americano. Gli stessi oceani stessi sono vulnerabili: la pesca eccessiva e i cambiamenti nell'acidificazione degli oceani e nella temperatura dell'acqua hanno colpito il patrimonio ittico, così da affrontare la possibilità di estinzioni di massa nel prossimo futuro.

Ugh. Ho chiuso il browser e sono andato alla mia email. Un messaggio apparve in coda: "Il tuo progetto Kickstarter è stato ufficialmente lanciato." Il messaggio mi era stato trasmesso da un collega di facoltà di una diversa scuola dell'Università dove insegno; un uomo con un nome insolito: Four Arrows (aka Donald Trent Jacobs).

Aprendo il messaggio ho letto sul proposto Parco Nazionale Marino di Arroyo Seco. Una piccola comunità di pescatori indigeni sulla costa del Pacifico del Messico sperava di raccogliere $ 27.000 per ripristinare le lagune di pesca, aragoste e mangrovie intorno alla loro città. Four Arrows / Professor Jacobs avevano organizzato lo sforzo.

Volevo saperne di più. Nel fare ciò, ho trovato un modo per ripristinare la speranza e una visione del futuro. Sicuramente per questa piccola comunità, ma forse anche per tutti noi.

Arroyo Seco

Arroyo Seco è un piccolo villaggio di pescatori a circa 3 ore a sud di Puerto Vallarta. La costa oceanica è bella, con potenti onde da surf, ed è sovrasfruttata, come lo sono la maggior parte delle zone costiere. La palude di mangrovie nell'entroterra sta morendo perché questa zona vibrante è stata tagliata fuori dall'oceano per fornire più terra per il pascolo.

Fonte: quattro frecce, utilizzate con il permesso

Disperati, i 250 membri della comunità hanno fatto l'insolito passo del voto per creare la prima zona No Take Area di Marine Protection in quella parte della costa del Messico. L'equivalente messicano dell'EPA, SEMARNAT, sostiene gli obiettivi del progetto in quello che potrebbe diventare un parco nazionale marino, se tutto andrà bene. Innanzitutto, la comunità deve raccogliere fondi sufficienti per progetti come uno studio pilota e di riferimento, l'apertura della palude di mangrovie verso il mare, l'acquisto di indicatori di boa, la formazione dei membri della comunità sul valore di un'area protetta e su come procedere esso, oltre a preparare la cittadina per i futuri turisti che, si spera, vorranno venire a fare immersioni o fare surf in un mare vivente.

Inoltre, l'organizzatore Four Arrows spera che il successo di questo progetto mostrerà alle persone di tutto il mondo che l'attivismo locale e locale di origine locale può portare a una significativa rigenerazione ambientale.

Questi obiettivi sono tempestivi. Meno dell'1% degli oceani del nostro mondo sono zone protette per prevenire lo sfruttamento eccessivo. L'Associazione nazionale oceanica e atmosferica afferma che per il 2048 perderemo tutte le attività di pesca oceaniche se non ci avvicineremo al 20% delle aree protette nell'immediato futuro. La buona notizia è che le Zone No Take (non di pesca) hanno dimostrato di portare a un notevole recupero di riserve di pesca, barriere coralline e la biosfera vicina.

Arrivare a Sì

Come far sì che i membri di un piccolo villaggio di pescatori sulla strada non asfaltata accettino di lavorare insieme per una zona di divieto di pesca che richieda ai pescatori già poveri di cooperare e di allontanarsi dal guadagno individuale a breve termine a favore del loro lungo periodo sopravvivenza comunitaria?

Four Arrows, used with permission
Fonte: quattro frecce, utilizzate con il permesso

Four Arrows è un educatore universitario e un attivista che lavora con tribù indigene. Sottolinea l'importanza della costruzione di una comunità di base piuttosto che del coinvolgimento aziendale o governativo. "Devi costruire sull'orgoglio e sull'educazione della comunità", ha affermato in una recente intervista. "Quando saranno reintegrati gli stock ittici, si prenderanno cura dell'educazione e della costruzione della comunità per prevenire il bracconaggio e l'avidità a breve termine".

Four Arrows cita un altro tentativo di non prendere zone a Cabo Pulmo, in Messico, che è passato da un quasi esaurimento al 470% in soli sette anni. Ciò è stato fatto attraverso l'educazione della comunità che ha portato alla cooperazione e al rispetto delle regole di non bracconaggio, oltre a sensibilizzare i singoli membri della comunità sulla possibilità di adottare misure attive per proteggere il proprio futuro e il futuro dell'ambiente in che vivono

Four Arrows, used with permission
Fonte: quattro frecce, utilizzate con il permesso

"Il progetto Three Dorados"

C'è una natura profondamente spirituale nel progetto Arroyo Seco. Oltre l'importante economia, l'obiettivo è costruire speranza-speranza per il futuro e una maggiore consapevolezza dell'interconnessione di tutte le specie. Four Arrows ritiene che i progetti di reintegrazione degli stock ittici e di altre "risorse naturali" facciano parte dell'umanità che si prende cura del mondo. "Ogni specie ha bisogno di un santuario" per rinnovarsi e restaurarsi, dice.

Mi parla di un incidente accaduto il giorno in cui ha passato il paddling intorno alla zona del santuario proposto con un potenziale donatore ricco. Dopo aver visto cosa è in gioco, l'uomo gli ha detto che è dentro perché gli piace la comunità e sente di essere stato un suo buon amico e che lui vuole aiutare.

"Non dimenticare i nostri amici non umani", ha detto Four Arrows. "In quel preciso istante, tre lunghi Dorados lunghi cinque piedi, nuotando al passo con i loro brillanti colori blu e verdi, nuotavano proprio tra le nostre due pangas (piccole barche) in acqua che non si vedevano mai dentro. Avremmo potuto allungare la mano e li toccò, ecco quanto erano vicini. "Le quattro frecce cercarono di essere disinvolte, ma la mascella del donatore cadde e non riuscì a smettere di parlarne. "Ho detto, vedi, i tuoi amici non umani sono venuti per ringraziarti in anticipo."

Ora lo chiamano, "Il progetto Three Dorados".

Molte persone possono ricordare momenti in cui credono, o almeno si meravigliano, se il mondo naturale sta parlando a loro. Ed è facile liquidare tali momenti come una mera coincidenza o casualità. Tuttavia, Four Arrows tocca qualcosa di vitale quando indica il linguaggio che usiamo quando ci riferiamo al mondo naturale non umano. "Credo davvero che se continuiamo a chiamare i nostri amici animali, 'risorse naturali' e non, 'i nostri parenti', non funzionerà mai".

Il termine "risorse naturali" invita alla deriva verso lo sfruttamento ed è suscettibile al fascino del profitto individuale a breve termine. "I nostri parenti animali", o qualche altro termine per indicare l'interdipendenza delle specie su questo pianeta (compresi noi), rappresenta un cambiamento radicale nell'esperienza e nella visione del mondo.

Chi salva chi?

Un segno visto nella finestra di un rifugio per animali: una grande zampa, con didascalia sotto- Chi salva chi?

Ci ho pensato pensando a progetti come Arroyo Seco. Chi è il donatore e chi il ricevente non è completamente chiaro. La fame di provare un senso di speranza esiste nei cuori dei contributori e dei membri della comunità di Arroyo Seco. Possiamo fornire un sostegno finanziario, ma anche noi siamo bisognosi.

Il progetto ha superato l'obiettivo originale di $ 27.000 ed è ora finanziato. Sono arrivati ​​in avanti settantasei sostenitori e ora la comunità spera di raccogliere più fondi per consentire tali ulteriori necessità come radio a due vie per il monitoraggio della zona di divieto di prelievo.

Ciò che è particolarmente interessante è la risposta delle persone che contribuiscono. Un collaboratore della Germania ha scritto che questo progetto "mi sembra un progetto di saggezza e risuona in me una sensazione di connessione, anche se sono piuttosto distanti. I miei migliori saluti a te e Arroyo Seco. "

Risuona … dentro di me anche se sono … a una certa distanza.

Questo commento mi ha lasciato pensare alla fame in molti di noi di sentirci connessi in un modo più profondo al mondo naturale che ci circonda e di provare qualche speranza nella nostra capacità di proteggere e ripristinare quel mondo. Progetti come questo, forse proprio perché sono basati su basi, gli sforzi della comunità possono fornire esattamente quella speranza e opportunità per coloro che la sostengono.

La comunità di Arroyo Seco potrebbe sentirsi in debito con i contributori di Kickstarter per il loro sostegno, ma i contributori potrebbero essere a loro volta debitori verso la comunità per ripristinare il nostro senso di speranza e connessione con un mondo naturale troppo lontano dalle nostre vite quotidiane.

Il progetto Kickstarter termina il 3 aprile e la comunità spera in un'impennata degli impegni dell'ultimo minuto: http://kck.st/19McDZd

Il Dr. Sam Osherson è autore di The Stethoscope Cure, un romanzo sulla psicoterapia e la guerra del Vietnam. È professore di psicologia presso la Fielding Graduate University.

Four Arrows/ used with permission
Fonte: quattro frecce / usato con permesso

Solutions Collecting From Web of "Salvare le mangrovie, salvare noi stessi?"