Royal Wedding: una storia su noi stessi e sull'amore

Con il matrimonio reale tra il principe William e Catherine Middleton questa settimana, molte persone sono rimaste incantate dall'assorbire ogni notizia sulle nozze e l'acquisto di Royal Wedding Memorabilia. Eppure, in quanto psicologo sociale e qualcuno che non trascorre il mio tempo libero a leggere i tabloid sulla cassa, mi ritrovo a chiedere "Perché?"

William and Kate: le vite delle celebrità sono narrazioni importanti

Naturalmente, tutti amano il buon divertimento, le storie e le narrazioni sulla vita. Perfino i cinici che si fanno beffe dell'acquisto di una rivista statunitense all'aeroporto amano guardare i tentativi di Otello di scoprire se sua moglie sta avendo rapporti sessuali extraconiugali con Cassio. Anche tra i snob, le storie sulle star del cinema adultero su TMZ.com sono abomini, ma l'infedeltà sessuale in Shakespeare è avvincente.

L'attenzione su persone come William e Kate non è molto diversa da quella delle celebrità in generale. Le persone amano storie sull'amore, sul divorzio, sul fatto di avere figli, sulla morte in famiglia, sul successo professionale e sulla chirurgia plastica fallita. Attraverso i secoli, abbiamo cercato le narrative della vita in molti modi: autori, attori, attori e musicisti. Sembra che la royalty sia solo un'altra marca della panoplia sociale.

E William e Kate creano una grande storia. William è il secondo in fila al trono del Regno Unito, ha prestato servizio nella Royal Air Force ed è fidanzato con una bella donna di nome Kate, che è una buona fotografa ed è una delle donne meglio vestite al mondo. La coppia si è incontrata al college, frequentata, sciolta, riaccesa e fidanzata lo scorso anno. Avranno un matrimonio accogliente davanti a 2000 persone in un'affascinante abbazia di Londra che è stata il sito di 38 incoronazioni reali durante lo scorso millennio, tra cui William the Conqueror nel 1066. Che racconto!

Come possiamo relazionarci con persone così diverse da noi?

Ironia della sorte, è una storia che pochi possono riguardare nelle loro vite. Tuttavia, anche questo fa parte della sua natura irresistibile. La ricerca sulla psicologia sociale indica che di solito riflettiamo sulle nostre vite attraverso il confronto con gli altri. Questo processo di confronto sociale è automatico e molto comune, e questi confronti hanno conseguenze importanti per le nostre reazioni emotive. Quando si paragona il sé agli altri peggiori, si può stare meglio anche in circostanze difficili. Ad esempio, le persone che soffrono delle recenti alluvioni nel Midwest "si sentono fortunate" quando si confrontano con altre persone che hanno subito disastri naturali molto peggiori (ad esempio, lo tsunami in Giappone).

Quando ci confrontiamo con quelli che stanno meglio, noto anche come confronto sociale ascendente, in genere ci sentiamo peggio. Uno studente che ottiene Bs nei suoi corsi universitari si sentirà peggio di se stesso quando si paragona a sua sorella che ha ottenuto tutto come nello stesso semestre.

Questo solleva una domanda interessante. Non dovrebbero le persone che riflettono su Kate e William portarle a sentirsi peggio invece che meglio? Cioè, questa è una coppia con una straordinaria bellezza fisica, che la gente adorna ovunque, e probabilmente un giorno assumerà il controllo di una fiducia nazionale di oltre $ 17 miliardi di sterline. Non dovrebbero questi confronti al rialzo danneggiare piuttosto che essere l'argomento di intrighi?

È interessante notare che probabilmente non lo farà. Anche se l'ipotetico studente di cui sopra si sentirà male per i suoi voti al college B alla luce del fatto che sua sorella abbia As, non tutti i confronti al rialzo sono uguali. Ad esempio, i confronti verso l'alto per chiudere gli altri su dimensioni importanti tendono a ferire (ad esempio, rivalità tra fratelli), ma i confronti con gli altri lontani su dimensioni che non si allineano con le nostre stesse abilità tendono direttamente a non ferire. In effetti, possiamo crogiolarci nel bagliore del loro successo, della loro bellezza e della loro storia associandoci a loro.

William e Kate guardano: associazione simbolica

È qui che penso che l'analisi diventi ancora più interessante. È comprensibile il motivo per cui le persone in Inghilterra potrebbero interessarsi del matrimonio reale, ma perché 1 miliardo di persone guardano lo spettacolo in tutto il mondo in televisione? Per la maggior parte di questi spettatori, William e Kate non saranno mai i loro sovrani.

Eppure, le persone trovano ogni sorta di modi per associarsi simbolicamente ai Royal. Le persone possono giocare le loro radici in Anglo. Le persone possono riflettere su come la storia degli Stati Uniti si intreccia con la storia del Regno Unito (da Re Giorgio III a combattere fianco a fianco in tempo di guerra). E sì, la gente può comprare i boccali di nozze ufficiali (tazze per noi comuni) per il prezzo molto ragionevole di $ 54 (piattino non incluso). L'acquisto di cianfrusaglie fornisce una connessione simbolica a William e Kate nello stesso modo in cui indossare una maglia degli Yankees di New York fornisce un fan con una connessione ai Bronx Bombers molto tempo dopo essersi trasferito a San Diego.

Guardare William e Kate può far sentire le persone meno sole

Alla fine, pensavo di chiudere con un'altra osservazione. Le persone possono trovare conforto sociale guardando William e Kate in televisione. Effettivamente, c'è una ricerca sulla psicologia sociale che mostra che le persone sole possono reprimere il loro senso di isolamento sociale guardando la televisione.

Nell'investigare questa ipotesi di surrogazione sociale, i ricercatori hanno dimostrato che i propri personaggi televisivi preferiti possono allontanare la solitudine risultante da un'esperienza di rifiuto sociale. Questa ricerca di Shira Gabriel e dei suoi colleghi rivela che i programmi televisivi preferiti possono migliorare l'autostima e il proprio umore. Quindi, non sorprende che molte persone che sono affascinate dal matrimonio di William e Kate possano trascorrere molto tempo a guardare soap opera e reality show – questi personaggi possono soddisfare i bisogni sociali, e le persone reali possono essere persino più potenti dei personaggi immaginari (aka, "Basato su una storia vera").

Sommario

Nel complesso, il Royal Wedding sembra fornirci le stesse narrazioni di fiaba che fanno sognare le prime colazioni della Principessa Disney così attraenti per le bambine che visitano il Regno Magico. Eppure, oltre a fornire una storia interessante sull'amore e la speranza, sembra che il nostro interesse per William e Kate sia una storia su noi stessi come qualsiasi altra cosa.

Solutions Collecting From Web of "Royal Wedding: una storia su noi stessi e sull'amore"