Rompere l'effetto astante nelle concussioni sportive

Permission granted by Shutterstock.
Fonte: autorizzazione rilasciata da Shutterstock.

Siamo tutti colpevoli. Osserviamo un duro colpo, seguito da movimenti insoliti che possono far capolino anche l'occhio non allenato di una possibile commozione cerebrale. Ma rimaniamo fermi. Non diciamo nulla. Forse l'imbarazzo o l'ansito sono l'unica cosa che offriamo.

Ma dentro, i nostri pensieri urlano: "QUEL GIOCATORE È OK?"

Invece di allertare il personale medico o lo staff di preparazione atletica, i fan dello sport soccombono quasi sempre a "The Bystander Effect". Si definisce "… apatia, un fenomeno psicologico sociale che si riferisce a casi in cui gli individui non offrono alcun mezzo di aiuto per un vittima quando sono presenti altre persone. "

Con possibili commozioni cerebrali, The Bystander Effect potrebbe essere un fenomeno con la vita e la morte che pendono da ogni parola o azione – così come quelli che non vengono detti o fatti. Forse è il nostro gusto barbaro per osservare i duri colpi, puramente per ragioni di intrattenimento. Forse rimaniamo incollati al nostro posto a causa dell'ambiguità sull'infortunio. Forse è dovuto alla mancanza di coesione.

O è dovuto a una diffusione di responsabilità? È facile dire a noi stessi che sicuramente qualcun altro è al lavoro e non vogliamo essere coinvolti.

C'è anche un'apatia latente anche ad altri livelli. In che modo vengono monitorate le leggi sui protocolli di concussione di nuova nomina in tutti i 50 stati? Immagino che la maggior parte delle organizzazioni sportive giovanili non si adeguino.

Il fatto è che nessuno è ritenuto responsabile. Ecco perché è ambiguo e c'è coesione fratturata. Inoltre, cosa dovrebbe fare qualcuno se vedono comunque un potenziale atleta conteso?

Alzare una bandiera rossa? Segnala l'arbitro? Pubblica un video dell'incidente su Twitter? Prendi un neurologo in chiamata rapida?

L'effetto astante non inizia né termina sulla linea laterale. Sebbene i programmi di gestione della concussione per gli atleti giovanili siano imposti dalle leggi statali in tutti e 50 gli stati, la risposta e il rispetto di queste leggi sono del tutto insoddisfacenti. Spesso la responsabilità viene trasferita ad altri ruoli che circondano l'atleta. Gli allenatori passano ai registi atletici, i registi atletici passano da allenatori atletici, allenatori atletici passano il conto agli amministratori scolastici e gli amministratori scolastici passano il conto ai consigli scolastici. Dopo l'infortunio, anche se i giocatori quasi universalmente non possono tornare alla pratica o al gameplay fino a quando non vengono eliminati dai professionisti medici, troppo spesso gli operatori sanitari che forniscono questa autorizzazione non sentono il bisogno di acquisire le conoscenze e la formazione per fornire efficacemente questa cura, rinviando questa formazione a "Lo specialista".

Incontra il coordinatore di concussione

Suggerisco che la chiave per rompere l'Effetto bystander nelle commozioni sportive è che ogni squadra e ogni lega assegnino un "coordinatore di concussione" che è responsabile di allertare il personale di addestramento medico o atletico di possibili atleti contorti.

Il coordinatore del trauma cranico è un adulto responsabile che è stato addestrato alla prevenzione e al riconoscimento del trauma cranico e al protocollo per atleti potenzialmente potenzialmente feriti. Idealmente, il coordinatore del trauma cranico è un individuo con formazione medica come un preparatore atletico. Ma non c'è abbastanza personale medico per andare in giro. Quindi altre scelte includono gli assistenti, i team manager e persino i genitori volontari.

Courtesy of Adam Scott
Fonte: per gentile concessione di Adam Scott

Tuttavia, il Concussion Coordinator non è solo lì per assistere a commozioni sul campo. Le responsabilità del coordinatore di concussione iniziano nel periodo preseason, assicurando che l'equipaggiamento protettivo sia in buone condizioni. Non solo caschi, ma anche imbottiture sul campo, tra cui pali e pareti. Il coordinatore di concussione è anche responsabile di assicurarsi che le valutazioni di base pre-campionato siano complete per ogni atleta.

Quando inizia la stagione, il coordinatore del concussione è responsabile delle valutazioni laterali. Devono avere familiarità con gli strumenti che aiutano nella valutazione di un atleta potenzialmente infortunato. Dopo l'infortunio, il coordinatore di concussione dovrebbe essere in grado di tenere traccia del recupero dell'atleta, assicurandosi che l'atleta riceva l'attenzione medica appropriata e che l'atleta abbia l'autorizzazione medica adeguata per poter tornare sul campo.

Un'analogia per la nomina di un coordinatore di concussione è ciò che ti insegnano nella RCP di base. Come fornitore di CPR, se ti imbatti in una vittima senza polso e senza polso, ti viene insegnato ad assegnare specificamente a qualcuno il compito di chiamare il 911. Questo aiuta a eliminare l'effetto astante, in cui genericamente fai chiamare "qualcuno chiama il 911!" E nessuno lo fa .

Alle squadre sportive e alle leghe giovanili dovrebbe essere richiesto di arruolare un volontario o un coordinatore concussione retribuito che aiuti la squadra a conformarsi alle nuove leggi statali sulla concussione dello stato come minimo. Da lì, le squadre e le leghe possono trarre beneficio dagli sforzi del coordinatore per implementare gli standard di cura, come i test di riferimento annuali, seguendo i protocolli di recupero e aiutando a ottenere l'autorizzazione medica per il ritorno al gioco.

Ancora più importante, questa persona aiuterebbe la cultura del team a diventare più rispettosa del cervello, delle attrezzature, delle regole e dei protocolli concussivi appropriati. Le commozioni cerebrali non devono uccidere sport di contatto. Ma possono fare del male agli atleti se stiamo in piedi e non fare nulla.

# # #

Harry Kerasidis, MD è il fondatore e direttore medico per la piattaforma di gestione della concussione sportiva XLNTbrain, LLC, con sede nel Maryland. È anche il fondatore di Chesapeake Neurology Associates a Prince Frederick, nel Maryland, e ricopre il ruolo di direttore medico del Center for Neuroscience, Sleep Disorders Center e Stroke Center al Calvert Memorial Hospital. Il mese prossimo uscirà il suo nuovo libro "Concussionology: Redefining Sports Concussion Management". Dettagli disponibili iscrivendoti qui.

Solutions Collecting From Web of "Rompere l'effetto astante nelle concussioni sportive"