Rituali e pratiche che circondano la morte animale

Chi è in pericolo e chi no

La morte di un animale non umano (animale) è spesso un evento molto traumatico. Tuttavia, a differenza degli animali da compagnia, numerosi animali in molte culture non vengono pianti quando muoiono. Sono stato molto preso dalla diversità e dalla portata dei saggi del nuovo libro del Dr. Margo DeMello intitolato Mourning Animals: Rituali e Pratiche che circondano la morte animale, e a volte la mia curva di apprendimento era verticale. Dr. DeMello è il direttore del programma presso l'Animal Animal Studies Institute.

La descrizione del libro recita:

Viviamo più intimamente con animali non umani che mai nella storia. Il cambiamento nel modo in cui conviviamo con gli animali può essere visto nel modo in cui li trattiamo quando muoiono. C'è una varietà quasi infinita di modi per aiutarci a fronteggiare la perdita dei nostri amici non umani: dalla sepoltura, dalla cremazione e dalla tassidermia; indossare o mostrare i resti (ceneri, pellicce o altre parti) dei nostri animali deceduti in gioielli, tatuaggi o altre opere d'arte; a consulenti specializzati nell'aiutare le persone a piangere gli animali domestici; alle lezioni per veterinari; consigli per aiutare gli animali sopravvissuti che stanno soffrendo i loro amici animali; per accarezzare sensitivi e siti web commemorativi. Ma la realtà è che queste pratiche e le credenze relative alle anime animali o aldilà animale, in genere si estendono, con pochissime eccezioni, a certi tipi di animali-animali domestici. La maggior parte degli animali, nella maggior parte delle culture, non sono pianti, e la questione di un aldilà animale non è affatto contemplata. Gli animali in lutto investigano su come piangiamo le morti di animali, quali animali sono gravi e quali sono le implicazioni per tutti gli animali.

With permission of Margo DeMello
Fonte: con il permesso di Margo DeMello

Le contraddizioni pazze insite nelle nostre relazioni con altri animali

Volevo sapere di più sugli animali del lutto, quindi ero elettrizzato quando il dottor DeMello ha accettato di essere intervistato. Ecco cosa è successo.

Perché hai modificato gli animali del lutto ?

Come molte persone che salvano animali, o che lavorano nel campo della difesa degli animali, mi sono confrontato con la morte animale per anni a livello personale. Oltre a questo, due anni consecutivi alla Fellowship di studi sugli animali umani dell'ASI-WAS, avevamo compagni che facevano progetti sulla morte animale, e ogni volta mi trovavo di fronte al lavoro di questi compagni, così come all'altro ( pochi) studiosi che hanno scritto sull'argomento, mi sentivo come se avessi bisogno di scrivere qualcosa. Ma devo dire che è iniziato molti anni fa, con il mio secondo libro, Stories Rabbits Tell, quando la mia coautrice Susan Davis e io ci siamo confrontati con il fatto che gli allevatori di conigli di carne, che macellano i loro conigli, riconoscono e riconoscono l'Arcobaleno Ponte come un posto dove vanno i loro cani e gatti, ma non i conigli che uccidono. Quell'incoerenza mi ha colpito per anni, e sapevo che avevo bisogno di esplorarlo a un certo punto in profondità.

Quali sono i messaggi principali?

Il messaggio principale è chiedere alle persone di guardare gli animali che amano, e quelli che piangono quando muoiono, e di pensare se gli altri animali fanno o dovrebbero fare la stessa considerazione. Che dire dei miliardi di animali che vengono uccisi per la nostra scorta di cibo ogni anno? Gli animali nei laboratori che muoiono per (apparentemente) la nostra salute? O gli animali selvatici (e alcuni domestici) che muoiono dalle auto ogni anno? Questi animali meritano la nostra considerazione, così come quegli animali che ottengono sepolture, cimiteri, necrologi e un posto nel "paradiso degli animali" noto come Ponte Arcobaleno?

Quanto è importante applicare ciò che sappiamo sugli altri animali al modo in cui interagiamo con loro?

Questo libro non include molto lavoro di etologia, ma in generale, penso che sia incredibilmente importante che le persone normali e i sostenitori capiscano qualcosa dell'intelligenza e delle emozioni incredibili di altre specie e, quando possibile, applichino questo alle nostre interazioni con loro.

In che modo questo libro riflette i tuoi interessi professionali?

Come studioso di studi su animali umani, si adatta perfettamente a ciò che mi interessa di più: le contraddizioni pazze inerenti alle nostre relazioni con altri animali.

Chi è il tuo pubblico previsto?

Mi piacerebbe che questo libro trovasse i lettori tra gli studiosi di studi sugli animali ma anche tra i lettori laici. Milioni di persone si identificano come amanti degli animali. Questo libro li sfida a pensare a cosa significa amare gli animali, e mi piacerebbe vederlo ampiamente letto.

Speri che le persone possano apprezzare ciò che altri animali fanno per noi?

Questa è sempre la mia speranza.

Quali sono alcuni dei tuoi progetti attuali?

Sto scrivendo un articolo sul mio lavoro, con alcuni colleghi, sull'isola di Okunoshima con i conigli selvatici lì. Sto anche pensando di iniziare un nuovo libro sulla storia degli animali in cattività.

C'è qualcos'altro che vorresti dire ai lettori?

Le persone che hanno sentito parlare di questo libro pensano spesso che si tratti di un manuale che offre aiuto a chi ha perso un animale da compagnia. Non è. Ma mi piacerebbe per quelle persone che si preoccupano abbastanza degli animali che sono profondamente colpiti quando muoiono, e pensano anche agli altri animali. Questa è la mia speranza.

Espandere la nostra cerchia di compassione e l'arena degli animali colpevoli

Grazie mille, Margo. Spero che il tuo libro abbia un pubblico globale perché c'è così tanto lavoro da fare in questo settore. È una scelta perfetta per i corsi di studi sugli animali umani e antropologia.

Abbiamo bisogno di espandere l'arena degli animali colpevoli. Come scrive la Dott.ssa DeMello nella sua Prefazione, "Spero che il nostro cerchio di compassione cresca lentamente, che l'aldilà possa espandersi con esso, lasciando spazio anche a qualche altro animale." (Pagina xiii) Non potrei Sono d'accordo di più.

Gli ultimi libri di Marc Bekoff sono la storia di Jasper: Saving Moon Bears (con Jill Robinson), Ignorando la natura non di più: il caso di conservazione compassionevole, perché i cani e le api vengono depressi: l'affascinante scienza dell'intelligenza animale, le emozioni, l'amicizia e la conservazione, Rewilding Our Hearts: Costruire percorsi di compassione e convivenza, e The Jane Effect: Celebrando Jane Goodall (edita con Dale Peterson). L'agenda degli animali: libertà, compassione e convivenza nell'età umana (con Jessica Pierce) sarà pubblicata nell'aprile 2017 e Canine Confidential: Guida di un insider alle migliori vite per cani e noi sarà pubblicata all'inizio del 2018.

Solutions Collecting From Web of "Rituali e pratiche che circondano la morte animale"