Recensione del libro: "Drop the Worry Ball"

Stephan Hochhaus/Flickr
Fonte: Stephan Hochhaus / Flickr

I genitori sono sommersi da consigli contrastanti su come allevare i loro figli. La genitorialità dell'attaccamento del pediatra William Sears non potrebbe essere più diversa dall'approccio adottato da "madre tigre" Amy Chua. La gamma di stili "come fare" può lasciare i genitori a grattarsi la testa su ciò che è meglio.

La ricerca tende a sostenere uno stile genitoriale autorevole, un equilibrio di chiare linee guida e aspettative in coppia con calore e attenzione. Ma in questa età di genitorialità perfetta, stiamo assistendo a un aumento dell'ansia e della depressione nei bambini. Alcuni pensano che i caregiver siano overparenting e che questa eccessiva attenzione potrebbe causare problemi.

Nel suo ultimo libro Drop the Worry Ball (2012, Wiley), lo psicologo clinico Alex Russell afferma che i bambini non crescono più; al giorno d'oggi li alleviamo, ponendo tutte le responsabilità sui genitori. Ciò si traduce in un'assistenza che è troppo protettiva, troppo coinvolta. All'estremo, diventa genitorialità in elicottero. I genitori "si aggirano" nelle vicinanze, iper-consapevoli dei rischi e delle esigenze del loro bambino prima che il bambino sia in grado di valutare una situazione o prendere decisioni per conto proprio.

L'osservazione di Russell dei due esiti della sovra-genitorialità: troppa o troppa ansia nei bambini, ricerca parallela di Ellen Sandester, professore al Queen Maud University College of Childhood Education in Norvegia. Sandester sostiene che è attraverso il rischio che i bambini si espongono a situazioni di paura, e il brivido provato dall'affrontare l'ansia aiuta a sviluppare la valutazione del bambino sulla capacità di affrontare le sfide future. Quando ai bambini viene impedito di impegnarsi in questi rischi non catastrofici, diventano ipo-ansiosi o iper-ansiosi. Con il primo, c'è troppo poca percezione realistica delle conseguenze, quindi il bambino cerca un brivido maggiore o prova situazioni più pericolose. Con l'iper-ansia, la mancanza di esperienza porta il bambino a diventare fobico di nuove situazioni.

Simile, ma non identico a Sandester, Russell sostiene che stiamo vedendo due tipi di bambini svilupparsi a causa della sovra-genitorialità. Primo, c'è chi si disimpegna o evita lo stress e l'ansia e non vuole prendere il mondo degli adulti. E secondo, c'è il bambino iper-ansioso, il piacevole e perfezionista. Lo squilibrio dell'ansia è creato da genitori ansiosi che trattengono la preoccupazione per i loro figli, proteggendoli in modo naturale dalle normali esperienze di sviluppo. Simile all'analisi di Sandester, questi bambini sono privati ​​dell'opportunità di far fronte a livelli di stress e ansia sani e necessari.

Che i genitori ansiosi possano produrre bambini ansiosi non è sorprendente, ma una genitorialità troppo attenta porta a bambini ipo-ansiosi e disimpegnati che sembrano contrari. Un sacco di attenzione dei media è stata data al crescente numero di bambini che si sono disimpegnati. Russell sostiene tuttavia che lo stesso stile genitoriale può creare questa evitamento dell'ansia. I genitori fanno apparire il mondo adulto stressante e ingestibile, quindi perché crescere?

Russell riconosce che non esiste una soluzione rapida e che tutti i genitori commettono errori. Raccomanda un approccio consapevole alla genitorialità. Cioè, un ritorno all'ascolto e una riflessione su ciò che il bambino dice e fa, invece di dare consigli o prendere attivamente il sopravvento.

I genitori devono apprezzare che il bambino ha la capacità di far fronte ai rischi quotidiani e deve dare al bambino lo spazio di cui ha bisogno per risolvere i problemi.

Questo libro è una lettura utile per i genitori. A volte dobbiamo ricordare a noi stessi che crescere i bambini significa essere "abbastanza bravi", non perfetti.

Dopo tutto, i bambini crescono e sembrano farlo meglio con un po 'di spazio per esplorare e imparare dagli errori.

– Di Heather Carter-Simmons, autrice collaboratrice, relazione sul trauma e salute mentale

– Redattore capo: Robert T. Muller, The Trauma and Mental Health Report

Copyright Robert T. Muller

Solutions Collecting From Web of "Recensione del libro: "Drop the Worry Ball""