Razionale rimanente nella scia del Connecticut

I recenti eventi orribili in Connecticut hanno generato una serie bizzarra di dibattiti che riuniscono domande su come possiamo curare al meglio i nostri pazienti psichiatrici e domande corrispondenti su come possiamo curare al meglio le nostre armi da fuoco.

Come i miei colleghi e la mia famiglia ti diranno, di solito non sono a corto di parole. Tuttavia, ho iniziato questo post circa un centinaio di volte e non riesco ad andare oltre un disagio ribollente e nauseante che impedisce ulteriori indagini accurate da parte mia.

Questo, ovviamente, è un problema. Quando lo sento fortemente, temo che non scriverò in modo responsabile. Quindi, vorrei iniziare con alcuni fatti di base.

-La quantità di malattia psichiatrica in ogni paese occidentale è più o meno la stessa. Sono felice di citare questi studi in ulteriori comunicazioni. Puoi anche andare in giro per l'Organizzazione Mondiale della Sanità e i siti web dell'Associazione mondiale di psichiatria per saperne di più su questi numeri.

-Dato i tassi relativamente uguali di malattie psichiatriche in tutte le nazioni occidentali, è spaventosamente logicamente sospetto e straordinariamente semplificato per spiegare il chiaro aumento negli Stati Uniti di sparatorie di massa ancora fortunatamente rare come puramente una funzione della malattia psichiatrica. In altre parole, se dovessimo suggerire che una risposta appropriata alla questione delle sparatorie di massa implichi un'istituzionalizzazione più rigorosa di coloro che soffrono di malattie psichiatriche, saremmo difficilmente in grado di spiegare gli ordini di differenza di grandezza in questo tipo di violenza negli Stati Uniti. rispetto ad altre nazioni sviluppate.

-Gli Stati Uniti hanno semplicemente più sparatorie di massa, ma la stessa percentuale di pazienti che soffrono psichiatricamente di qualsiasi altra nazione.

-Noi abbiamo più armi da fuoco nel nostro paese che in qualsiasi altra nazione relativamente sviluppata. Queste statistiche sono anche facilmente accessibili.

-Un individuo negli Stati Uniti ha circa cento volte più probabilità di morire a causa dello scarico di un'arma da fuoco che in qualsiasi altra nazione occidentale.

Questi fatti non sono in discussione. Ecco perché si chiamano fatti. Potremmo dividere le statistiche se volessimo: alcune nazioni occidentali hanno più armi da fuoco, altre meno, e alcune nazioni occidentali sono più ricoverate e confinate con individui con malattie psichiatriche, e alcuni ricoverano meno questi pazienti.

MA – è pericolosamente errato suggerire che affronteremo sparatorie di massa, come alcuni esperti hanno suggerito di recente, confinando in modo più rigoroso i pazienti psichiatrici per la protezione di coloro che li circondano. Se questa argomentazione dovesse avere alcun peso reale, e specialmente in assenza dei necessari dibattiti corrispondenti che circondano le armi da fuoco, allora vedremmo richieste analoghe per il crescente confinamento di pazienti psichiatrici malati in altre nazioni occidentali. Tuttavia, altre nazioni occidentali comparabili hanno registrazioni comprovate e durature di cure umane più umane, meno restrittive e migliori di quelle persone con malattie psichiatriche di cui godono gli Stati Uniti. Lo so dalla ricerca che ho fatto su questo argomento, dalla partecipazione a riunioni internazionali indirizzate alla politica di assistenza sanitaria psichiatrica, e dalla mia esperienza come medico e psichiatra che pratica in questo paese. A tal fine, la logica di coloro che sostengono maggiori restrizioni complessive nei confronti di chi ha una malattia psichiatrica è ripugnante e terrificante.

Sono cresciuto in un quartiere suburbano di classe medio-alta, dove le armi erano comuni. In effetti, ero uno dei pochi ragazzi della mia squadra di football che non ha cacciato. Non era raro vedere dei padri seduti sulla veranda a insegnare ai loro figli come prendersi cura di un fucile o di un fucile. Anche se la mia famiglia non possedeva una pistola, mi è piaciuto molto sparare con i calibro .22 nel campo estivo. Ho persino vinto alcuni tornei di fucili. Dico tutto questo per dire che non sono, in linea di principio, contrario alla proprietà delle armi da fuoco.

Ma, come è stato notato continuamente da più forze dell'ordine, dai legislatori e dagli stessi appassionati di armi, devo anche incontrare un cacciatore che vede o apprezza il vantaggio sportivo di un'arma automatica munita di munizioni progettata per infliggere il massimo danno. Quelle armi non riguardano la caccia. Ovviamente alcuni diranno che sto spaccando i capelli, ma una pistola che spara più proiettili con il massimo danno sono fatti solo per uccidere più persone il più rapidamente possibile. Di certo non sono fatti per sparare alle anatre.

Ho anche difficoltà a suggerire che un'arma automatica sia l'opzione migliore per l'autodifesa. Se così fosse, dovremmo immaginare un paese in cui uomini e donne camminino abitualmente per le strade con fucili di grado militare legati alla schiena. Ho visto fotografie di ambientazioni del genere, ma mai da qualcosa che assomiglia a questa nazione.

Quindi – quella parte è risolta. Non mi importa delle pistole, ma mi dispiace la disponibilità sfrenata, o anche la disponibilità attentamente controllata, dei tipi di armi da fuoco implicate nelle recenti sparatorie di massa. Penso di non essere solo in questo sentimento, a livello nazionale o internazionale.

Ora, passiamo alla parte più disgustosa di questo dibattito già orribile. Una stima conservativa della prevalenza nazionale a vita della malattia psichiatrica è di circa 1 su 5. Non si tratta di numeri tratti da un gruppo industriale autonomo – quelli sono numeri dall'Organizzazione mondiale della sanità. Se ci fidiamo dell'OMS per avvertirci accuratamente delle pandemie infettive, dovremmo anche fidarci dell'OMS per rappresentare accuratamente per noi il peso della sofferenza psichiatrica.

Ma lo sappiamo anche degli Stati Uniti:

Siamo l'unica nazione occidentale a ritagliarsi le nostre cure psichiatriche dal resto della nostra assistenza sanitaria. Siamo l'unica nazione occidentale a erigere barriere chiare e sproporzionate alle cure psichiatriche per la nostra popolazione sofferente psichiatricamente. Ricorda: i numeri sono uno su cinque. Non stiamo parlando di prenderci cura di alcuni "malati" definiti. Stiamo parlando del nostro fallimento, come persone civili ed etiche, di prenderci cura gli uni degli altri. " Noi, le persone, soffriamo spesso di malattie psichiatriche e con grande dolore Eppure, noi, il popolo, continuiamo a rifiutare un accesso facile e un'assistenza di qualità a chi ne ha bisogno. È imperdonabile, imbarazzante e irritante. Lo dico non come psichiatra, ma come cittadino di questo grande paese. Possiamo fare di meglio

Quindi, la soluzione alla presenza di un'ampia disponibilità di armi automatiche progettate per infliggere il massimo danno in un tempo minimo è BLOCCARE uno su cinque della nostra popolazione? No, alcuni risponderanno con rabbia. Vogliamo solo bloccare quelli pericolosi, diranno.

OK … In effetti, disponiamo di dati retrospettivamente prevedibili su chi, tra quelli con malattia psichiatrica, potrebbe essere pericoloso. I dati retrospettivi sono in effetti piuttosto solidi. I profili sono stranamente simili. Ma prospetticamente? Siamo preparati, nella Terra dei Liberi, a prendere il numero di persone che non hanno fatto danni, che sono incredibilmente improbabili che facciano del male, e che sono soggetti a orribili negligenze e pregiudizi rispetto alle persone con disturbi simili in altre nazioni, e in modo proattivo "confinano" loro?

Non è la mia America.

Così com'è, e questo lo so dalle mie ricerche, i dottori negli Stati Uniti sono statisticamente molto più portati a sottostimare, sottostimare e semplicemente a non prendere seriamente la malattia psichiatrica. Questo tipo di nichilismo medico non esiste in nessun'altra disciplina della medicina negli Stati Uniti, e anche se le cose sono senza dubbio migliori, permetteteci, PER FAVORE, di non confondere le discussioni che verranno intraprese con molto dolore e sofferenza mentre ci muoviamo, si spera, in avanti nei nostri sforzi per capire noi stessi, verruche e tutto, sulla scia di quanto accaduto in Connecticut e altrove.

Prendi le armi d'assalto dal mio paese. E concentrarsi su un trattamento clinico migliore – non confinamento – per i cittadini della nostra terra.

Solutions Collecting From Web of "Razionale rimanente nella scia del Connecticut"