Ragazzi e giovani: una nuova causa per i liberali

"Potrebbe essere ancora il mondo di un uomo. Ma non è più in alcun modo di un ragazzo. "

– Michelle Conlin, "The New Gender Gap", la cover story di Business Week , 26 maggio 2003

I miei primi due post sono stati divertenti (scrivere umorismo è una parte importante della mia vita), ma questo non lo è. Si tratta di un problema che non ha ancora raggiunto un punto critico, anche se i dati lo hanno reso piuttosto ovvio circa due decenni fa. Coinvolge un enorme segmento della nostra popolazione: giovani maschi.

Nel caso in cui non l'avessi notato, i ragazzi ei giovani americani sono nei guai: non stanno facendo bene a scuola, mancano di ambizione, spesso dibattono. Non tutti, naturalmente, ma abbastanza da prendere atto. C'è sempre di più nelle ultime notizie sui guai dei ragazzi americani ("crisi" era il termine usato in una cover story di Newsweek nel 2006). Come psicologo con un interesse di lunga data per le questioni di genere, sono stato a conoscenza e turbato da questo per molti anni. (E ammetterò liberamente che un motivatore importante per me è il fatto che ho tre figli e tre nipoti.) Ciò che mi ha turbato ancora di più è stata la risposta che ho ricevuto spesso quando ho menzionato questo problema alle amiche oltre gli anni.

O ne sono stati inconsapevoli, sorpresi di sapere che i maschi al college sono una minoranza distinta – ora fino al 43% degli studenti universitari – o hanno detto qualcosa del tipo, quindi cosa? Voi ragazzi avete il vostro turno, ora è nostro.

A parte il fatto che questo atteggiamento è apertamente anti-infantile e anti-giovanile, poiché nega assolutamente le aspirazioni di metà dei nostri figli, è un male per le ragazze e le giovani donne di oggi. Come ha sottolineato l'editorialista del New York Times John Tierney, tra gli altri, le donne ad alto rendimento desiderano uomini ancora più alti come partner, e questi uomini sono sempre meno disponibili http://select.nytimes.com/2006/01/03/ opinione / 03tierney.html.

Sì, ci sono stati numerosi articoli e articoli sui giornali dal pezzo di Conlin, altre storie di copertine di riviste e speciali televisivi (su 60 Minutes e PBS ), ma non c'è stato nessun "movimento dei ragazzi" con qualcosa di simile all'impatto della nazionale sforzi per aiutare le ragazze che nascono dal movimento delle donne moderne. Anche oggi, quando qualcuno scrive sul modo in cui i ragazzi sono in ritardo rispetto alle ragazze, lui o lei spesso ne parla come se fosse appena iniziato. Ad esempio, in un articolo di Times Oped pubblicato il 27 marzo di quest'anno, Nicholas Kristof, che ha scritto ampiamente sui problemi delle ragazze e delle donne nei paesi in via di sviluppo, dice:

"In tutto il mondo, sono soprattutto le ragazze che mancano di opportunità educative. Anche negli Stati Uniti, molte persone associano ancora il "divario di genere" educativo con le ragazze lasciate in matematica.

"Eppure in questi giorni, il problema opposto si è scatenato su di noi: negli Stati Uniti e in altri paesi occidentali allo stesso modo, sono soprattutto i ragazzi che vacillano a scuola. Gli ultimi sondaggi mostrano che le ragazze americane hanno mediamente raggiunto la parità con i ragazzi in matematica. Nel frattempo, le ragazze sono molto più avanti dei ragazzi nelle abilità verbali e sembrano solo provare più duramente. "Http://www.nytimes.com/2010/03/28/opinion/28kristof.html

Devo ammettere che quando ho letto questo e ho visto le parole "intromettersi su di noi", la mia reazione immediata è stata "Dove sei stato?" Per chiunque abbia a cuore i dati – e per milioni di genitori di figli – la il problema era già lì vicino a due decenni fa.

Come può esserci questo "divario di genere" e cosa possiamo fare a riguardo?

Ci sono molte teorie sulle sue cause, inclusi i padri assenti, le scuole più orientate alle ragazze rispetto ai ragazzi, le differenze tra i sessi dei maschi, l'ossessione dei ragazzi con i videogiochi e così via. Ma poiché nessuno ha mai lanciato uno studio importante, è ancora tutto speculazione. Ma è molto facile indicare qualcosa che ha permesso al problema di crescere fino al punto in cui anche la più ardita femminista potrebbe trovare difficile ignorarla: prendersi cura dei ragazzi e dei giovani – come gruppo sociale – non è qualcosa che i liberali fanno. Almeno loro non hanno, fino ad oggi.

Sono un liberale, ma la mia principale fedeltà professionale è la verità, specialmente se espressa da dati solidi. In questo caso, una verità coincide con la mia preoccupazione principale, periodo: la mia famiglia, gli esseri umani che, insieme a mia moglie, amo di più in questo mondo: i miei tre figli grandi ei loro tre figli – tutti maschi!

Ho iniziato a rendermi conto dei dati che mostravano ragazzi che si nascondevano dietro le ragazze a scuola nei primi anni '90, quando il più giovane dei miei figli stava compiendo 10 anni. Scrissi lettere che sollecitavano il college a cui insegnavo a non partecipare al nuovo "Take Our Daughters to Lavoro "carrozzone" (iniziato nel 1993), ma piuttosto per far sì che "Portiamo i nostri figli al lavoro". Ho presentato i dati, ma nemmeno una persona del comitato di nove membri mi ha risposto.

Sono andato a una conferenza nel 1994 dove David Sadker, coautore del nuovo Failing at Fairness: How America Schools Cheat Girls , era l'oratore principale, e ho alzato la mano per dire che ero confuso, dal momento che i dati mostravano che erano ragazzi che avevano più problemi a scuola rispetto alle ragazze. Sono stato deriso da Sadker e non ho dato alcun sostegno a nessun altro nel pubblico di cento.

Sono pazzo, ho pensato? C'è qualcosa che non so?

No, non ero pazzo, ma c'era qualcosa che non sapevo. Non sapevo che quando si trattava di questioni di genere, la correttezza politica era più importante dei dati.

Sempre un convinto sostenitore del femminismo, ero bloccato. C'era il mio liberalismo "genetico" da una parte (quando sei nato da genitori ebrei della classe media a Brooklyn nel 1942, sei praticamente un liberale dalla nascita), ma c'erano i miei bellissimi bambini dall'altra, i bambini che facevano parte di un gruppo chiaramente in ritardo e ignorato dai miei compatrioti di sinistra.

Ma come potrei unirmi a Christina Hoff Sommers, il cui libro del 2000, The War Against Boys aveva dati di cui avevo scritto per anni, ma che aveva fatto infuriare le femministe con il suo libro precedente ( Who Stole Feminism ?: How Women Have Betrayed Women) e in definitiva lasciò la Clark University per unirsi al conservatore American Enterprise Institute?

Mi considero ancora un liberale, ma osservando le difficoltà dei miei figli e sentendo parlare dei problemi dei figli dei miei amici, per non parlare dei dati che diventano sempre più definitivi ogni anno, come posso ignorarlo? Per me, i liberali cercano di correggere i torti, ed è per questo che quando si tratta di razza, orientamento sessuale, ambiente e sì, sessismo diretto alle donne, io sono lì.

Ma proprio ora, dove i nostri giovani sono preoccupati, i maschi devono essere un obiettivo principale – non solo il loro sviluppo emotivo, che è stato una preoccupazione liberale per anni – ma come vanno a scuola. Ciò richiederà sforzi non solo nelle scuole, ma a casa e nelle comunità. Ma soprattutto, ci vorranno i liberali che si uniranno, sia che abbiano figli o figlie. In definitiva, una coorte di uomini undereducated e low-achievement in un mondo di donne istruite e di alto livello sembra una ricetta per il disastro sociale, una coppia (o un solo maschio) alla volta.

Non riesco a vedermi unire persone con le quali non sono d'accordo su quasi tutte le altre questioni sociali, quindi non posso vedere in qualche modo diventare un conservatore per aiutare i miei figli, i miei nipoti e i giovani maschi in tutto il paese. Ma non posso sopportare di sentirmi così solo; quindi tutto ciò che posso fare è esortare i miei colleghi liberali a fare anche questa parte della loro agenda. Forse i ragazzi non sono stati vittime di leggi e di ovvi -ismi , ma, come gruppo, sono stati vittime, per lo meno, di negligenza, e hanno bisogno di aiuto da tutto lo spettro politico.

Ricordo un momento alcuni anni fa quando ero nei miei vecchi uffici del vicino college e stavo parlando con un collega di qualche anno più giovane di me. Stava diventando un po 'noto per il lavoro nel suo campo, che è molto meno controverso. Quando ho accennato a come la questione dei ragazzi e dei loro problemi a scuola stava finalmente ricevendo un po 'di attenzione nazionale, anni dopo essermi interessata molto all'argomento, ha detto: "Sei stato all'avanguardia".

Non suona conservativo, vero?

Ma poco dopo, dopo aver parlato del suo libro di prossima pubblicazione, ha detto: "Forse dovresti collaborare con una di quelle donne bionde di destra che appaiono su Fox News".

Penso che le cose siano cambiate un po 'da quella conversazione, ma sulla lista delle cause liberali, il "problema del ragazzo" è a malapena sullo schermo radar. Forse un nuovo libro di Richard Whitmire (citato da Kristof), aiuterà. Si chiama Why Boys Fail e, come dice Kristof, ha "montagne di prove" che mostrano come i ragazzi sono in ritardo rispetto alle ragazze a scuola.

Spero che i miei amici liberali lo leggano. Il tempo ha più di venire.

Solutions Collecting From Web of "Ragazzi e giovani: una nuova causa per i liberali"