Race, Attractiveness e Psychology Today Firestorm

Sono in ritardo con questo gioco. Quando è scoppiata la polemica sul post del blog "Perché le donne sono meno attraenti", stavo viaggiando. Nel momento in cui raggiunsi, la cavalleria aveva già preso le ondate di blog per sottolineare le innumerevoli mancanze nel cosiddetto ragionamento scientifico della pubblicità di chi-non-deve-essere-o-dato-addizionale. La mia corsa è andata via senza di me, per così dire.

Anche se devo ammettere che, quando finalmente sono riuscito a leggere il post rimosso, ero tutt'altro che sorpreso. Sto scrivendo sul sito da quasi tre anni e immagino di essere da tempo insensibile alla speculazione non falsificabile e pseudo-scientifica che alcuni blogger – e uno in particolare – provano a spacciarsi per scienza psicologica.

Ricordo la prima volta che ho incontrato uno dei post di te-sai-chi, solo poche settimane dopo aver iniziato a bloggare. In esso, affermava che "tutti gli stereotipi sono veri". Le sue prove per questa audace affermazione? L'argomento circolare secondo cui "Se non sono veri, non sarebbero stereotipi".

Aw, Aristotele sarebbe stato così orgoglioso.

Così mi sono agitato e ho scritto una risposta educata, ma dettagliata, che descrive i problemi con questa prospettiva. In retrospettiva, la cortesia era ingiustificata. Avevo dato all'autore il beneficio del dubbio, partendo dal presupposto che lui lo sapesse meglio, ma scelsero le sue parole in modo insufficiente. Ma i post provocatori ma irresponsabilmente non scientifici continuavano a venire.

Proprio in questa primavera ricordo – contro il mio giudizio migliore – cliccando su un altro trattato sulla domanda psicologica del giorno: in questo caso, perché Victoria Beckham ha figli maschi? La risposta, secondo il post? Beh, dev'essere che lei abbia un passato sessualmente promiscuo. Perché, davvero, quando ci pensi, non c'è altra spiegazione logica, giusto?

Il post di questo fine settimana sull'attrattiva e la razza ha sicuramente meritato le critiche veloci e decisive che ha generato. (E per favore prendi nota: come dimostrano le risposte immediate e vocali, questo particolare post sul blog è tutt'altro che rappresentativo dello stato attuale della scienza psicologica.) Ma non fingiamo che sia venuto fuori dal nulla. Questo è un blogger che assapora il proprio iconoclastismo percepito ed equivale a dichiarazioni controverse con l'innovazione scientifica.

Sono sicuro che ad un certo punto arriveremo alla sua parte della storia. Ci saranno accuse di essere vittima di "correttezza politica" ed è stato messo alla berlina per discutere di ciò che il resto di noi è troppo timido per affrontare. (Naturalmente, il problema non stava sollevando la questione della razza e dell'attrattiva: offriva conclusioni imprecise con spiegazioni sommarie e offensive e la spacciava come analisi scientifica).

Ci sarà un occhiolino e un'alzata di spalle e una discussione di, hey, non incolpare il messaggero – sto solo trasmettendo ciò che i dati ci dicono. Voglio dire, ho usato la parola "obiettivo" e ho avuto grafici e tutto! (Un caso difficile da fare quando non si descrivono accuratamente i dati e non si fa alcuno sforzo per testare realmente le spiegazioni puramente speculative che si estraggono dal nulla perché, per sua stessa ammissione, non si può pensare ad altro).

E inevitabilmente ci sarà un riferimento ironico a una celebrità femminile nera che trova attraente, completa di foto focalizzate sul clivaggio per rafforzare la sua affermazione di imparzialità personale.

Ma a questo punto, lo sappiamo tutti meglio. Questo è esattamente ciò che dovresti aspettarti da qualcuno che considera la provocazione come la buona scienza – chi pensa che l'indagine empirica significhi leggere qualcosa da qualche parte e usare la prima cosa che ti viene in mente per spiegarlo.

Certo, altri blogger hanno anche usato la loro piattaforma Psychology Today per promuovere l'ideologia politica o altri argomenti non scientifici. E spesso mi trovo anche esasperato con quei post, anche quando mi capita di essere d'accordo con l'ideologia in questione. Ma almeno sono solitamente offerti come pezzi di opinione e chiaramente identificabili come tali.

Da un punto di vista disciplinare, questo è il più grande crimine qui: questo post è stato presentato come un'analisi scientifica. Come molti altri hanno sottolineato, ha fallito miseramente su quel conteggio, diverse volte. Nessuno sta riducendo la libertà di parola; chiunque può blog su tutto ciò che vogliono nel proprio tempo e sito web. Ma Psychology Today dà ai blogger una carta bianca e, con essa, si presuppone che quelli di noi con credenziali accademiche e professionali useranno questa competenza in modo responsabile.

Piaccia o no, il peso è più alto quando sei uno scienziato che blogging sulla scienza. E chiunque possa solo pensare ad una spiegazione per una differenza osservata in un set di dati potrebbe semplicemente essere incapace di soddisfare questo onere elevato.

__________________________________________________________________

Sam Sommers è uno psicologo sociale presso la Tufts University di Medford, MA. Il suo primo libro, Situations Matter: Understanding How Context Transforms Your World , sarà pubblicato da Riverhead Books (Penguin) nel dicembre 2011. Puoi seguirlo su Facebook qui e su Twitter qui.

Solutions Collecting From Web of "Race, Attractiveness e Psychology Today Firestorm"