Rabbia tra amici: il viaggio di un bambino di sette anni verso l'espressione di rabbia assertiva

Una cosa è scrivere sull'aiutare i bambini a fare scelte intelligenti sull'espressione della rabbia. è un'altra cosa guardare una situazione emotiva che si svolge proprio davanti ai tuoi occhi e sperare che tuo figlio possa prendere una buona decisione!

Lo scorso fine settimana, ho portato mia figlia e la sua amica in un posto tipo pizza-n-games. Per loro, trovare il tempo per il delizioso buffet di pizza è come "avere" da mangiare le loro verdure prima di poter gustare il dessert; macchine da gru traballanti e ruote da premio rotanti sono la vera delizia del ristorante.

Mia figlia ha portato due settimane di permesso al ristorante, sperando oltre ogni speranza di vincere abbastanza biglietti da riscattare per un quarto di giocattoli in plastica. Okay, quella era la mia cinica prospettiva per adulti che si stava intrufolando. Quello che intendevo dire era che mia figlia aveva fissato un obiettivo, aiutato in casa per due settimane per guadagnare denaro, e salvato tutto per un premio (se non prezioso). La sua risolutezza era ammirevole e le sue speranze raggiunsero il picco quando lei buttò giù le sue due fette di pizza necessarie.

Prima partita-perdere. Seconda partita: perdi di nuovo. Terzo gioco: il fascino? No-near miss! Quarta partita e ultimo set di token-vittoria! Vinse 35 biglietti, dieci in più di quanto avesse bisogno per vincere il granchio di plastica dei suoi sogni. Lei e la sua amica si diressero verso la macchina da riscatto, piena di vertigini e allegria. Mia figlia infilò attentamente i biglietti nella stretta fessura e osservò il lettore digitale che calcolava il suo punteggio. Controllò tre volte la macchina per il codice giusto per il suo giocattolo scelto. Inserì la prima cifra, poi un pulsante-premi lontano dal suo ambito premio: la sua amica si appoggiò alla macchina e premette l'intero pannello di pulsanti contemporaneamente! È uscito un giro, lecca lecca d'uva, solo il premio che mia figlia non ha mai voluto!

Ho visto l'intera scena svolgersi a circa 10 piedi di distanza. Dalle grandi speranze alle emozioni tratteggiate, è stata una corsa sulle montagne russe davanti ai miei occhi. Trattenni il respiro per vedere come rispondeva mia figlia. Che scelta avrebbe fatto per esprimere la rabbia su ciò che, nel suo mondo, era un grave errore?

Innanzitutto, sono arrivate le lacrime. Poi, ci fu un piede calpestato. Sono quasi sicuro di aver visto il vapore uscire dalle sue orecchie dopo. Lei affondò la testa nello stomaco, mi accompagnò fuori dalla sala giochi e, come una vera figlia di terapeuta, cominciò a farsi strada nella situazione. Il suo flusso di coscienza emotiva si snodava attraverso quattro scelte fondamentali nell'esprimere i suoi sentimenti arrabbiati:

Urlando e gridando

Il suo primo istinto fu quello di calpestare, urlare e gridare. Voleva urlare "Hai rovinato il mio gioco e l'hai fatto apposta! Ti odio! Non ti porto mai più qui. Devi darmi tutti i tuoi biglietti per ottenere un nuovo premio! "

Questo tipo di comportamento verbalmente aggressivo è una risposta impulsiva comune da parte dei bambini. Sia verbale (chiamata nomi, minaccioso) o fisica (colpire, afferrare, calciare), l'aggressività è distruttiva per le relazioni e mai la scelta migliore per esprimere sentimenti di rabbia.

Tenendolo tutto dentro

Parlare attraverso le opzioni aggressive la aiutò a sfogare un po 'del suo vapore rabbioso. Iniziò quindi a considerare una linea di condotta molto diversa. "Va bene se non ottengo il granchio. I bambini mi apprezzeranno di più se non dico altro. Posso sempre guadagnare più indennità e tornare tra poche settimane. "

In questo stato d'animo passivo, mia figlia ha cercato di convincere se stessa che i suoi bisogni non erano così importanti come i bisogni della sua amica o di piacere, quindi ha preso in considerazione l'idea di lasciare che i suoi bisogni diventassero insoddisfatti.

Vendicarsi

Dove mia figlia passava più tempo a discutere le sue scelte era nella categoria della vendetta:

"Ho intenzione di premere tutti i pulsanti sulla macchina quando sta selezionando il suo premio la prossima volta.

Quando metterà giù i biglietti, li strapperò tutti e dirò che è stato un "incidente" come mi ha detto lei.

La prossima volta che andrò a casa sua, nasconderò il suo salvadanaio in modo che lei sappia come ci si sente a perdere tutti i tuoi soldi per niente! "

Nel momento in cui le sue idee per una vendetta passiva e aggressiva si sentivano giustificate. Sapendo che le azioni aggressive l'avrebbero immediatamente messa nei guai e che i comportamenti passivi non sarebbero stati soddisfacenti, rimase bloccata in questo modo socialmente più accettabile, ma emotivamente disonesto di esprimere rabbia.

Dillo come è

Con un po 'di coaching per superare l'apparentemente dolce prospettiva di vendetta, mia figlia alla fine ha orientato la sua strada verso dire alla sua amica onestamente e direttamente come si sentiva per l'incidente da bottone. L'intero processo decisionale ha richiesto circa 10 minuti di discussione, un rapido gioco di ruolo e un lungo e fresco drink di acqua, ma poi mia figlia è stata in grado di dire in modo assertivo: "Mi sono davvero arrabbiato quando hai premuto quei pulsanti perché avevo il mio cuore puntava a vincere quel granchio. Per favore, stai più attento quando mi scambierò i biglietti la prossima volta. Non voglio che tocchi nessuno dei pulsanti quando è il mio turno alla macchina premiatrice. "

Alla fine, il vero risultato che mia figlia sperava era di tornare a casa con il granchio. Non ha ottenuto esattamente quello che voleva, ma ha ottenuto qualcosa di più grande in quel gioco. Ha attraversato una serie di scelte nella sua mente, mi ha usato come una cassa di risonanza, e alla fine ha fatto una scelta che ha dimostrato il controllo emotivo, rafforzato la sua amicizia e reso la mamma orgogliosa!

Per ulteriori informazioni sull'insegnamento delle abilità dei giovani per l'espressione della rabbia assertiva, si prega di consultare How to Be Angry: Anertert Anger Exger Group Guide for Kids and Teens , in uscita il 15 luglio 2011. www.signewhitson.com

Copyright Signe Whitson

Solutions Collecting From Web of "Rabbia tra amici: il viaggio di un bambino di sette anni verso l'espressione di rabbia assertiva"