Questa stagione di festa: dice noci alle calorie

È quel periodo meraviglioso dell'anno in cui le persone abbracciano il mito e la fantasia. Un elfo obeso e anziano in un completo rosso brillante che esegue prodezze erculee di forza e resistenza senza richiedere un'angioplastica; un pupazzo di neve inanimato che prende vita completamente nudo tranne che per il suo cappello magico e che conduce una sfilata lungo Main Street con una folla di bambini al seguito, e nessuno è offeso; la convinzione che in qualche modo tenere il ramo di una pianta tossica legata a una dea nordica sopra la testa dei tuoi desideri con alcuni mezzi magici porti ad un'acquiescenza ai tuoi affetti evitati in precedenza, e non sarai schiaffeggiato con un ordine restrittivo; e forse la più fiabesca di tutte le fiabe, che la tua salute durante le festività natalizie – e in effetti tutto l'anno – dipende esclusivamente dalle quantità consumate. È un'idea sbagliata sbagliata che semplicemente ridurre le calorie porta a una salute migliore.

Tuttavia, nello spirito festivo delle repliche di stop-animation, uno studio recente che ha ricevuto molta attenzione da parte dei media ha suggerito esattamente quello per circa il novantacinque per cento degli americani. Non importava cosa mangiassero, solo quanto. Queste promesse buche pie-in-the-pie lanciano carne rossa alle masse sotto forma di quadrupli hamburger di by-pass.

Lo studio ha presumibilmente esaminato il ruolo di fast food, caramelle e soda e il rischio di sviluppare l'obesità; come misurato dall'indice di massa corporea (BMI). [1] La loro conclusione era che in termini di sviluppo dell'obesità, e implicitamente le disabilità e le malattie associate a tale stato, dipendeva non dalla qualità dei cibi, ma semplicemente dalla loro quantità. Il fast food, le caramelle e la soda non causano l'obesità – e per estensione la cattiva salute – a meno che tu non esageri in maniera massiccia. Nelle loro parole, è tutto sulle calorie, stupido! I problemi con questo approccio, e quello studio in particolare, sono stati trattati in dettaglio altrove. [2], [3]

Copyright Red Tail Productions, LLC
Fonte: Copyright Red Tail Productions, LLC

È tempo di rompere un diverso tipo di nocciola. E non intendo lo shopping, la cucina, i parenti o gli studenti guidati dal manicomio che invariabilmente entrano nella corsia di sinistra e guidano 15 miglia all'ora o le altre 10.000 cose che ci portano presto alla ciotola dello zabaione – dotato di un boccaglio. Questa festa si tratta di avere noci sane (comprese le noccioline che sono tecnicamente un legume).

La dieta mediterranea è stata intensamente studiata e si è dimostrata efficace nella prevenzione e nel trattamento di molti flagelli della medicina moderna; obesità, diabete, malattie cardiovascolari, malattie neurodegenerative e la lista continua. Mentre esiste una percezione generale che l'effetto benefico della dieta mediterranea sia dovuto al consumo di olio d'oliva, la ricerca ha dimostrato una riduzione statisticamente significativa del rischio cardiovascolare nell'approccio mediterraneo che enfatizza l'aumento del consumo di noci rispetto all'aumento delle quantità di olio d'oliva. [ 4] In effetti, il consumo di frutta a guscio come parte della dieta mediterranea può essere fatto risalire al periodo classico della Grecia antica, se non ulteriormente. Quella dieta salutare esisteva già da molto tempo prima che il concetto di calorie fosse mai concepito.

Al contrario, fino a poco tempo fa i dadi erano sulla lista dei verbieri a causa della loro densità calorica a causa del loro contenuto di grassi naturali. Mentre il pensiero tradizionale ha riconosciuto il potenziale salutare delle noci degli alberi come noci, spesso c'è un avvertimento sul loro consumo basato sulle calorie. È un messaggio confuso: per favore mangia questo cibo perché è delizioso ed è buono per te, ma per favore limita te stesso dove sono coinvolte le calorie. Rende una scelta donchisciottesca nelle festività natalizie; dovresti prendere una manciata di noci o andare dritta per una salsiccia viennese a solo circa 35 calorie per gusta?

Uno studio recente ha esaminato un tale enigma calorico osservando oltre 100 persone ad alto rischio di sviluppare diabete di tipo II [5]. I partecipanti sono stati assegnati a un gruppo che ha ricevuto consulenza dietetica e aggiustamento calorico o lasciato ai propri dispositivi. All'interno di ciascuno di questi gruppi, sono stati ulteriormente suddivisi in integrazione con le noci o no. Il risultato è stato di quattro gruppi; nessun consiglio dietetico e niente noci, nessun consiglio dietetico e noci, consulenza dietetica / aggiustamento calorico e niente noci, consulenza dietetica / aggiustamento calorico e noci. I soggetti sono stati seguiti per un periodo di quindici mesi.

I ricercatori hanno valutato i risultati su diverse metriche. Hanno valutato la qualità della dieta come indicato dall'Health Eating Index 2010 (HEI). L'HEI è inversamente correlato con l'esito della malattia cronica. In altre parole, più sana è la dieta valutata da questo indice, minore è la probabilità di sviluppare disabilità e malattie come il diabete e di soffrire di sequele come infarti e ictus.

Hanno testato la salute vascolare esaminando la funzione endoteliale (EF). Le anormalità di EF possono identificare quelle ad aumentato rischio di sviluppare aterosclerosi che possono portare a malattie cardiovascolari o cerebrovascolari. Hanno anche osservato livelli ematici di LDL o colesterolo "cattivo", peso corporeo, grasso corporeo e diverse altre misure.

Il primo risultato non è stato una sorpresa. Le persone che hanno ricevuto consulenza dietetica e aggiustamento calorico hanno avuto un miglioramento nel loro HEI. Gli altri risultati successivi sono stati una rottura di scala. Coloro che non hanno ricevuto alcuna consulenza dietetica o aggiustamento calorico, ma hanno aggiunto le noci alla loro dieta hanno migliorato significativamente il loro HEI. Sembra che il buon cibo possa generare buone abitudini.

Finché hai consumato le noci, indipendentemente dal counseling o dalle calorie, hai notato un miglioramento della funzione endoteliale e un abbassamento del colesterolo LDL o "cattivo". Il solo fatto di ricevere consulenza e aggiustamenti calorici senza mangiare noci non ha portato alcun beneficio. Indipendentemente dalla consulenza dietetica e dagli aggiustamenti calorici, il peso corporeo, l'indice di massa corporea (BMI), la percentuale di grasso corporeo e il grasso viscerale, non sono cambiati significativamente tra quelli che hanno mangiato le noci e quelli che non lo hanno fatto.

Mangiare cibi ricchi di grassi come noci (in particolare le noci in questo studio) ad libitum per 6 mesi senza alcun aiuto dietetico professionale o aggiustamenti calorici ha migliorato gli aspetti salutistici della dieta complessiva. Ha migliorato la funzione vascolare e i livelli di colesterolo nel sangue. Non c'è stato alcun aumento di peso, indice di massa corporea o grasso corporeo. I benefici si sono verificati, come notano gli autori, "indipendentemente dal fatto che i partecipanti abbiano ricevuto o meno una consulenza dietetica per regolare l'apporto calorico per compensare l'inclusione delle noci nella loro dieta.

Il controllo dell'apporto calorico per mantenerlo costante con l'aggiunta di noci alla dieta non sembra migliorare gli effetti benefici dell'ingestione di noci sulla qualità della dieta, sulla funzione vascolare, sulla risposta all'insulina, sulla composizione corporea e sulle misure antropometriche. "[6]

Era la scelta dei prodotti comestibili, non la quantità o le calorie che facevano la differenza.

Questa stagione delle feste – e per tutto l'anno – non presta attenzione allo gnomo seduto sul volume calorico. Piuttosto diffidare del troll nel buco della ciambella. La qualità conta, scegli saggiamente!

Note finali

[1] (Just & Wansink, 2015)

[2] (Fenster, 2015)

[3] (Fenster MS, 2014)

[4] (Guasch-Ferré, et al., 2014)

[5] (Njike, Ayettey, Petraro, Treu, & Katz, 2015)

[6] (Njike, Ayettey, Petraro, Treu, & Katz, 2015)

Riferimenti:

Butler, K. (2015, aprile). Questo Professore della Lega della Ivy League che ama il fast food e l'amorevole orgoglio ti fa mangiare meglio. Retriev. Estratto da Mother Jones: http://www.motherjones.com/environment/2015/03/brian-wansink-cornell-jun …

Cornell Food & Brand Lab. (2015, 5 novembre). Junk science. Estratto da Junkscince.com: http://junkscience.com/2015/11/junk-food-not-related-to-obesity-for-95-o…

Fenster, M. (2015, 8 novembre). College, Calorie, Corporazioni e Contesto. Estratto da What's Cooking With Doc: http://www.whatscookingwithdoc.com/colleges-calories-corporations-and-co…

Fenster, MS (2014). The Fallacy of The Calorie: Perché la moderna dieta occidentale ci sta uccidendo e come fermarlo. New York, NY: Koehler Books.

Guasch-Ferré, M., Hu, FB, A., M.-GM, Fitó, M., Bulló, M., Estruch, R.,. . . Muñoz, MA (2014). Assunzione di olio d'oliva e rischio di malattie cardiovascolari e mortalità nello studio PREDIMED. Medicina BMC, 12:78.

Hu, EA, Toledo, E., Diez-Espino, J., Estruch, R., Corella, D.,. . . Martinez-Gonzalez, M. (2013). Stili di vita e fattori di rischio associati all'adesione alla dieta mediterranea: una valutazione di base dello studio PREDIMED. PLoS One, 8 (4): e60166. doi: 10.1371 / journal.pone.0060166.

Just, D., & Wansink, B. (2015, 1 ottobre). Fast Food, Soft Drink e Candy Intake non sono correlati all'indice di massa corporea per il 95% degli adulti americani. R. Estratto da SSRN: http://papers.ssrn.com/sol3/papers.cfm?abstract_id=2668214

Lab, CU (2015, novembre). Candy, Soda e Fast Food non stanno guidando la crescente tendenza all'obesità negli Stati Uniti. Estratto dal laboratorio Food and Brand della Cornell University: http://foodpsychology.cornell.edu/OP/fast_food_science#

Njike, VY, Ayettey, R., Petraro, P., Treu, JA e Katz, DL (2015). Ingestione di noci negli adulti a rischio di diabete: effetti sulla composizione corporea, sulla qualità della dieta e sulle misure di rischio cardiaco. BMJ Open Diabetes Research and Care, 3: e000115. doi: 10.1136 / bmjdrc-2015-000.115.

Scienza e pratica dell'obesità. (2015, ottobre). Scienza e pratica dell'obesità. Estratto da Obesity Science & Practice: http://onlinelibrary.wiley.com/journal/10.1002/(ISSN)2055-2238

Reinberg, S. ((2015, 5 novembre). Il cibo spazzatura non è la colpa dell'epidemia di obesità? .. Estratto da WebMD.com :: http://www.webmd.com/diet/obesity/20151105/junk-food- non-a-colpa-di-am …

Sciience Daily. (2015, 5 novembre). Obesità: il cibo spazzatura è davvero da biasimare? . Estratto da Science News: http://www.sciencedaily.com/releases/2015/11/151105102935.htm

Sofi, F., Cesari, F., Abbate, R., Gensini, G., & Casini, A. (2008). Aderenza alla dieta mediterranea e allo stato di salute: meta-analisi. BMJ. 337: a1344. doi: 10.1136 / bmj.a1344.

Trichopoulou, A., Bamia, C., & Trichopoulos, D. (2009). Anatomia degli effetti sulla salute della dieta mediterranea: studio di coorte prospettico EPIC greco. BMJ., 338: b2337. doi: 10.1136 / bmj.b2337.

Solutions Collecting From Web of "Questa stagione di festa: dice noci alle calorie"