Quello che James Bond ci insegna sulla vita

Dopo aver visto tutti i film di James Bond da "Dr. No "nel 1962 a" Spectre "quest'anno, la mia unica conclusione sul personaggio è che il suo talento principale è la perseveranza. Sì, può sparare e pilotare elicotteri e donne da letto e scegliere il vino perfetto. Di certo conosce il modo di aggirare le auto veloci e le armi ad alta tecnologia. Può combattere più aggressori, spesso molto più grandi di lui, e quasi sempre mentre indossa un abito o uno smoking costoso. Può lavorare su complessi sistemi informatici, disinnescare bombe e sopravvivere a pugni, spari o torture. È bravissimo a passare dalla battaglia alla camera da letto e parla molte lingue, inclusa la lingua dell'amore.

Ma tutte queste cose sono uguali (e divertenti da guardare), la sua abilità principale è che continua ad andare avanti; Sopravvive, nonostante sia ferito, in inferiorità numerica, fuori controllo, circondato, e (i puristi di Bond ansimano mentre scrivo questo) anche mostrandoci sullo schermo, a volte, che può avere paura. Naturalmente sappiamo tutti che è un personaggio letterario e cinematografico mitico con un'alta tolleranza per il dolore e la capacità di mettere da parte un buffetto o un cattivo gioco di parole mentre uccide un cattivo ragazzo. Sono anca del fatto che non esista al di fuori della mente del suo creatore, l'autore Ian Fleming e il produttore esecutivo Albert Broccoli e l'eredità costante della sua famiglia nel franchise cinematografico. Ma ho incontrato ragazzi duri e intraprendenti come Bond e abbiamo sentito storie dei nostri coraggiosi militari che hanno superato situazioni orribili e sono sopravvissuti. Non sono alti tre metri e non sono a prova di proiettile. Hanno sicuramente abilità e addestramento tattico. Ma come Bond, continuano ad andare avanti, superando l'altro e la loro brutta situazione apparente. Più di questo dovrebbe interessare più di noi, in questi giorni.

Sappiamo già che possiamo sviluppare la resistenza del corpo attraverso l'esercizio fisico. Condizionare la mente per la resistenza è anche un'abilità appresa, attraverso la pratica. Mettersi in situazioni in cui è necessario avere pazienza, capacità di risoluzione dei problemi e anche un po 'di fortuna può costruire anche quelle abilità di condizionamento mentale.

Migliora la tua resistenza fisica – Quindi molti sport richiedono in realtà più capacità di resistenza per vincere. Che si tratti del quarto trimestre della partita di calcio, dell'ultimo periodo nel basket, nel calcio o nell'hockey, l'ultimo set nel tennis o l'ultima buca nel golf, la tua capacità di combattere il fattore fatica e finire forte è spesso la differenza tra la vittoria e sconfitta in una gara ravvicinata. Nel pugilato, è chi sta alla fine chi vince. La tua mente ti dice che sei stanco molto prima di quanto faccia il tuo corpo. Il tuo cervello dirà: "Lasciamo, camminiamo, fermiamoci, lasciamo che il nostro avversario ci passi davanti, dirigiamoci verso la panchina, le panchine o il divano". Il tuo corpo può ignorare tutta quell'energia negativa e semplicemente fare ciò che vuole fare, che è completo l'evento, con tutta l'energia che avevi all'inizio. La forza fisica si costruisce attraverso il tempo, la ripetizione, spingendoti fuori dalla tua zona di comfort e sviluppando nuovi limiti superiori. Costruire il tuo lato fisico allena anche la tua mente, ignorare il discorsetto negativo e sedare i tuoi dubbi.

Aggiungi alla tua resistenza mentale – Supponiamo che ci sia una situazione di gruppo in cui a dieci persone viene chiesto di lavorare insieme su un problema matematico piuttosto complesso, ad esempio, "Se un treno lascia Cleveland alle 20:00 e viaggia a 74 miglia all'ora, quando fa si schianta contro il treno in partenza da Baltimora viaggiando a 72 miglia all'ora? "A meno che non ci sia un mago della matematica o un fanatico di problemi verbali nella stanza, molte persone fanno qualche pugnalata selvaggia alla risposta (" Tre ore? Due settimane? A mese da mai? ") e poi prontamente arrendersi. Avere resistenza mentale richiede di continuare a lavorare oltre le tre ipotesi originali. Edison ha provato oltre 700 elementi per trovare i materiali giusti per l'interno della sua prima lampadina. Continua a spostare la penna sul foglio, a fare ulteriori ricerche, a esaminare il problema da angolazioni inverse, a ricevere aiuto da esperti, ma non smettere di pensare quando le risposte non sono chiare.

Prendi più confidenza con il dolore – Avere una maggiore tolleranza al dolore rispetto alla maggior parte delle persone ti aiuta a sopportare. L'allenamento per una maratona non riguarda davvero l'idoneità (a meno che non si preveda di vincere la sanguinosa gara, allora è meglio essere più in forma di un keniano); si tratta di avere resistenza sotto il disagio. La maggior parte delle persone ragionevolmente sane potrebbe prepararsi a correre 26 miglia di fila ad un ritmo di 10 minuti per miglio. (L'ho fatto nel 1998, le peggiori cinque ore della mia vita). Quel livello di fitness non è eccessivamente difficile da raggiungere, in generale. Nello specifico, tuttavia, il dolore che insorge al miglio 11 o al miglio 18 o al miglio 22 può essere significativamente sgradevole. Quando i piedi, le gambe, la schiena e la testa iniziano a ferire da tutto quel martellante, e lo stomaco è sconvolto da troppo Gatorade o non abbastanza Gatorade, è facile abbandonare la gara. Le persone difficili superano i loro dolori e continuano ad andare avanti. Questa è un'abilità acquisita. Mettersi in situazioni in cui i dolori fisici e mentali sono acuti e vivaci può ricordarti le tue paure, ma anche darti una grande opportunità per superare quei limiti auto-percepiti e finire il compito, non importa quanto spiacevole.

Prendi un po 'di POT – Plain Old Doughness – C'è una storia, apparentemente vera, su un dottore russo su una squadra polare di ricerca sulla calotta polare che ha scoperto di avere un'appendicite. Migliaia di miglia dall'aiuto, sapeva che si trovava in una situazione medica seria. La rottura di quell'organo causerebbe peritonite e morte certa. Così nella sua agonia, ha creato uno specchio, ha chiesto ai suoi colleghi di passargli i suoi strumenti chirurgici su sua richiesta, e rimosso la sua appendice. Sicuramente qualsiasi cosa tu stia affrontando a casa o al lavoro può essere risolta attraverso una buona dose di POT. Sii duro, diventa più duro, inclinati in avanti!

Cerca costantemente soluzioni e opzioni – Uno dei miei film preferiti – e non sono proprio sicuro del perché – è "Sexy Beast" (2000), con Ray Winstone, Ian McShane e Sir Ben Kingsley. Riguarda il modo in cui Kingsley va in Spagna a trascinare Winstone, il suo riluttante ex criminale, in Inghilterra per un'altra rapina in banca. Mc Shane interpreta Teddy, il boss del crimine che gestisce l'operazione, e ha la linea migliore nel film, "Dove c'è una volontà – e c'è sempre un fu # $ *% ^ # sarà – c'è un modo." E ha ragione. Finché quello che stai cercando di fare non viola le nostre leggi naturali (sfidando la gravità, respirando sott'acqua senza ossigeno, ecc.), Puoi e dovresti trovare un modo per farlo. Nel suo libro sulla guerra del Vietnam, We Were Soldiers Once. . . E Young, il tenente colonnello Hal Moore ha detto, di fronte a ciò che sembra una probabilità insormontabile, "C'è sempre, sempre, sempre una soluzione". Non smettere mai di cercare la risposta che ti serve per la situazione che stai affrontando. È lì; Trovalo.

Il Dr. Steve Albrecht è noto a livello internazionale per la sua scrittura, conversazione e formazione sulla violenza sul posto di lavoro e sulla prevenzione della violenza nelle scuole. Gestisce un'azienda con sede a San Diego specializzata in risorse umane, sicurezza e cultura del lavoro ad alto rischio. Ha conseguito un dottorato in Business Administration, un Master in Security Management, una laurea in psicologia e una laurea in inglese. È membro del consiglio di amministrazione delle risorse umane, gestione della sicurezza, coaching dei dipendenti e valutazione delle minacce. Ha scritto 17 libri, tra cui Ticking Bombs: Defusing Violence in the Workplace, uno dei primi libri sul tema della violenza sul posto di lavoro. Ha lavorato per il Dipartimento di Polizia di San Diego per 15 anni. Puoi ascoltare il suo programma radiofonico "Crime Time" su CrimeTimeRadio.com. Contattalo su www.DrSteveAlbrecht.com e seguilo su Twitter @DrSteveAlbrecht

Solutions Collecting From Web of "Quello che James Bond ci insegna sulla vita"