Quattro regole per aiutare i bambini a diventare bullismo

Siccome i bambini torneranno a scuola ogni autunno negli Stati Uniti, il bullismo verrà affrontato in classe ogni anno scolastico. In questi primi giorni delle classi di agosto e settembre, gli aspiranti bulli si stanno facendo un'idea di chi, secondo loro, potrebbe essere un marchio facile nella classe. Mentre i giorni si esauriscono e un bullo conferma che lui o lei può scegliere compagni di classe specifici senza che si facciano da soli, il bullismo aumenta.

Le risposte assertive sono particolarmente efficaci nel contrastare il bullismo perché il bambino che padroneggia questo tipo di comunicazione diretta ed emotivamente onesta dimostra che gli attacchi di un bullo avranno una risposta giusta, ma formidabile. Trovando l'obiettivo iniziale troppo potente per provocare, il bullo passerà molto spesso.

Prima che l'anno scolastico entri a pieno regime, i genitori possono insegnare ai loro figli queste quattro regole per l'utilizzo della comunicazione assertiva a STANd fino al comportamento di bullismo.

Regola 1: S come forza

Mostrare forza non significa flettere i muscoli o sfidare un bullo a braccio di ferro. Piuttosto, insegna ai bambini a mostrare la loro forza interiore parlando con una voce sicura, uniforme e stando ad una distanza appropriata dal bullo (non nella loro faccia, non ritirandosi indietro). Inoltre, incoraggia il tuo bambino a guardare un bullo direttamente negli occhi. Stabilire un contatto visivo è uno dei modi migliori in cui i giovani possono dimostrare forza a un bullo.

Regola 2: T ell a Adult Trustworthy

La strategia principale di un bullo è di far sentire una vittima sola e impotente. Il modo migliore per un bambino di contrastare la strategia di un bullo è dire ad un adulto utile su cosa sta succedendo e chiedere il supporto di quell'adulto. Quando un bullo si rende conto che non sarà in grado di tenere isolata una vittima – che la vittima è abbastanza forte da raggiungere e connettersi con gli altri – il bullo inizia a perdere il potere.

A volte gli adulti non riescono a riconoscere la serietà del bullismo, ma più spesso gli adulti non sono consapevoli di ciò che sta accadendo. In questi giorni, gli intimidatori usano spesso il tempo non in classe, compreso Internet, per fare il prepotente con i loro coetanei. È compito di un bambino portare alla luce questi metodi dietro le quinte e sensibilizzare gli adulti sul bullismo.

Molti bambini temono di essere definiti "chiacchierone" se dicono ad un adulto cosa sta succedendo. Indovina un po? Questo è esattamente ciò che il bullo vuole che il suo bersaglio pensi! Il bullo spera di far sentire una vittima tutta sola e impotente. Quando i bambini raccontano ad un adulto cosa sta succedendo e ricevono il loro sostegno, guadagnano di nuovo la loro voce!

Se tuo figlio ha cercato di gestire da solo una situazione di bullismo, ma non ha avuto successo nel fermare il bullismo, rassicuralo dicendo che parlare ad un adulto è il prossimo passo e la cosa più potente che può fare.

Regola 3: A ssert Yourself

Nel calore di un incontro con un bullo, può essere molto difficile per un giovane rispondere in modo efficace. Quando i bambini imparano e praticano frasi assertive per far fronte ai bulli, diventano ben attrezzati per gestire episodi di conflitto e bullismo con i loro coetanei.

In Amicizia e altre armi, i bambini imparano e si esercitano usando Bully Bans: frasi brevi, precise, che fanno sapere agli altri che non parteciperanno al loro bullismo, né saranno vittime di bullismo. Alcuni esempi di divieti Bully includono:

• "Gli amici non si trattano a vicenda in questo modo".

• "Non fantastico!"

• "Knock off".

• "Taglialo fuori."

• "Smettila."

• "Non voglio essere trattato in questo modo".

• "Mi piace il mio aspetto."

• "Non è stato divertente".

• "Posso fare uno scherzo, ma quello che hai detto non è stato divertente, è stato cattivo".

• "Gli amici non lo fanno agli amici".

• "Questo è bullismo".

La cosa importante da ricordare sulle frasi assertive è che non mettono giù o attaccano il bullo, che non è mai una buona idea. Allo stesso modo, i divieti di bullo non sono efficaci quando vengono pronunciati attraverso le lacrime o una voce lamentosa. I Bully Bans sono semplicemente dichiarazioni brevi e assertive usate per opporsi ai prepotenti e per fermare il comportamento di bullismo.

Regola 4: N on !

Uno dei più grandi errori che le persone commettono quando si trovano di fronte a un prepotente è ignorare il ripetuto bullismo e sperare che il problema scompaia. Mentre il bullismo di solito inizia in una forma relativamente mite, che chiama, prende in giro o una minima aggressione fisica, spesso diventa più grave quando il bullo si rende conto che la sua vittima non sta per STANd da solo. Più un bullo ha potere su una vittima, più forte diventa la presa. Agire contro il bullo e prenderlo prima piuttosto che dopo è il modo migliore per ottenere e mantenere il potere.

Signe Whitson, LSW è un educatore nazionale di bullismo e autore di Amicizia e altre armi: attività di gruppo per aiutare i giovani a far fronte al bullismo. Questo articolo presenta estratti da Friendship & Other Weapons. Per richieste di workshop o ulteriori suggerimenti su come proteggere i tuoi bambini, visita www.signewhitson.com, Segui Signe su Twitter @SigneWhitson e Metti Mi piace su Facebook.

Solutions Collecting From Web of "Quattro regole per aiutare i bambini a diventare bullismo"