Quattro estranei: un dialogo riguardante l'auto-presentazione

NVE/flickr
Fonte: NVE / flickr

"Chi sono io?" "Chi sei?" Quelle domande possono portarci in una profonda tana del coniglio se li lasciamo fare.

Porterò alcune spedizioni in quella tana del coniglio in saggi futuri. Per iniziare la conversazione ho scritto un dialogo che ti aiuterà a scoprire alcuni dei puzzle coinvolti nel determinare le nostre identità:

Four Strangers: a Dialogue

In una galassia lontana, molto lontana, Charlie e suo nonno entrano nel salotto del loro Space Hotel. Il buttafuori dice loro di compilare un tag con il nome e attivare i loro traduttori universali.

Una volta che hanno i loro tag al collo, con il nome e il pianeta di casa scritti in modo ordinato, il nonno guarda fuori dalla folla e dice: "Uniamoci. E tu parli, Charlie. Penso che troverai che queste persone sono piuttosto interessanti. "

" Xanton from Tribus " sembra stranamente accessibile.

"Saluti"

"Saluti a te, straniero."

"Fuori dagli schemi? Tu chi sei?"

"Sono Xanton, di Tribus. E su Tribus sono di casa Primus, i nemici giurati di casa Secundus. Una volta siamo stati oppressi, e ora siamo saliti al nostro legittimo posatoio e li abbiamo messi al loro posto ".

"Oh, che interessante. E cosa fai per vivere? "

"Il mio lavoro è Janitor, spazzo le sale del Consiglio Capo in modo che possano concentrarsi sulla battaglia con Secundus. E con il mio salario sollevo i miei figli per essere orgogliosi membri di Primus e do una donazione di ciò che è rimasto al consiglio. "

"Hai qualche hobby?"

"Nel mio tempo libero ascolto musica Primus, sono molto appassionato di film che supportano i valori di Primus, e mi piace entrare nelle bacheche dei messaggi e combattere con qualsiasi membro di Secundus abbastanza coraggioso da riuscire a staccare la testa da terra. ”

"Bene, piacere di conoscerti, Xanton."

Gettando uno sguardo alla sua sinistra, l'occhio di Charlie viene catturato da " Sheila from Peritia ".

"Saluti".

"Saluti future rockstar."

“Haha. Mi piace. Tu chi sei?"

"Io sono la lama che non vuoi dietro di te nell'oscurità. Sono la voce che assumi per uscire prima di te, preparando le persone a prendere la tua causa. Sono un maestro di speechcraft e stealth. I miei talenti migliorano qualsiasi gruppo e i miei servizi sono molto richiesti. È un piacere conoscerti, giovane ».

"Sembra intenso. Cosa fai per divertirti?"

"Praticare le mie capacità. Cos'altro?."

"Ciò ha senso. È stato un piacere conoscerti. "

"Anche tu, e guardati le spalle questa sera [occhiolino]".

Ritirandosi, Charlie incontra " Bard from Fabula ".

Charlie allunga una mano. "Scusate. Sono Charlie. "

"Piacere di conoscerti, Charlie. Sembra che le nostre strade fossero destinate ad attraversare. Finalmente è arrivato il momento. Sono Bard. "

"Cosa puoi dirmi di te, Bard?"

"Mia madre era una lattaia e mio padre era una pietra rotolante. Mentre crescevo ho aiutato a tenere le mucche, finché una notte ho guardato la luna più grande che avessi mai visto e ho capito che ero destinato a cose più grandi. Sono partito per la città per trovare la mia strada. Lungo la strada ho avuto molte battute d'arresto e molte vittorie. Momenti di chiarezza e momenti di confusione. Momenti di speranza e momenti di disperazione. E mi ha preparato tutto per quello che succederà nei prossimi mesi. Non posso divulgare i dettagli ora, ma quasi sicuramente ne leggerete sui giornali entro l'anno. "

"Wow. Sembra epico. "

"È epico. E qual è la tua storia, giovane "Charlie from Cohaesus"? "

"Beh, è ​​piuttosto complicato, e sto ancora cercando di capire qualcosa, ma lasciatemi dire,". . “.

"Dimmi solo la tua storia, signora. Ognuno ha una storia. "

"Temo di non avere una storia preparata al momento. Dispiace deludervi. È stato un piacere conoscerti, Bard of Fabula. "

Charlie gira e viene accolto da uno sguardo intenso e dalla mano tesa.

"Un piacere incontrarti, sono Danita di Lacerta ."

"Piacere di conoscerti, Danita di Lacerta. Cosa puoi dirmi di te? "

"Bene, amo la cioccolata, i gamberetti, il vino e i liquori. E mi piace quello che vedo di fronte a me in questo momento. "

"Sei stato timido per tutta la vita?"

"Chi ha tempo per essere timido? Le persone possono pensare quello che vogliono. Siamo tutti animali anche se fingiamo il contrario. Dobbiamo giocare ai giochi sociali, sì, ma non lasciare mai che ti mettano in una gabbia, giovane Charlie. Ricorda che mangi, respiri e senti le cose come ogni altro animale. Quel tuo grande cervello dovrebbe essere usato per aiutarti a trovare più piacere nella vita, non essere usato contro di te per tenerti alienato da te stesso. "

"Sembra una buona filosofia."

"È quello che siamo. Ad ogni modo, ecco il mio numero di stanza. Se ti capita di inciampare più tardi, non ti biasimo, e sarà il nostro piccolo segreto. [occhiolino]"

"Piacere di conoscerti, Danita."

Mentre Danita balla, Charlie prende il posto più vicino. Il nonno si siede accanto a lui.

"Nonno. . “.

"Sì, Charlie?"

"Avevi ragione. È stato interessante Ma anche strano. "

"Che cosa è strano, Charlie?"

"Beh, ho chiesto a molte persone di raccontarmi di loro questa sera, e nessuno ha risposto come facciamo a casa. Tutti avevano risposte così strane. Ma nessuna delle risposte era uguale alle altre. "

"Vai avanti."

"Xanton from Tribus" non mi ha detto veramente di se stesso. Mi ha parlato della sua tribù. "

"Sheila di Peritia" non mi ha parlato di se stessa, mi ha parlato delle sue capacità. "

"Bard di Fabula non mi ha detto davvero di se stesso, non di chi è in ogni caso. Mi ha raccontato una grande storia in cui è coinvolto, ma non chi è. "

"E Danita, wow. È stato interessante Non mi ha nemmeno detto chi è lei, anche se ha chiarito ciò che vuole. "

"Lascia che ti chieda questo, Charlie,. . . puoi immaginare una situazione in cui potresti rispondere come Xanton of Tribus? "

"Suppongo che se fossimo sotto attacco e dovessimo stare in piedi o cadere in gruppo, sì. Potrei pensare che sia molto importante guidare con la mia identità di gruppo ".

"E puoi pensare a qualsiasi situazione in cui potresti rispondere come Sheila di Peritia?"

"In un colloquio di lavoro."

"E Bard of Fabula?"

"Forse se fossi depresso e dovessi dire a me stessa di aver fatto parte di una storia epica per alzarmi dal letto la mattina."

"E Danita?"

"Umm,. . “.

"OK, quindi potresti descrivere te stesso come fanno queste persone se tu avessi lo scopo giusto per la tua auto-descrizione. Se il tuo scopo era quello di far desiderare alle persone di lavorare con te, sottolinei le tue capacità. Se volevi rassicurare i tuoi alleati sul fatto che eri disposto a stare in piedi o cadere con loro, allora potresti descriverti come fece Xanton, e così via. "

"Si. Ma qualcosa sembra divertente a riguardo. "

"Cos'è quello?"

"Non siamo a un colloquio di lavoro. Non siamo in una regione di tribù in guerra. Siamo fondamentalmente a un coctail party in una stazione spaziale neutrale. In effetti, a parte la mancanza di sottigliezza, la risposta di Danita è davvero l'unica che si adatta alla situazione. "

"Che tipo di risposte ti aspettavi?"

"Mi aspettavo di sentire di più su chi sono in profondità, non solo sul modo in cui sono in superficie per questo o quello scopo."

"Forse in fondo sono esattamente come si sono presentati."

"Naw, Gramps, Sheila devono essere più delle sue abilità. Come Xanton, probabilmente ha una specie di tribù. Come Bard, probabilmente ha molte storie, e come Danita deve anche avere un'esperienza privata di respirazione e assaggio e sentirsi calda o fredda ed essere guidata dai suoi spiriti animali. "

"E Sheila ha scelto di enfatizzare le sue capacità."

"Sì, ma perché portare a quello? Questo la fa sembrare unidimensionale e poco consapevole di sé. È come se fosse quel cieco che descrive il tronco di un elefante e pensa che stia descrivendo l'intero elefante. "

"E tu conosci l'intero elefante. E questo ti rende più consapevole di sé. "

"Beh, non è solo quello. Mi ha detto che ha delle capacità. Ma non so come intende usare quelle abilità. Se prima mi avesse detto di più sul suo io principale, avrei potuto avere un'idea migliore di come avrebbe potuto usare le sue capacità. Mi ha praticamente detto che ha una testa con pericolose protrusioni, ma non so se è un elefante o un leone. Non so se è adatta a usare i denti in attacco, o le sue zanne in difesa. "

"Forse lei vuole farti indovinare."

"Suppongo di sì."

"E non avresti mai pensato di tenere indovinate le persone."

"Non proprio. Voglio dire, e se hanno un'idea sbagliata? Se parlo delle mie capacità prima che loro sappiano chi sono, non sapranno bene cosa aspettarsi da me. Di nuovo, potrebbero non essere in grado di dire se sono un elefante o un leone. E se conduco con una storia su di me prima che loro sappiano chi sono, non capiranno il protagonista della storia. E se conduco con la mia identità tribale prima che loro sappiano chi sono, potrebbero pensare che io stia solo pappagliando ciò che mi viene detto e non abbia alcun pensiero originale del mio. "

"Potrebbero avere un'idea sbagliata, è vero."

"E se dicessi loro che ho le capacità di un assassino e poi dirò loro che il mio scopo nella vita è quello di porre fine alla malattia trasmessa dalle zanzare sul mio pianeta. Come avranno un senso di ciò? Se descrivo prima il mio io principale, allora possono vedere come quelle abilità e quella storia fanno parte della stessa persona. "

"Altrimenti potrebbe esserci qualche mistero."

"Esattamente. Oppure potrebbero pensare che io sia un disastro incoerente. "

"Vuoi che pensino di aver fatto tutto insieme."

"Credo."

"E descrivere l'intero elefante dimostra innanzitutto che hai tutto questo insieme."

"Si."

"Ecco una domanda, Charlie. Come sei venuto a sapere dell'elefante? "

"Cosa intendi?"

"Voglio dire, come fai a sapere chi sei nel suo complesso? Come fai a sapere di quella persona che dà coerenza a tutte le abilità e storie e identità e desideri sociali? "

"Come faccio a sapere di quella persona? Io sono quella persona Mi sto osservando da diciotto anni. La maggior parte di diciotto anni. "

"Hai mai visto l'intero elefante tutto in una volta?"

"Interessante domanda. Non sono sicuro di come rispondere. Dove stai andando con questo?"

"È possibile che tu non abbia mai visto davvero l'intero elefante. Forse hai visto solo tronchi e zanne, code e piedi, e immagina che facciano tutti parte di un elefante, perché questo fa sì che tutto vada bene insieme. "

"Stai suggerendo che non ci sia un elefante?"

"Solitamente sto solo facendo domande. Voglio dire che sei una persona. E tu non sei completamente incoerente, è vero. Ma forse è tutto qui. Forse l'elefante non è altro che una serie di descrizioni che hai inventato in modo che tutte le tue abilità, storie, abitudini, obiettivi e identità sociali potessero combaciare. "

"Vuoi dire che ho creato l'elefante?"

"Può essere."

"Per uno scopo."

"Forse."

"Così, quando mi sono lamentato di come le persone qui mi hanno dato descrizioni specifiche per uno scopo, ma non mi hanno detto del loro io principale, stavi ridendo di me?"

"Stai ridendo?"

"Perché la descrizione del nucleo che mi aspettavo non è altro che una descrizione per uno scopo."

"E quale sarebbe lo scopo?"

"Non voglio apparire incoerente o ingiustificato o minaccioso o stupido, nemmeno per un istante."

"Bene ora. Non è qualcosa. [occhiolino]."

"Sì, è qualcosa."

"Charlie, sai cosa pensano i cohaesiani la maggior parte degli abitanti di questo settore?"

"No, cosa?"

"Pensano che siamo nevrotici, meditabondi, auto-assorbiti e noiosi."

"Penso di iniziare a capire perché. Beh, almeno non tutti qui pensano che io sia noioso. "

"Devo aspettare per te?"

"Probabilmente no."

"Buona notte, allora, Charlie [occhiolino]".

Charlie si dirige verso la stanza di Danita e bussa leggermente alla porta.

La porta si apre e la voce dolce di Danita lo fa inoltrare nella stanza buia. Mentre la porta si chiude dietro di lui, sente una certa pressione sul suo polso e sente uno schiocco. È stato ammanettato.

Danita accende la luce, toglie la parrucca e gira la targhetta, quindi non dice più "Danita di Lacerta"

“Sheila?”

"Ti ho detto di guardarti le spalle, giovane. Non ti preoccupare Sarò gentile. "

"Quindi sei un leone."

Solutions Collecting From Web of "Quattro estranei: un dialogo riguardante l'auto-presentazione"