Quanti partner devono condividere?

Il nuovo iPhone di Apple è dotato di un sensore di impronte digitali in grado di riconoscere fino a cinque stampe. Il tuo partner sarà uno di loro? È un dilemma molto moderno per essere sicuro, ma il cellulare è diventato un innegabile simbolo di fiducia nelle relazioni – o la mancanza di esso.

Molte persone lottano con quanta informazione dovrebbero condividere o condividere con il proprio partner. Lasciare un ragazzo o una ragazza scorrere il telefono o avere accesso alle password chiave è diventato una sorta di pietra miliare della relazione. Implica la fiducia e può anche simboleggiare l'intimità e la connessione. Consegnare il controllo del tuo telefono per consentire al tuo partner di guardare attraverso le tue foto, i messaggi di testo e la cronologia delle chiamate può mostrargli che non hai nulla da nascondere, che non ci sono segreti tra di voi.

Allo stesso tempo, però, se i partner si fidano veramente l'un l'altro, c'è qualche ragione per voler guardare la corrispondenza personale degli altri?

Tali problemi di privacy per smartphone ed e-mail hanno dato luogo a domande "domande o non ficcanaso?" Sui siti web di relazioni. Molti partner che non hanno dato libero accesso ai rispettivi telefoni o account di posta elettronica sembrano ficcanasare: Un nuovo studio dal Regno Unito ha scoperto che il 34% delle donne nelle relazioni e il 62% degli uomini ha ammesso di ficcanasare attraverso il telefono di un partner. Tra coloro che hanno curiosato, l'89% ha ammesso di averlo fatto per determinare se un partner stava imbrogliando, e in quasi la metà di questi casi i loro sospetti erano corretti.

Il takeaway non è che l'accesso allo smartphone in comune significhi una relazione salutare e monogama. Né è possibile che qualsiasi partner senza qualcosa da nascondere sia disposto a consegnare il proprio telefono. C'è un posto per la privacy nelle relazioni affettuose e fiduciose, ed è importante ricordare che la richiesta di privacy di una persona non significa che non sta facendo del bene. Allo stesso modo, mettere il tuo altro significativo nella tua lista di quelli che hanno accesso alle tue informazioni non significa necessariamente che hai intimità o connessione. Può essere un'estensione della fiducia in una relazione, ma non crea fiducia o connessione quando non è realmente lì.

Alla fine, il telefono è solo un simbolo di qualcosa di molto più grande.

La chiave è nel non sacrificare l'apertura per la privacy. Se il tuo partner vuole la password per il tuo account di posta elettronica, dovrebbe essere in grado di averlo e vice versa. Allo stesso tempo, potresti avere una conversazione sul motivo per cui non è necessario andare a curiosare. Una politica potrebbe essere quella di decidere di vivere insieme le vostre vite offline e di non giurare mai di scambiare password, impronte digitali o altrimenti accedere alle e-mail, ai testi o alle foto di un altro. Nei casi in cui uno dei due partner ritiene di aver bisogno di tale accesso, accetta invece di parlare del problema sottostante. I sentimenti di gelosia sono normali; così si sente escluso dalla vita dell'altro. Ma leggere i messaggi, autorizzati o meno, non ti fa sentire più connesso, così come l'accesso non previene l'infedeltà.

Cosa potrebbe? Fiducia e rispetto.

Peggy Drexler, Ph.D. è uno psicologo di ricerca, Assistant Professor of Psychology presso il Weill Medical College della Cornell University e autore di due libri sulle famiglie moderne e sui bambini che producono. Segui Peggy su Twitter e Facebook e scopri di più su Peggy su www.peggydrexler.com

Solutions Collecting From Web of "Quanti partner devono condividere?"