Quando sentiamo le lacrime di beatitudine, ci sentiamo vivi

Nella copertura sportiva di questa settimana, guardando i tornei maschili e femminili di basket, c'è molta emozione. E per le 63 squadre perdenti alla fine, soprattutto per gli anziani, vedremo molti di quei momenti toccanti: il cuore spezzato della perdita e il doppio cuore spezzato e la bellezza di salutare le loro carriere atletiche e un gioco che amano. Potrebbero avere la stessa sensazione da qualche mese a questa parte della scuola dove hanno iniziato il loro viaggio nella vita adulta.

“237/365 Bittersweet [explored]” by martinak15 is licensed under CC BY 2.0
Fonte: "237/365 agrodolce [esplorato]" di martinak15 è licenziato sotto CC BY 2.0

Questa miscela felice / triste può essere chiamata intensità. È lo stato agrodolce che tutti abbiamo sentito quando accade una cosa gioiosa ma fugace: quando vedi tua figlia al suo matrimonio ed è orgoglioso di amore ed espansione per lei, ma una vera tristezza che i tuoi genitori le hanno fatto da bambina e gli adolescenti sono finiti. È la cena della pensione quando dici addio a lavorare ami e non puoi più farlo, sapendo che hai dato tutto e che il tuo lavoro ti ha restituito.

Quando guardi negli occhi di una persona anziana potresti vederlo abbastanza spesso. In quegli occhi più anziani la felicità e la tristezza si fondono nello stesso sguardo intenso della vita. Ricordo di averlo notato per la prima volta quando avevo trent'anni, e l'ho visto molte volte da allora – e ancora di più ora che sono in giro con gli anziani con maggiore regolarità.

La ricerca (Ersner-Hershfield, Mikels, Sullivan, & Carstensen, 2008) indica che gli anziani provano più intensità di quelli in gioventù. Forse abbiamo più buoni amici di tutti i tipi, come i nostri amici ci lasciano in numero crescente, e vecchi schemi di lavoro non ci servono più. Forse sentiamo i limiti del tempo che non c'erano quando eravamo più giovani. Per molte ragioni, l'intensità agrodolce della vita diventa un luogo familiare se spegniamo i nostri televisori e prendiamo il tempo per percepire i momenti, assaporando la bellezza e la gioia che passano.

Sono stato alla ricerca di ciò che è meglio della vecchiaia piuttosto che essere più giovane. Sospetto che possiamo trascurare gli aspetti negativi della giovinezza e, guardando gli anziani attraverso gli occhi della giovinezza, sopravvalutiamo, il declino fisico come esperienza primaria. Molti dei giovani boomer che intervisto non riescono a pensare a molto, se non altro, quando pongo la domanda: "Cosa c'è di meglio ora che sei più vecchio?"

Ma una cosa sembra essere chiara. Sulla scala emotiva, gli anziani hanno il vantaggio della felicità (più su questo in un post futuro su quella ricerca) e hanno un buon vantaggio sul lato di intensità.

Lo sport non è l'unico posto dove catturare l'intensità. Anche l'arte.

Tolkien lo catturò in Il Signore degli Anelli, alla fine della grande guerra, dopo tante perdite ma una vittoria finale che terminava in una celebrazione, scrisse che i vincitori "i pensieri vanno nelle regioni dove dolore e gioia risplendono insieme e le lacrime sono il vero vino della beatitudine. "

In Fiddler on the Roof, la canzone "Sunrise / Sunset" cattura l'umore dei genitori mentre le loro figlie diventano donne, trovano uomini, si sposano e il ciclo di vita continua. "Una stagione dopo l'altra, carica di felicità e lacrime".

Portare l'intensità, i nostri momenti più preziosi di percepire la pienezza della vita. E che Gonzaga vinca tutto.

Solutions Collecting From Web of "Quando sentiamo le lacrime di beatitudine, ci sentiamo vivi"