Quando non vuoi andare a quella festa, dovresti

PublicDomainPictures.Net, Public Domain
Fonte: PublicDomainPictures.Net, dominio pubblico

Probabilmente hai ricevuto un invito a una o più feste per le vacanze. Diciamo che c'è almeno uno che preferiresti non frequentare. Questo può essere vero anche per gli estroversi, sebbene, ovviamente, più rilevante per i tipi solitari.

E forse non dovresti andare, per esempio, se i partecipanti saranno generosamente allacciati con persone che non ti piacciono, non andando non danneggeranno in modo significativo la tua carriera o le relazioni, e l'ospite non sarebbe troppo offeso dalla tua assenza .

Ma spesso, pagheresti un prezzo troppo alto per non andare. Ecco i suggerimenti per sfruttare al meglio una festa alla quale preferiresti non partecipare.

Superare la paura

A volte, la tua riluttanza a partecipare a una festa deriva da una paura:

Hai paura che non saprai cosa dire? Porta un aneddoto o due. Ho usato il mio problema di ratto. (A tutti piace sentirsi superiori ed è difficile sentirsi inferiori a qualcuno la cui casa ha un'infestazione da topo.) Naturalmente, non si inizia una conversazione con un aneddoto sui topi o qualche altro aneddoto per quella materia. Un modo semplice per iniziare è con un commento ambientale-No, non su quanto dovremmo cercare di controllare il clima del pianeta ma sull'ambiente circostante: il tempo, il cibo, la musica, il modo in cui conosci l'host, ecc. Potresti chiedere una domanda o due per trovare un terreno comune, forse famiglia, carriera, sport, anche politica. Se la conversazione si interrompe, allora puoi tirar fuori il tuo aneddoto o sporgere la mano e dire che è stato bello parlare e che andrai a bere qualcosa, in bagno, qualunque cosa.

Hai paura che non conoscerai nessuno? L'aneddoto o due di cui sopra dovrebbe aiutare. E anche se sei troppo timido per avvicinarti a qualcuno, stare in piedi con un linguaggio del corpo aperto vicino a una persona o a un gruppo dall'aspetto amichevole può incoraggiare qualcuno a iniziare una conversazione con te. E chi lo sa? Potresti anche incontrare qualcuno che ti piacerà almeno abbastanza bene da goderti una breve conversazione.

Non ti piacciono alcune persone alla festa ma hai paura che dovrai interagire con loro? Ricorda che puoi tenerlo breve e districarti usando quell'approccio stick-your-hand-out.

Hai paura di esagerare? Potrebbe aiutare a decidere, in anticipo piuttosto che nel calore del momento, quanto mangerai o beverai. E nel peggiore dei casi, se non ti attieni al piano, sopravviverai dopo aver goduto di una sorpresa.

Hai paura di essere stato invitato solo per obbligo. Un modo per rendere felice l'ospite che ti ha invitato è portare un regalo insolitamente premuroso. Invece della classica bottiglia di vino, che ne dici del tuo articolo da cucina preferito? Quando mia moglie ed io siamo stati invitati a casa di un professore per una festa, mia moglie ha portato un delizioso piatto di torta. Ciò ha innescato una conversazione con il professore che è stata la chiave per Barbara per entrare nel programma di dottorato a Berkeley – davvero.

Trovare motivi positivi per partecipare

Le tattiche precedenti tentano di minimizzare i lati negativi di andare a una festa. Qualcuno di questi aspetti positivi può essere motivante: ballare, fare carriera in rete, incontrare un nuovo amico o un partner romantico, arrivare a mangiare del buon cibo senza dover cucinare?

Molte persone sono imbarazzate nel fare networking professionale, specialmente in una festa di vacanza, per paura di essere inadeguati, invadenti, imponenti o che esprimono vulnerabilità. Può aiutare a ricordare che non stai chiedendo una dispensa o anche per un lavoro. Devi solo dire qualcosa del genere: "La mia risoluzione per il nuovo anno è trovare un lavoro migliore. Mi è piaciuto essere consigliere presso un'agenzia di salute mentale della comunità, ma mi piacerebbe lavorare con i bambini con problemi familiari piuttosto che con gli adulti con problemi di abuso di sostanze. Per caso, potresti conoscere qualcuno con cui dovrei parlare? "Nulla di invadente o imbarazzante a riguardo. E se la persona ti piace o anche se è neutrale con te, se conosce qualcuno, potrebbe dirlo.

Un altro modo per motivare te stesso ad andare a una festa è decidere che, mentre lì, proverai ad essere utile: se servirà cibo o bevande, si avvicina a un fiore e chiedendo di lui piuttosto che chiacchierare di te stesso o offrire per aiutare a ripulire.

Può anche essere motivante avere un obiettivo, ad esempio, parlare con due persone che non conosci, o reclutare qualcuno da offrirti volontario per qualche sforzo di beneficenza.

Ok, sei andato alla festa ma ora ti piacerebbe andartene. Un modo inoffensivo per essere anche il primo a lasciare è spiegare che hai un altro evento da cui andare (andare a casa a guardare un film conta solo) o che c'è qualcuno di cui ti devi occupare – La mia spiegazione spesso è – ed è vero – "Ho un cagnolino a casa con problemi di separazione. Dovrei salvarlo. "Oppure potresti anche provare l'onestà radicale:" Mi è piaciuta la festa ma sono piuttosto introversa e quindi decollerò ". Chissà, tali rivelazioni sono il materiale più profondo le relazioni sono fatte.

Il takeaway

Non pensare troppo. Prendi solo pochi minuti per pensare a cosa indosserai che ti farà sentire bene, ricorda una o due idee di questo articolo e lascia andare.

Sono disponibili nove libri del Dr. Nemko. Puoi raggiungere la carriera e l'allenatore personale Marty Nemko su mnemko@comcast.net.

Solutions Collecting From Web of "Quando non vuoi andare a quella festa, dovresti"