Quando le regole sono meglio dell'amore

Ok, il titolo è fuorviante.

Lo psicologo dello sviluppo Urie Bronfenbrenner potrebbe riassumere processi complessi in modi semplici. Egli ha detto:

"Lo sviluppo, si scopre, avviene attraverso il processo di scambio progressivamente più complesso tra un bambino e qualcun altro, specialmente qualcuno che è pazzo di quel bambino."

Infatti, Bronfenbrenner diceva spesso che l'unica cosa che i bambini avevano assolutamente bisogno di crescere in adulti sani e felici era una persona che era irrazionalmente attaccata a loro e li amava e li sosteneva, qualunque cosa facessero.

Lo credo assolutamente. Un secolo di ricerca (e millenni di esperienza umana) attesta i molti modi in cui l'amore dei genitori può trasformarsi in un senso fondamentale che uno è degno e intrinsecamente buono e capace e che può tamponare i bambini contro tutto il mondo.

Ma Urie ha anche detto – citando Leontiev, il grande psicologo sovietico – che lo sviluppo è stato ottimizzato quando i bambini hanno sperimentato sia il massimo della sfida che il massimo supporto. In altre parole, i bambini devono essere supportati mentre vengono spinti. Non spinto nel senso di quei ragazzini tormentati e che ottengono risultati eccessivi correndo dal nastro blu alla stella d'oro. Ma incoraggiati a fare del loro meglio e ad impegnarsi in tutto ciò che scelgono di fare – leggere un libro, vagare senza meta attraverso i boschi, o costruire un robot – e dare un feedback onesto quando appropriato.

Sfida e supporto. O, come lo chiama la letteratura sullo stile genitoriale, esigente e reattiva .

Lo stile genitoriale è solitamente descritto in due dimensioni. La capacità di risposta è la misura in cui i genitori sono emotivamente calorosi e rispondono ai bisogni del bambino. L'emancipazione è la misura in cui al bambino viene chiesto di conformarsi ai bisogni degli altri. In generale, i bambini fanno meglio quando i loro genitori (o insegnanti o tutor) forniscono livelli elevati di entrambi: il massimo della sfida e il massimo del supporto. Dare e prendere.

Nel corso dei decenni, diversi ricercatori hanno notato che c'era un'altra dimensione importante della genitorialità. Sono state definite cose diverse nel tempo: l'autonomia psicologica, l'intrusione, il controllo psicologico. Brian Barber ha fatto la più recente ricerca recente in questo settore. Ha distinto tra due tipi di richieste: controllo comportamentale e controllo psicologico . Il controllo comportamentale sta fissando regole e grandi aspettative. È semplice. Il controllo psicologico è manipolativo. I genitori che esercitano un controllo psicologico cercano di influenzare il comportamento dei loro figli manipolando la relazione emotiva tra genitore e figlio (se tu mi amassi davvero, lo faresti …) o il senso di sé del bambino (se tu fossi un bravo ragazzo, avresti …). Possono anche provare a influenzare il comportamento cercando di manipolare le emozioni del bambino.

Nota: ciò che fa il controllo psicologico è che toglie al bambino la sensazione di essere irrazionalmente amato e rende quell'amore contingente al comportamento del bambino o di come si sente il bambino.

Un sacco di persone non si sentono a proprio agio con la parola "controllo" o "obbedire" o "influenza" quando parlano delle relazioni dei genitori con i loro figli. Ma molto tempo è esattamente ciò che i genitori stanno cercando di fare. Questo è il lavoro di essere un genitore: prendersi cura, proteggere e crescere il bambino per adattarsi alla famiglia, per andare d'accordo con gli altri, per difendere se stessi e per funzionare autonomamente in un modo che bilancia i propri bisogni con quelli di altri.

Il controllo comportamentale è molto semplice. Dici al bambino di non prendere un biscotto. Il bambino può decidere se il piacere di prendere il biscotto valga il rischio di essere scoperto e di essere punito. È una loro decisione e riguarda ciò che sta accadendo qui e ora.

I bambini i cui genitori fanno regole e hanno grandi aspettative usando il controllo del comportamento tendono a fare bene. Imparano a discutere – specialmente quando i loro genitori sono bravi a spiegare perché ci sono delle regole e le cambiano quando i bambini hanno buoni argomenti.

Il controllo psicologico non è diretto o basato sul problema in questione. Rende la piccola scelta una questione sull'amore, sulla relazione, su chi sei come persona e sull'autostima. Una piccola decisione sul prendere un cookie diventa una decisione molto più importante incorporata con più significato. Nel corso della crescita, i bambini che sperimentano alti livelli di controllo psicologico sviluppano una minore autostima e sono molto più propensi a sentirsi depressi e ansiosi.

La trappola più facile per i genitori in cui ci immergiamo ci spinge verso il controllo psicologico, insistendo sul fatto che i bambini non solo fanno ciò che chiediamo loro di fare, ma sentono come vogliamo che si sentano. Non sarebbe bello se non solo facessero i compiti a casa – che tu sai essere buono per loro e necessario e in effetti, alla fine saranno contenti di averlo fatto – ma hanno riconosciuto che avevi ragione ed era davvero la cosa migliore fare?

È particolarmente facile provare a convincere gli adolescenti che dovrebbero sentirsi come li vogliamo. Tutti vogliono essere amati – anche i genitori.

Chiedo a mio figlio di svuotare la lavastoviglie. Lui geme.

"Perché devo sempre mettere via i piatti."

"Tutti devono aiutare. Tuo fratello l'ha fatto stamattina. Puoi vedere se ti scambierà per l'impostazione del tavolo. "

Si avvicina alla cucina, brontolando per tutto il tempo. Lo voglio (no, ho bisogno di lui) per dare una mano. Ma a lui non deve piacere. Non mi piace svuotare la lavastoviglie. Ma deve essere fatto.

Lasciare che i bambini si lamentino e si lamentino va bene. In realtà, è sia un modo consacrato che sicuro per loro di stabilire l'autonomia. Ragazzi che discutono amaramente del loro coprifuoco e che si lamentano ad alta voce con i loro amici di come i loro genitori siano ridicolmente severi, ma tornano a casa, esprimono la loro autonomia, freddezza e indipendenza senza sperimentare i rischi che hanno costretto i loro genitori a fissare il coprifuoco nel primo posto.

Ricordo di aver intervistato una ragazza della scuola media che parlava di come le mancasse sua madre portandola alle date. Aveva un'espressione buffa sul viso quando lo disse. Da un lato, lei e il suo ragazzo si sentivano un pazzo sul sedile posteriore e sembrava sciocco. I baci della buonanotte erano goffi. Ridevano insieme e si lamentavano di quanto fosse stupido che sua madre non permettesse al suo fidanzato di guidare. D'altra parte, quando alla fine la madre cedette, si ritrovò a lottare con il suo fidanzato sul sedile anteriore e dover gestire un sacco di cose che non voleva proprio affrontare ancora. Brontolando insieme e lamentandosi, lei e le sue amiche si sentono indipendenti ed esprimono autonomia senza dover prendere ancora le conseguenze comportamentali.

È ragionevole chiedere ai bambini di fare cose ragionevoli. Chiedergli di provare ciò che vuoi non è ragionevole. È un'intrusione di se stessi.

© 2010 Nancy Darling. Tutti i diritti riservati

Altre citazioni di Bronfrenbrenner:

http://www.poemhunter.com/quotations/famous.asp?people=Urie%20Bronfenbre…

Solutions Collecting From Web of "Quando le regole sono meglio dell'amore"