Quando la terapia non funziona

Per molte persone, la terapia è un trattamento di ultima istanza. Una persona depressa, ad esempio, potrebbe ritardare la terapia per mesi o anche anni, solo per cedere quando i suoi sintomi diventano così terribili che qualsiasi cosa sembra preferibile vivere un altro giorno con la depressione. Poiché i pazienti in terapia spesso considerano la terapia come una panacea, e una che tentano solo quando la vita diventa impossibile, la delusione che si prova quando la terapia non funziona può essere profonda, tagliente e profondamente demoralizzante.

La malattia mentale è come qualsiasi altra condizione di salute, però. Che si tratti di difficoltà a far fronte allo stress o qualcosa di più serio, come il disturbo da stress post-traumatico, il primo trattamento non sempre funziona. Se hai avuto una malattia cardiaca, non vomiterai le mani e rinunciare se il tuo primo farmaco non ha dato risultati, quindi non fare lo stesso con la terapia! Se la terapia ti ha deluso, hai ancora molte opzioni per sentirti meglio.

Chiedi al tuo terapeuta circa i prossimi passi

Se la terapia non funziona, la prima persona con cui dovresti parlare è il tuo terapeuta. Può scegliere di cambiare il suo approccio al trattamento, perseguire più opzioni di "compiti a casa" per te, o addirittura indirizzarti a un altro terapeuta. Assicurati di porre le seguenti domande:

• Quanto tempo occorre per me per vedere i risultati?

• Quale metodo di trattamento stiamo usando, ed è troppo presto per provare un approccio diverso?

• C'è qualcosa che posso fare per aumentare l'efficacia della terapia?

• Potrebbe aiutare i farmaci? Che dire dei cambiamenti nello stile di vita?

Perseguire cambiamenti di stile di vita

La terapia è solo una tappa del tuo viaggio terapeutico, non dell'intero viaggio. Uno dei maggiori benefici della terapia è che il terapeuta può darti la sicurezza e la forza di cui hai bisogno per seguire i trattamenti di stile di vita. Un buon terapeuta può anche raccomandare modifiche che puoi fare che potrebbero migliorare la tua prognosi. Ogni persona è diversa e ogni condizione di salute mentale richiede un trattamento leggermente diverso. In generale, però, i seguenti cambiamenti nello stile di vita possono spesso aiutarti a combattere le malattie mentali:

• Sviluppare un programma regolare e prendersi del tempo ogni giorno per pianificare la giornata. Ricorda, il tempo è esattamente come il denaro, e mettendo a budget il tuo tempo, potresti scoprire di averne di più – per non parlare di meno stress.

• Adottare misure per garantire che lo stile di vita e l'ambiente siano sani. Se sei in una relazione abusiva, vattene. Se il conflitto con i propri cari è un problema in corso, lavora per risolvere questi conflitti.

• Mangia una dieta equilibrata e sana ricca di proteine ​​magre, frutta e verdura.

• Ricevi almeno 150 minuti di attività cardiovascolare ogni settimana.

• Impegnarsi per un programma di sonno regolare, alzarsi e andare a letto alla stessa ora ogni notte. Obiettivo per sette-otto ore di sonno.

• Inizia a meditare. Se la meditazione non è il tuo stile, prova un'altra attività che ti costringe a rallentare e concentrarti sulla respirazione, come la terapia cognitiva basata sullo yoga o sulla consapevolezza.

Fai i tuoi compiti

La terapia non è magia del cervello. Non c'è niente che il terapeuta possa dire che ricostruirà misteriosamente le cose nel tuo cervello, rendendo immediatamente la tua vita migliore. Invece, la terapia è un duro lavoro. Proprio come non imparerai mai l'algebra se non fai i compiti di matematica, non imparerai mai a gestire meglio le tue emozioni e la vita se non fai i compiti di terapia. Seguendo i compiti del tuo terapeuta, ti permetti di adottare nuovi meccanismi di coping e superare le difficoltà del passato.

Ma cosa succede se il terapeuta non ti dà i compiti? I compiti a casa non devono essere specifici o implicare la carta. Invece, è semplicemente una questione di fare le cose che il terapeuta suggerisce con una mente aperta. Se ti chiede di concentrarti sul non dire di meno, dagli un colpo prima di respingerlo di mano. E se il terapeuta non ti dà i compiti, è il momento di iniziare a chiederne un po 'o iniziare a lavorare con un terapeuta che è un po' più attivo.

Prova un nuovo terapeuta

Il singolo miglior indicatore del funzionamento della terapia è se tu e il tuo terapeuta siete in buona forma. Un terapeuta che accetta i tuoi valori, comprende le tue emozioni e chi ti fa sentire accettato e ascoltato è la chiave della terapia. Se il tuo terapeuta non ti sta offrendo questo, è il momento di provare qualcun altro.

Cosa succede se ti piace il tuo terapeuta ma la terapia non va proprio dove vuoi? Non basta il tuo terapeuta e ci sono enormi differenze di competenza dal terapeuta al terapeuta. Se la terapia non funziona, considera se il terapeuta è quello giusto per te. Se il tuo terapeuta non ha fatto almeno quanto segue, è ora di andare avanti:

• Ha parlato con te delle opzioni di trattamento e consigliato su cosa puoi fare per aumentare l'efficacia della terapia.

• Stabilisci obiettivi specifici per il trattamento e fornisci un calendario per quando puoi vedere i risultati

• Ti ha parlato delle medicine per le tue condizioni di salute mentale.

• Ti ha dato una diagnosi o un'immagine chiara di ciò su cui stai lavorando in terapia.

• Dati chiari, raccomandazioni specifiche per i compiti a casa e altre attività che puoi fare per sviluppare ciò che stai imparando in terapia.

Parla con il tuo dottore

La ricerca suggerisce che, per molte condizioni di salute mentale, combinare la terapia con i farmaci è il modo più efficace per vedere i risultati. Se la terapia non funziona, è tempo di prendere in considerazione l'assunzione di farmaci. Ma i farmaci non sono l'unica cosa che il tuo medico può aiutarti. I problemi di salute possono interferire con i tuoi progressi e alcuni problemi di salute fisica mascherati come problemi di salute mentale. La lentezza che alcune persone provano con l'ipotiroidismo, ad esempio, può simulare i sintomi comuni della depressione. Potrebbe essere che tu stia lottando con un problema di salute facilmente trattato, quindi chiedi il lavoro di sangue e dia al tuo medico un elenco specifico e dettagliato dei tuoi sintomi e della tua storia clinica.

Può essere profondamente frustrante quando la terapia non funziona, ma questo è solo l'inizio del viaggio, non la fine. Se sei disposto a ricercare la tua condizione, sii un buon sostenitore di te stesso e continua a provare finché qualcosa non funziona, puoi sentirti meglio prima di quanto ti aspetti.

Riferimenti:

Trattare con la depressione resistente al trattamento. (Nd). Estratto da http://www.mentalhealthamerica.net/treatment-resistant-depression

Depressione (disturbo depressivo maggiore). (Nd). Estratto da http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/depression/in-depth/treatm…

Solutions Collecting From Web of "Quando la terapia non funziona"