Quando la persona con cui stai competendo è il tuo amico

Come gestire le amicizie d’ufficio e la competizione con l’intelligenza emotiva.

La ricerca mostra in genere che avere amici sul lavoro può aumentare la produttività e il coinvolgimento. Tuttavia, un recente studio dei ricercatori di Wharton, Julianna Pillemer e Nancy Rothbard, trova che ci può essere un lato oscuro nell’avere amici al lavoro, soprattutto se ciò che è meglio per l’amicizia è in conflitto con ciò che è meglio per l’organizzazione.

Prendiamo questo esempio: supponiamo che due colleghi, chiamiamoli Lata e Andres, abbiano lavorato nella stessa squadra per oltre cinque anni e siano amici intimi. Hanno supportato e allenato l’un l’altro ogni volta che si presentano delle sfide di lavoro per uno di loro. Si riuniscono con le loro famiglie nei fine settimana. Entrambi amano avere un amico intimo che è anche un collega.

Di recente, tuttavia, Lata e Andres hanno sollevato un punto di tensione. Il loro supervisore ha detto a Lata che entrambi erano stati presi in considerazione per una promozione importante e chiunque avesse ricevuto il lavoro avrebbe finito per gestire l’altro. Mentre entrambi erano entusiasti di questa possibilità, si sentivano anche a disagio. La loro relazione era sempre stata di reciproco sostegno non competitiva. Ed entrambi avevano buoni motivi per volere questa promozione. I genitori anziani di Lata si erano trasferiti con la sua famiglia, quindi aveva comprato una casa più grande di recente e ora aveva un grosso mutuo da pagare. Per Andres, come un genitore single con tre figli, questa promozione significherebbe che avrebbe fatto più team management e meno viaggi legati ai clienti, permettendogli di trascorrere più tempo con i suoi figli.

Dopo un estenuante giro di interviste, Lata è stata selezionata per la promozione. Andres si sentì deluso. Mentre era felice per Lata, la sua autostima aveva preso un colpo. Il suo migliore amico al lavoro era ora il suo manager, il che significava un nuovo imbarazzo che inevitabilmente influiva sulla loro capacità di lavorare insieme.

Che cosa fai quando un amico di lavoro e tu sei impegnato per una promozione o in qualsiasi altro scenario competitivo in cui uno di voi sta “vincendo” mentre l’altro sta per “perdere”?

1. L’equilibrio emotivo e la prospettiva sono fondamentali. Ricorda a te stesso che questa è solo una delle tante promozioni che si presenteranno nella tua carriera. È facile concentrarsi sugli alberi e non sulla foresta e perdere la prospettiva, specialmente quando si è coinvolti in una situazione emotiva. La ricerca sull’imaging cerebrale mostra che, quando sei stressato o ansioso, la ragione e la logica sono influenzate negativamente. Fare un passo indietro, ottenere una prospettiva e vedere le cose da un punto di vista più ampio può aiutare. Dopotutto, quanto è meglio avere un manager che rispetta, ama e comprende te di un estraneo che potrebbe non “prenderti” anche tu? Con una ricerca che dimostra che la salute del nostro cuore è direttamente collegata alla nostra relazione con il nostro capo, avere un leader che ti piace e che ti piace può essere un enorme vantaggio. Un supervisore che apprezza e si prende cura di te probabilmente aiuterà a sostenere la tua carriera. Ad esempio, Andres sa che Lata garantirà sempre per lui.

La prospettiva ti aiuterà anche a capire che probabilmente la tua amicizia è più importante per te della promozione. La ricerca mostra che la connessione sociale è uno dei nostri maggiori bisogni dopo cibo e riparo. Siamo più felici e più impegnati al lavoro quando abbiamo relazioni sociali positive con le persone con cui lavoriamo (anche più di quando riceviamo un grande stipendio). La solitudine, d’altra parte, può danneggiare sia la nostra salute psicologica che fisica, come ha dimostrato il suo psicologo solitario John Cacioppo, coautore di Loneliness: Human Nature e Need for Social Connection . Gli amici al lavoro portano a una serie di vantaggi per noi sia personalmente che professionalmente, tra cui prestazioni più elevate e tassi di esaurimento più bassi. Anziché soffermarsi sulla propria infelicità con l’esito della promozione, Andres potrebbe ricordare a se stesso quanto è felice per Lata. Quella connessione sociale è più utile per Lata piuttosto che soffermarsi su ciò che ha perso.

2. Mantieni sotto controllo i tuoi sentimenti di autostima. L’esito della selezione della promozione non è un giudizio su di te. Le promozioni possono spesso essere arbitrarie e soggettive. Non si tratta sempre di chi è meglio per il lavoro. Ad esempio, la ricerca dimostra che le persone vanno avanti sul lavoro a causa di relazioni più che di abilità tecniche. Sappiamo tutti che la “politica” gioca quasi sempre un ruolo anche in questo tipo di decisioni. In Occidente, noi sottovalutiamo erroneamente le situazioni come se fossero su di noi. Come la pionieristica psicologa culturale Hazel Markus ha scritto nel suo libro Clash !: How to Thrive in a Multicultural World, se vieni da un paese individualista come gli Stati Uniti o molti paesi europei, tu (erroneamente) tendi a pensare che sei solo responsabile dei tuoi successi o dei tuoi fallimenti. Le persone provenienti da culture collettivistiche come i paesi dell’Asia orientale hanno una visione più olistica: capire se vincere o meno ha a che fare con molte più cose del proprio valore. La decisione di promuovere (o non promuovere) potresti avere poco a che fare con le tue abilità reali e più con fattori al di fuori del tuo controllo.

3. Comunicazione e pianificazione sono fondamentali. Parla con il tuo amico della situazione per disinnescare la tensione. Discutere il tuo disagio. Condividi la tua determinazione a non lasciare che questa situazione lavorativa abbia un impatto sulla tua amicizia. Andres e Lata trarrebbero beneficio dalla discussione su come vorrebbero il loro rapporto di lavoro e su come assicurarsi che lo squilibrio del potere non influenzi la loro relazione personale. Ancor prima che venga presa una decisione, aiuterebbe sia Andres che Lata a riflettere sui possibili risultati e su come mantenere la loro amicizia.

I lati positivi di avere amici al lavoro sono innegabili. Ma, naturalmente, ci sono situazioni difficili da navigare. La chiave è usare la tua intelligenza emotiva per assicurarti che tu e le tue amicizie possiate sopravvivere nonostante ciò che accade nell’organizzazione.

Maggiori informazioni su The Happiness Track

Apparso per la prima volta su HBR

Scritto insieme a Christina Bradley

  • Consigli pratici e pratici per genitori di adolescenti
  • La sindrome da esaurimento del lavoro dipendente: perdita di abilità comunicative
  • 5 Situazioni in cui le abilità di meditazione sono disponibili
  • Questo è il tuo cervello ad alta sensibilità
  • "Home rimedi" per il bullismo
  • Awake fMRI rivela come i cervelli canini elaborano nuove parole
  • I caregiver non ottengono le vacanze
  • My Child fa male e io sono l'unico a cui importa
  • Meditazione e consapevolezza: stressanti che dovresti sapere
  • Sei quello che vedi
  • Perché alcune donne stanno bruciando nei loro anni '20 e '30
  • Come controllare le tue emozioni quando sono fuori controllo
  • Ti senti impoverito? È ora di abbandonare, delegare e cancellare
  • Cura di sé in un mondo occupato: 4 domande da porsi
  • I genitori devono essere d'accordo su come allevare i loro figli
  • Perché Hope Matters
  • Sopravvissuto: sono troppo coinvolto in tutto il mio bambino?
  • Che sparatorie di massa fanno a chi non ha sparato
  • Donne sull'orlo dell'esaurimento
  • La sindrome da esaurimento del lavoro dipendente: perdita di abilità comunicative
  • Ottenere un bonus sul lavoro
  • Sei sempre stressato? New Blood Test può spiegare perché
  • Sollevare il peso del potenziale
  • 5 suggerimenti su come smettere di ripetere gli stessi errori
  • Come trattare con persone che pensano di non aver bisogno di te
  • Dumping the Dog Domestic Dump Theory Once For All
  • Quanto è importante l'animale nella terapia assistita da animali?
  • My Child fa male e io sono l'unico a cui importa
  • Meditazione e consapevolezza: stressanti che dovresti sapere
  • Come essere spontanei
  • Oltre la resilienza: incoraggiare i bambini anti-fragili
  • Reiki for Animals: The Power of Peace to Heal
  • Perché preoccuparsi?
  • Come dotare gli studenti di essere mentalmente duri
  • Che sparatorie di massa fanno a chi non ha sparato
  • 5 risoluzioni che ti renderanno un genitore migliore quest'anno